.
.
.
Mi avvicino ad un mondo "privilegiato", quello della tastiera che imprime e lascia una seppure futile traccia di me attraverso un pc con pensieri-concetti-sensazioni-emozioni. Nel mio caso c'è da chiedersi se è il tempo che ci cambia o....ma a quanto pare il tempo è "fermo" o almeno è sempre lo stesso, siamo noi che passiamo davanti a questa meravigliosa e sconcertante realtà, siamo noi che camminiamo attraverso il tempo, percorrendo un viaggio avventuroso e ancora siamo noi che decidiamo se cogliere i frutti che ci offre con generosità e ricambiare con gratitudine!
.

I commenti sono ovviamente graditi. Per leggerli cliccate sul titolo dell'articolo(post) di vostro interesse. Per scrivere(postare,pubblicare) un commento relativo all'articolo cliccate sulla voce commenti in calce al medesimo. Per un messaggio generico o un saluto al volo firmate il libro degli ospiti (guest book) dove sarete benvenuti.

mercoledì 24 febbraio 2010

Pensando ai bambini...

*
"Sentirsi bambini, comportarsi come bambini, è l’arte commovente degli uomini maturi».
(H. von Hofmannsthal)
*
"I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini trovano il nulla nel tutto."
(G. Leopardi)
*

44 commenti:

DIANA B ha detto...

Bellissime le parole di questi due Grandi.
E' vero i bambini con la loro ingenuità, sanno trovare il bello ed il buono in ogni cosa
Credo che il delitto più grande sia quello di non rispettali, sia seviziandoli, che nulla fare affinchè non abbiano l'istruzione adeguata, che non muoiano di fame, di stenti e per mancanza di medicinali, come sta succedendo nel mondo.
Ciao carissima un abbraccio
Bruna

LORELLA ha detto...

Ciao carissima, deliziosa Miriam, amica mia, oggi sono tornata al lavoro, l'influenza è passata e sono ritornata a scuola tra i miei bimbi e con la mia dolcissima amica Rosi!!!!! Ah, i bambini sono meravigliose creature, così genuine, spontanee, ti commuovono con certi loro comportamenti, con niente si divertono e trovano tutto..... sono così dolci e teneri quando mi abbracciano o mi regalano un disegno....con loro ti passa anche la tristezza e malinconia....Con loro ritorno anch'io un pò bambina......Il loro affetto così genuino e spontaneo mi scalda il cuore. Cara Miriam tu stai bene?? Il tuo lavoro va bene? ti Auguro una serena e dolce notte e ti abbraccio forte forte!!!!!! BACIONI LORELLA...SEI SEMPRE NEI MIEI PENSIERI!!!! CIAO DOLCE AMICA!!!!! LORELLA

Sonia Ognibene ha detto...

Cara Miriam, mi era sfuggita questa frase di Leopardi, più che mai attuale.
Ieri ho osservato divertita mio figlio e i suoi amichetti sbellicarsi dalle risate per un'ora mentre fingevano di essere fantasmi con dei plaid sulla testa e poi, così combinati, cercavano di mettermi paura strisciando sul pavimento.
Erano il ritratto della felicità e della libertà, noi adulti invece perdiamo del tempo (che non torna più) a farci la guerra per delle idiozie.
Ieri, poi, ho sentito in un programma di Rete 4 "Viaggio a Medjugorje" una frase detta dalla Madonna ai veggenti, che l'aborto è più di una guerra, ciò significa che la vita di un bambino ha una sacralità infinita, un valore incalcolabile.
Se noi adulti non ci arrendessimo alle paure, agli egoismi saremmo dispensatori di vita vera, di speranza, diventeremmo anche noi semplici come fanciulli.
Grazie Miriam per questo post, grazie.

Valentina ha detto...

Parole verissime. La semplicità e l'innocenza dei bambini è talmente rara e preziosa che sembra che gli adulti facciano di tutto per portargliela via.

nouvelles couleurs - vienna atelier ha detto...

