.
.
.
Mi avvicino ad un mondo "privilegiato", quello della tastiera che imprime e lascia una seppure futile traccia di me attraverso un pc con pensieri-concetti-sensazioni-emozioni. Nel mio caso c'è da chiedersi se è il tempo che ci cambia o....ma a quanto pare il tempo è "fermo" o almeno è sempre lo stesso, siamo noi che passiamo davanti a questa meravigliosa e sconcertante realtà, siamo noi che camminiamo attraverso il tempo, percorrendo un viaggio avventuroso e ancora siamo noi che decidiamo se cogliere i frutti che ci offre con generosità e ricambiare con gratitudine!
.

I commenti sono ovviamente graditi. Per leggerli cliccate sul titolo dell'articolo(post) di vostro interesse. Per scrivere(postare,pubblicare) un commento relativo all'articolo cliccate sulla voce commenti in calce al medesimo. Per un messaggio generico o un saluto al volo firmate il libro degli ospiti (guest book) dove sarete benvenuti.

martedì 14 giugno 2011

Ogni sogno ha la sua casa

Sarà strampalato, sarà pure senza un capo e una coda ma questo post lo butto giù senza pensarci troppo.
 Mi ritrovo spesso a pensare ai sogni, forse anche troppo... o forse perchè ancora non ho realizzato il "mio sogno", quello a cui tengo più di ogni altra cosa. Non parlo dei sogni che si fanno quando dormiamo, ma di quelli che ci portiamo appresso nell'arco della vita,  sono sogni  che scorrono davanti a noi e li vediamo ancora più chiaramente perchè li facciamo quasi sempre ad occhi aperti tra un affanno e l'altro, come un bagaglio a mano ci seguono sempre nei vari spostamenti, tra una stazione e l'atra sono sempre con noi, tra una fermata e l'altra, un treno in partenza e un altro perso...Sono tutti ben riposti e protetti nei vari scomparti e taschini della valigia come facciamo con gli oggetti più fragili e preziosi e che hanno bisogno di maggiore cura e attenzione da parte nostra.
Avanzo lentamente per non far svanire o far volare via , come una farfalla impaurita,  anche questo mio sogno...
Mescolo pensieri confusi dalla gioia a metafore che appartengono alla realtà  concreta  ma spesso  spietata, allo stesso tempo unisco ragionamenti dove per paradosso domina incontrastata la fantasia allo stato puro, lei che da sempre è la mia vera amica , alleata fedele che rafforza in me la tenacia e l'entusiasmo per continuare a credere che la vita sa anche ricompensarci dalle fatiche e dai sacrifici che ci infligge nostro malgrado. 
Ogni sogno, ogni progetto, ogni desiderio nasconde la sua parte debole e come tale ha bisogno di una casa dove potersi riparare e difendere, senza rendermi conto mi sono rifugiata dentro me stessa, dove ho trovato la forza per far vivere, nutrire e credere nel mio sogno, attingere più forza e fiducia , cercando e ricreando intorno a me stessa anche un cauto silenzio esteriore, dove scrivere anche nel blog significava fare un pò troppo rumore e creare distrazione per il mio sogno.
Ognuno ha e trova la sua dimora e io  la sto riscoprendo dentro me stessa, tutto a piccoli passi, con molta cautela e in punta di piedi sto imparando a riconoscere le varie stanze del mio cuore, scopro le mie paure e miei punti deboli, quelli che in passato mi hanno fatto vacillare e anche...tremare!
Oggi il mio cuore si mostra come è giusto che sia: le pareti sono, nonostante tutto, robuste e allo stesso tempo morbide perchè in grado di sopportare  e far scivolare via quello che è di ostacolo al mio sogno-progetto,  quello di arrivare a conquistare piano piano un pezzetto di felicità...
Per chi non mi conosce personalmente ma solo virtualmente, immagino che appaio come un'adolescente, ma sono consapevole che questo diritto mi appartiene, non posso permettere di lasciarlo sfuggire.
 Per ora continuo a custodire il mio sogno nella mia casa, nel mio cuore...in attesa di aprire la mia valigia piena di sogni e permettere al sogno più importante di trasformarsi in realtà e  finalmente vedere il nulla prendere la sua forma!
Accolgo Giugno che per me diventa il mese della speranza e della rivincita con me stessa, dell' entusiasmo rinnovato,  del desiderio di costruire una parte nuova di me stessa facendo affidamento alle mie forze misurandomi sempre e tenendo in giusta considerazione  anche le mie fragilità, della perseveranza anche quando tutto sembra il contrario di tutto... perchè i fiori che riceverò in dono saranno molto più belli dei semplici e spontanei fiori che crescono in un campo di grano che allietano lo sguardo e la mente ma non il cuore e l'anima!

12 commenti:

Clara ha detto...

Che bello questo post. I sogni custoditi con amore nei cassetti della nostra anima, profumati di grano e papaveri. Buona settimana cara Miriam!

Ametista ha detto...

Ciao Miriam....
incredibile la sintonia...in un certo senso, pur avendo un'altra storia alle spalle, un cammino diverso davanti a me le tue parole dipingono il quadro perfetto di me ora...

sogni d'oro
;-)

Miriam ha detto...

@Clara
Dici che non è un pò contorto? Ma come ho scritto, ho lasciato andare i pensieri così come li ho trascritti...In realtà mi piace l'idea di custodire i sogni nei vari scomparti dell'anima e del cuore, e poi dato che ci siamo sono ancora più contenta che profumano di grano e papaveri, quasi un segno di buon auspicio!
Ti abbraccio, sei sempre così cara con me, è bello averti incontrata anche solo virtualmente!!!

Miriam ha detto...