Ciao Miriam,
bellissimo l'argomento che hai proposto oggi!
L'animo bambino ha il segreto della creativitá e dell'arte
picasso diceva:
"Ci vogliono molti anni per rimanere giovani".

complimente per quello che proponi sempre é un piacere venire in questo blog

taoista ha detto...

é importante in età matura, riconquistare la mente di un principiante. Le cose si rivedranno così come sono e non viziate dalle abitudini

Anna ha detto...

mi piace il tuo blog, scoperto piacevolmente per caso!

trilly ha detto...

e mi sei piaciuta!!! :D l'occasione è gradita per porgere un bacio grande grande...:*

teddy bears Marin to Venice ha detto...

Parole sacrosante, niente è più vero di questo.

Un abbraccio e grazie per l'emozione della lettura.
Rosarita

Cinzia ha detto...

Stupende queste perle di saggezza...i bambini sono il nostro futuro!
E come dice Coelho, un bambino può insegnare tre cose ad un adulto: a essere contento senza motivo, a essere sempre occupato con qualcosa e a pretendere con ogni sua forza quello che desidera.
A te l'immancabile strucon
Cinzia

Elvi ha detto...

Grazie Miriam per come apprezzi i miei lavori.

io, purtroppo non sono brava con le parole, ma apprezzo molto quello che tu pubblichi.

Ciao
Elvi

Miriam ha detto...

@DIANA
Concordo con te, tutti noi abbiamo il dovere di rispettare e proteggere il mondo infantile, troppo spesso calpestato e violato. Bisogna scendere al loro livello se vogliamo capire e conoscere il loro mondo, brevemente bisogna tornare bambini come loro!
Ciao Bruna, torna ogni volta che lo desideri, sarò lieta di ritrovarti tra noi!
Ricambio il tuo affettuoso abbraccio, a presto!

Miriam ha detto...

@LORELLA
Mi fa piacere che sei guarita dall'influenza, che anche quest'anno non ha dato tregua.
Anche tu vedo che ami i bambini, forse grazie anche al lavoro che svolgi, hai ragione ogni volta ci stupiscono e ci divertono con i loro curiosissimi comportamenti regalandoci infiniti attimi di gioia e dolcezza!
A presto, un caro abbraccio!

Miriam ha detto...

@Sonia Ognibene
MI fa MOLTO piacere che hai apprezzato la frase di Leopardi, io l'ho trovata splendida e come dici tu, più attuale che mai!
Molto carina la scena di tuo figlio con gli amichetti...eh, già, mentre loro non perdono un attimo per divertirsi ci ricordano che noi adulti non siamo più in grado di trovare nelle piccole cose alcuno spunto per trovare il gusto ed il piacere di provare sane emozioni e soprattutto farci una bella risata.
Immagino che qualcuno starà pensando che questo è un modo per niente "maturo" di affrontare la vita, mi chiedo allora dov'è la maturità, è forse nel farsi le guerre e vicenda o nel rimuginare rimpianti, rancori, offese? Dici bene tu, sono tutte idiozie!
Pensiamo invece come creare i presupposti per proteggere e salvaguardare la vita dei nostri piccoli, anche per me la vita di una creatura è sempre sacra e come tale merita rispetto e tanto tanto amore.
La strada è in salita, tuttavia vale la pena proseguire in questa direzione, chissà un domani(molto lontano ma non irraggiungibile) potremo forse dire che siamo diventati semplici come fanciulli!
Grazie a te per i tuoi pensieri!!!

Miriam ha detto...

@Valentina
Poche ma precise ed efficaci parole, le tue, cara Valentina!!!
Purtroppo non oso pensare che "certi" adulti provino simili idee fino ad arrivare a non provare nessun rispetto per la vita dei bambini.
Non proseguo, meglio, molto meglio....

Miriam ha detto...

@nouvelles couleurs-vienna atelier
Non conoscevo questo aforisma di Picasso, lo trovo illuminante! Grazie per avermelo proposto!
Hai ragione Laura, la creatività e l'arte si manifestano molto presto nella vita di un bambino, dove la prima espressione grafica(ma io direi artistica!)si esprime intorno ai tre anni con la fase dello scarabocchio e poi con il disegno dell'omino "cefalopode"...un omino tutta testa dove racchiude un po' di tutto, quasi un magico mondo, un universo umano!(tornerò a parlare del disegno infantile...).
Ma ora mi fermo diversamente...
Un bacione a te e una carezzina al tuo Theo(Dylan scodinzola)

Miriam ha detto...

@taoista
E io aggiungerei...in età matura si ha l'obbligo di riconquistare "la mente di un principiante".
Il bambino ha un modo di vedere la realtà e di relazionarsi ad esso, secondo modalità spontanee e semplici, non artefatte o condizionate da abitudini o preconcetti.
Più di una volta le esperienze quotidiane ci ricordano che si può tornare a quella semplicità primordiale, perchè niente ci rende più completi e felici del fatto che possiamo riprendere in ogni attimo della nostra vita, ancora una volta, per mano quel bambino nascosto che vive dentro di noi!

Miriam ha detto...

@Anna
Benvenuta a bordo del mio blog, cara e nuova lettrice, anch'io resto PIACEVOLMENTE sorpresa quando le persone "entrano per caso"...ma siamo sicuri che le cose capitano per caso?
Quasi sempre sono dell'avviso che "niente capita per caso", tu no?
A presto, quanto prima passo da te e se vuoi puoi aggiungerti ai miei lettori!
Bacioni!

Miriam ha detto...

@trilly
Davvero? Sono felice quando mi scrivno poche parole ma che dicono tutto! Sono felice di averti fatto cosa gradita con questo micro-post, pensando ai bambini che adoro!!!
Ciao cara Manu, grazie per la tua presenza discreta e sempre affettuosa!
Ti abbraccio forte forte!

Miriam ha detto...

@teddy bears Marin to Venice
Grazie a te Carissima Rosarita, è molto bello averti in questo post dove il mio pensiero è rivolto alle creature che amo, i bambini! Tu che solo per le cose che crei faresti impazzire di gioia anche il bambino più iper-controllato!!!
Io da quando ho vistato il tuo blog, non ti dimentico più, forse perchè mi hai fatto ricordare il mio orsetto, instancabile compagno di giochi della mia infanzia...
Ricambio con affetto il tuo caro abbraccio!

Miriam ha detto...

@Cinzia
Hai ragione, certi aforismi sono perle di saggezza, soprattutto se sono rivolti ai bambini!
Precedentemente ho ringraziato Laura per le parole di Picasso, ora ringrazio te Cinzia per queste tue bellissime di Coelho...mi sa che noi adulti abbiamo ancora molto da imparare dai nostri piccoli, come la forza e la determinazione per ottenere quello che desiderano che è qualcosa di grandioso...
Un grandissimo strucon per ricambiare il tuo!!!

Miriam ha detto...

@Elvi
Grazie a te per la pazienza e la costanza nel seguirmi, spesso mi accorgo di essere un po' ripetitiva e lunga...ma pensando ai bambini mi sono imposta "brevità e semplicità", ma per essere coerente con questo proposito, ho preso in prestito due aforismi, loro sono due Grandi, questo per rendere più chiara la mia idea di bambino e come dovremo tendere noi adulti nei confronti della nostra vita.
In questo mio piccolo blog, nessuno deve sentirsi "non bravo" con le parole, dal momento che ognuno esprime se stesso e le proprie emozioni come le sente nascere dentro se stesso!!!
Perciò mia cara, ti aspetto tutte le volte che ne hai piacere!
Ps. come si può non apprezzare le tue opere? Sono bellissime!!!

Rosi Jo' ha detto...

Miriam carissima,
in questi giorni, non ho avuto proprio tempo per rispondere alla tua deliziosa ed affabile risposta del post precedente. Grazie di cuore per tutto l’affetto e l’amicizia che mi offri ogni volta.