@Ametista
Bentornata, era da un pò che le nostre strade non s'incrociavano, sono molto contenta che sei passata a trovarmi! Non ci crederai ma la sintonia tra noi è più forte di quanto non immagini, ed è sempre una bella sensazione quando qualcuno si ri-specchia nei nostri stati d'animo e nei nostri pensieri!
Anch'io ti auguro sogni bellissimi, torna quando vuoi, ti aspetto con piacere!

Ninfa ha detto...

Leggo sempre con piacere i tuoi post, perchè mi conducono in un'altra dimensione...stavolta quella dei progetti, dei sogni con la "s" maiuscola. Mi ritrovo nelle tue parole quando dici che anche scrivere nel blog crea distrazione dal sogno, così penso che forse non riesco a concentrarmi su ciò che mi preme, perchè sono distolta da troppe cose. Forse la realtà e il vivere quotidiano occupano troppo spazio e certi sogni appaiono sempre più irrealizzabili. E allora lascio a casa il mio "bagaglio" e viaggio senza...Ciao, Miriam.

Miriam ha detto...

@Ninfa
Anche per me scrivere e trasferire gli stati d'animo all'interno del blog, è come fare un volo altrove, tutto ciò conduce anche me stessa, in un'altra dimensione...
Mi fa piacere che hai colto l'essenza di quello che sento, pensavo apparisse un pò ingarbugliato e confuso!
Ma se permetti, vorrei consigliarti di non lasciare mai a casa quel tuo "bagaglio" prezioso, è troppo delicato perchè possa rischiare di rovinarsi o incappare nelle mani di persone senza scrupoli come avvoltoi...Abbine cura e portalo sempre con te, anche quando ti sembrerà un carico inutile e ingombrante...i sogni devono viaggiare sempre con noi, non si sa mai che al momento opportuno possiamo permettergli di concretizzarsi in progetti veri e propri!
Un caro saluto, a presto!

Anonimo ha detto...

NON SONO TRA I TUOI LETTORI??Gravissimo. Ma blogger oggi non mi consente di iscrivermi :(
Il tuo post è ricchissimo di emozioni e spunti. Mi piace molto l'idea di parete robusta e morbida...non so se hai mai vissuto in una casa di mattoni di tufo. Io sì. Lì ti accorgi di come la casa sia resistente (incredibile come resista ai terremoti) e permeabile allo stesso tempo, porosa.
Il sogno è una bella cosa, la fantasia altrettanto. Spero che quanto prima il tuo sogno prenda forma e possa uscire da casa tua e incontrare il mondo. Un abbraccio Bruno (anche oggi sono "anonimo" per blogger)

Gabe ha detto...

Miriam,è bello saper sognare,chi non sogna muore piano piano e i sogni non sono appannaggio degli adolescenti,se si continua a sognare si rimane giovani anche con le rughe.Continua a coltivare il tuo sogno,custodiscilo con cura e non ti posso non augurare che tu possa realizzarlo,buona giornata

Miriam ha detto...

@Anonimo(Bruno)
Non non è gravissimo, non è un obbligo, è solo più comodo per me arrivare nel tuo blog cliccando sul tuo link!
Mi capita che quando ho molte e troppe idee che circolano nella testa, finisco per buttare dentro il blog una valanga di cose e poi ho il serio dubbio se chi legge ha idea di quello che volevo dire, ma è un rischio da correre e per fortuna si può sempre "discutere" attraverso i commenti. Solo alcuni post ho deciso di non dare nessuna risposta per non condizionare nessuno col mio stato d'animo.
Una casa di mattoni di tufo, mmmh, no non credo di esserci mai entrata, e per fortuna la mia terra non è a rischio terremoti. Provo a immaginare la sensaione che descrivi, sai che è una bella sensazione? chissà come immaginerebbero i bambini una casa simile(scusa, deformazione professionale....).
Il mio sogno ha bisogno solo di maturare.
Sorrido alle tue parole..."Spero che quanto prima il tuo sogno prenda forma e possa uscire da casa tua e incontrare il mondo", se continuerai a seguirmi nei post che seguiranno capirai perchè!
Ciao, a presto,
ricambio il tuo abbraccio!

Miriam ha detto...

@Gabe
hai ragione "lentamente muore chi dimentica di sognare"...e se qualche ruga si affaccia sul viso, ben venga, l'importante non accumulare rughe nell'anima!
Ti ringrazio per le parole d'incoraggiamento e condivisione, sono sempre molto gradite, buona giornata anche a te!!!

TuristadiMestiere ha detto...

tutti abbiamo una valigia dei sogni segreti, di quelli che si sussurrano appena per paura di vederli scomparire prima che si realizzino! L'importante è tornare ogni tanto ad aprirla, accarezzarli, riflettere su quanti passi abbiamo fatto verso il loro raggiungimento dall'ultima volta. Perché è così che funziona. Custodirli, non sigillarli!

Miriam ha detto...

@TuristadiMestiere
Qualcuno la chiama scaramanzia, altri riservatezza, altri protezione, altri gelosia...in ogni caso si tratta di "salvaguardare" questi delicati e fragili sogni, fino a che si ha finalmente la sicurezza che quel sogno può finalmente "camminare" sulle sue gambe autonomamente!
Sono anch'io dell'avviso di aprire di tanto in tanto la valigia che fa da contenitore ai nostri sogni, mai sigillare il tutto per eccesso di protezione, finiremo solo per soffocare e far morire tutto...
Un abbraccio e grazie per il tuo commento!

Posta un commento

.
Al fine di evitare lo spam, I Vostri graditi commenti saranno pubblicati previa autorizzazione da parte dell'amministratore del Blog. Grazie.
.
Per inserire un commento seleziona il profilo Nome/Url
scrivi il tuo nome e se non hai un sito-blog lascia in bianco la voce Url.
.