Le frasi che hai citato sono davvero preziose e autentiche. I bambini sono un universo meraviglioso e straordinario. Gesù disse: se non diventate come questi piccoli fanciulli…
Quanto c’è da imparare da loro per continuare a vedere il bello nelle piccole cose, a sognare e lasciarsi emozionare e stupire… e dire che ognuno di noi è stato un bambino e quando eravamo tali desideravamo crescere e diventare grandi. Adesso, invece, desidereremmo avere ancora di quella fragranza sincera e spontanea che caratterizza i “piccoli” cuori. Grazie per queste considerazioni, un abbraccio e un bacione Rosi

Miriam ha detto...

@Rosi Jo'
Carissima Rosi, non devi scusarti o giustificarti con me per la mancanza di tempo, ho seguito la tua bellissima evoluzione e crescita attarverso il tuo blog, ho visto con piacere una mamma che cresce creativamente con la sua splendida figlia, lei con le sue torte da sogno e tu col tuo negozio virtuale e le tue creazioni che regalano gioia e amicizia! Immagino che sono stati per te giorni di grande fermento ed emozione, ma anche trepidazione e piccole ansie, ma sentivo che col pensiero mi sei stata sempre vicina...
Non avevo dubbi, ero sicura che le frasi che ho associato all'immagine genuina e spensierata di questa ragazzina, avrebbero catturato la tua sensibilità e il tuo amore nei confronti dei bambini!
Quello che sottolinei è molto vero, talvolta affiora nella nostra vita una certa nostalgia per quella fragranza e spontaneità tipica dei piccoli, inevitabilmente si fa spazio nella nostra vita di adulti il desiderio di rientrare in possesso di quel cuore piccolo e "infantile" limpido e semplice perchè è lì che è custodita la vera essenza umana.
Grazie infinite a te, che rimani per me un pilastro importante nella conduzione di questo mio spazio virtuale, ma non solo!
Ti abbraccio forte forte!

Fata Bislacca ha detto...

Che bellezzaaaa!!!! Pensa che il bimbo in noi non muore mai, si trasforma in adulto... Come è possibile che possa perdere tutta la magia??? No, impossibile! Va pelato come una cipolla e sono certa che al centro c'è sempre lui/lei; l'anima che lo anima....
Boh!
Pensieri mattinieri di una fata non ancora del tutto svegliata!
Un carissimo abbraccio, Cathy

unodicinque ha detto...

entrambe le frasi mi hanno commosso. La prima di più, forse perché sono un uomo maturo.

Miriam ha detto...

@Fata Bislacca
Hai ragione fata...sarà anche per questo che quando si diventa vecchi si diventa sempre più dei grandi bambinoni! E' come un cerchio la nostra vita, di sicuro è un mistero grandissimo...No, guai se si dovesse perdere la magia, sarebbe come mangiare un gelato senza sapore.
Ma tu sei tutta matta, altro che magia, sei molto di più, sei un concentrato al pomodoro, ma cosa sto dicendo? sei tu che mi porti fuori strada con i tuoi ragionamenti filosofici-culinari,mi hai fatto ridere di gusto...ma si può paragonare una persona ad una cipolla senza generare una valle di lacrime? Bè però hai ragione...sempre meglio che pelare l'aglio e trovare la sua anima...indigesta...ed essere perseguitati tutto il giorno dal fastidioso puzzo nelle mani!
Fatina cara, scrivimi, scrivimi, scrivimi...non stancarti di mandarmi i tuoi pensieri bislacchi, mattinieri o notturni va bene comunque, perchè ogni volta mi travolgi con la tua allegria!!!
Buona giornata e un carissimo abbraccio anche a te!!!

Miriam ha detto...

@unodicinque
E io sono piacevolmente commossa per il fatto che questo post ti abbia suscitato l'emozione che dici! Lo sono ancora di più perchè sei un uomo, un padre amorevole e sensibile che scopro ogni volta, piano piano, attraverso quello che trascrivi con enfasi nel tuo blog dove non perdi occasione per parlare del legame profondo che ti lega a loro e raccontare con grande sensibilità le tue emozoni e i ricordi che affiorano di volta in volta.
Gli uomini per svariati motivi , sono piuttosto restii a parlare di sè e racconatre le propri emozioni, vedo che tu sei, da questo punto di vista "un bambino" (nel senso più bello del termine!).
La definizione "maturo" è abbastanza impegnativa, mi chiedo più volte se lo siamo in base all'età cronologica piuttosto che alle esperienze, ma in fondo troppo spesso dimentichiamo che anche i sogni hanno la loro valenza e il loro peso.
Teoricamente anch'io dovrei essere una donna matura, anche se non ho una famiglia "mia", dei figli(sono convinta da quello che posso vedere intorno a me, che questo è solo un tassello che va ad aggiungersi semmai alla maturità di un individuo), vedo che c'è ancora in me una bambina ribelle che spesso scalcia e rifiuta certe ingiustizie e imposizioni perchè le sente come un'armatura di ferro, decisamente un po' scomode, ma forse mi faccio troppe domande, proprio come i bambini...sarà una deformazione professionale? Mah!
Alla prossima, se vorrai, Ciao!!!

Mary ha detto...

veerissimo ...bisognerebbe tanto impoarare da loro ...
un abbraccio mary

marisgutta ha detto...

questo pseudo commento per ringraziarti, ma poi torno a rileggerti perchè i tuoi"argomenti" mi prendono....scusami, ma devo correre a giocare!!!!!

teoderica ha detto...

Ciao Miriam...che bel blog......ci sono fate e magie ed anche i campanellini ( li avevo già sentiti da Kikka io li trovo deliziosi).....io non entro in punta di piedi, sono e rimango l' elefantessa ( il nomignolo affibbiatomi dai compagni di scuola)....ma sono sincera, questo sì, o almeno ci provo, perchè sai le emozioni cambiano e si cambia e si muta in nogni momento. Inutile dirti quanto mi sia piaciuto il post, mi sei venuta a trovare ed avrai capito quanto ami i bambini e come io ricerchi la mia bambina....bambina che hanno tentato di uccidere perchè sconveniente...bambina che invece oggi ..nel mezzo del cammin di mia vita trovo deliziosa......un bacio affettuoso ...anche io ho fatto centRo col web.... basta non scrivo più....vedi che il mio compagno di scuola aveva ragione a chiamarmi elefantessa (pensare che allora tale nomignolo mi faceva soffrire) ti ho invaso con un fiume di parole.........ì_^

Paola ha detto...

... il bambino che siamo stati ci accompagna per tutta la vita, con tutte le sue emozioni...
Ciao.
Paola

Miriam ha detto...

@Mary
Penso ne valga davvero la pena tentare di prendere esempio da loro!!!
Un carissimo abbraccio, a presto!

Miriam ha detto...

@teodorica
Benvenuta nel mio blog, è un onore per me ricevere una nuova blogger per giunta con una caratteristica che a me piace tantissimo, quella di entrare con l'irruenza di un'elefantessa come qualcuno ama definirti affettuosamente perchè ti conosce senz'altro meglio di me! Anch'io per carattere, entrerei nei blog che m'ispirano "qualcosa di buono e di bello", nello stesso modo che dici tu, ma poi decido di entrare in punta di piedi, lasciando però da subito la mia adesione e "impegno" a tornare, aggiungendomi agli altri sostenitori del blog che desidero seguire, così come ho fatto anche con te.
Hai ragione le emozioni cambiano, così come cambiano gli stati d'animo mentre concordo con te che qualsiasi strada si decide d'intraprendere, deve nascere e iniziare su basi sincere e leali, per poi affrontare con tenacia ogni interruzione o ostacolo a proseguire.
Mi fa molto piacere che il mio post ti sia piaciuto, non a caso sono venuta a conoscerti e mi sono presentata a te in un tuo post, dove anche tu parli e fai capire quanto anche tu ami i bambini!
Mi colpisce quello che mi scrivi riguardo alla bambina che sei stata, penso che nessun adulto ha il diritto di minimizzare la personalità di un bambino perchè equivale ad ucciderne il carattere e imprigionare i suoi desideri in una gabbia di insicurezze e fragilità.
Ma per fortuna gli ostacoli rendono quei bambini più forti e combattivi, nella vita futura saranno più abituati rispetto a chi ha avuto una strada facile, a non arrendersi e saranno più tenaci, coraggiosi, amanti della giustizia e della lealtà, ribelli nei confronti delle falsità e delle diplomazie di circostanze; azzardo che per te sia stato più o meno così...
Auguri per i tuoi cent(r)o col web, penso che anche per te è stato un bel traguardo emozionante!
Come vedi anch'io sono una che scrive fiumi, anzi, oceani di parole...Perciò non metterti problemi a riguardo, ok?
A presto, deliziosa bambina, ti mando un caro abbraccio!

Miriam ha detto...

@Paola
Il tuo pensiero non merita da parte mia nessun ulteriore commento! Lo condivido totalmente, guai a noi se dovessimo dimenticarci di quel bambino che vive dentro di noi!
P.s.hai un tuo blog? Fammi capire se sei una nuova "entrata" o se ci conosciamo già!
Un caro saluto, a presto!

Miriam ha detto...

@marisgutta
Benvenuta nel mio blog, è un piacere averti tra noi, vedo che anche tu ami metterti in gioco, non mi resta che darti appuntamento per il prossimo giro!
Grazie per essere passata a trovarmi, a presto!!!
Un bacione!

Vittoria A. ha detto...

Parole bellissime e davvero profonde. E la foto mi ha commosso fino alle lacrime! Come sempre mi ispiri tanti pensieri che mi portano lontanto e che mi avvicinano alle cose che contano. Un abbraccio!!!

Miriam ha detto...

@Vittoria A.
Sulle parole di questi due grandi non si discute, ma anch'io quando ho visto quest'immagine ho provato una sensazione incredibile cara Vittoria. L'espessione di questa bambina rispecchia tutta l'ingenuità e lo stupore che caratterizza i più picccoli, sembra di sentire le zampette di quella coccinella che cammina sulla sua guancia mentre si diverte a farle il solletico!
Non per niente il Leopardi ama ricordarci che "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini trovano il nulla nel tutto".
A presto, ti abbraccio forte forte anch'io!

giardigno65 ha detto...

verissimo !

pallina corallina ha detto...

messaggio sintetico,ma che meraviglia! Purtroppo però troppo spesso quando tiriamo fuori la nostra parte bambina-adulta ci scontriamo con un mondo tanto diverso da ciò che siamo,che ci fa sentire degli extraterrestri.Io sono una adulta bambina e benchè non voglia rinunciare a questo mio lato per me meraviglioso,purtroppo troppo spesso mi sento al posto sba gliato nel momento sbagliato. Che macello...!!!

maffy ha detto...

Qualche volta,pure,quando sei grande ti ricordi cosa si prova ad essere bambino...a quel punto finalmente ...cresci.Baci baci

Miriam ha detto...

@guardigno65
"Quanta fretta, ma dove corri?" era il ritornello di una canzone di Bennato, emh, me l'hai fatta ricordare!

Miriam ha detto...

@pallina corallina
Si, ho voluto sfruttare una sintesi, dal momento che il più delle volte affogo i miei lettori con fiumi e oceani di parole...
Conoscendoti non mi è difficile immaginare e condividere questo tuo stato d'animo!
Ma chi ha detto che gli extraterrestri siamo noi?
Ciao carissima!!!

Miriam ha detto...

@maffy
eh,eh,eh...è proprio così...
Tanti baci anche a te!!!!

Posta un commento

.
Al fine di evitare lo spam, I Vostri graditi commenti saranno pubblicati previa autorizzazione da parte dell'amministratore del Blog. Grazie.
.
Per inserire un commento seleziona il profilo Nome/Url
scrivi il tuo nome e se non hai un sito-blog lascia in bianco la voce Url.
.