.
.
.
Mi avvicino ad un mondo "privilegiato", quello della tastiera che imprime e lascia una seppure futile traccia di me attraverso un pc con pensieri-concetti-sensazioni-emozioni. Nel mio caso c'è da chiedersi se è il tempo che ci cambia o....ma a quanto pare il tempo è "fermo" o almeno è sempre lo stesso, siamo noi che passiamo davanti a questa meravigliosa e sconcertante realtà, siamo noi che camminiamo attraverso il tempo, percorrendo un viaggio avventuroso e ancora siamo noi che decidiamo se cogliere i frutti che ci offre con generosità e ricambiare con gratitudine!
.

I commenti sono ovviamente graditi. Per leggerli cliccate sul titolo dell'articolo(post) di vostro interesse. Per scrivere(postare,pubblicare) un commento relativo all'articolo cliccate sulla voce commenti in calce al medesimo. Per un messaggio generico o un saluto al volo firmate il libro degli ospiti (guest book) dove sarete benvenuti.

domenica 29 maggio 2011

Lasciar fluire....

C'è un tempo per ogni cosa e per me questa importante tappa è rappresentata dal lasciar fluire con pazienza e fiducia un pò tutto quello che passa e scorre in questi giorni di maggio giunti ormai agli sgoccioli.
E' un tempo dove i progetti personali, i sogni, i desideri ma soprattutto le responsabilità e i pensieri si sono alternati e tutt'ora s'intrecciano come tanti bellissimi ma anche spinosi rami di rose rampicanti,  sono simili a quei fitti cespugli di fine primavera,  sono emozioni e stati d'animo che si affacciano nella mia vita di tutti i giorni, mi fanno gioire ma poi mi costringono anche a rallentare l'entusiasmo, tuttavia continuano a  fiorire come le rose di fine maggio,  bellissimi e struggenti sono i colori e i profumi anche se alcuni perdono inesorabilmente qualche manciata di petali ormai appassiti e privi di sostanze vitali  per lasciare spazio a nuovi boccioli e gemme.
Io sono qui, nel mio tempo sospesa, lascio fluire e accolgo tutto quello che di buono e bello verrà, a braccia aperte con lo sguardo e le mani protese verso l'orizzonte!

18 commenti:

Ninfa ha detto...

Le immagini che metti nei tuoi post sono sempre scelte con grande cura e in questa traspare secondo me pace interiore, ma anche un pò di malinconia. Non posso sapere se questo è il tuo sentire, ma certo l'ultimo pensiero che hai scritto parla di un animo fiducioso e niente può andare male quando si sente quell'apertura verso la vita. C'è tempo per ogni cosa...mi ha fatto ricordare una canzone argentina, se ritrovo le parole, te le spedisco volentieri. Ciao Miriam, vienimi a trovare nel mio blog tutte le volte che vuoi, sei sempre la benvenuta!

Miriam ha detto...

@Ninfa
Meno male che sei arrivata almeno tu....poverino questo post tutto solo...senza neanche una visita!
In fondo i commenti che giungono sono una forma di conferma per i pensieri e le parole che di volta in volta buttiamo dentro i nostri cari blog!
Mi fa piacere che l'immagine trasmetta esattamente quello che ho provato io e cioè desiderio di "pace interiore"!
La malinconia è un qualcosa di tenero, mi tiene compagnia senza essere troppo invadente, almeno nel mio caso in questo preciso periodo va così. La fiducia è un qualcosa che sento crescere molto lentamente e che scorre come un fiume sotterraneo, insieme al tempo che mi costringe ad adattarmi a tempi e schemi differenti dal mio solito sentire-percepire.
Complicata? Si, forse...
Di sicuro sto sperimentando che se riesco a sorridere, anche la vita mi sorride...e fin qui non ho scoperto l'acqua calda...
Per la canzone argentina, mi farebbe piacere leggerne le parole, grazie in anticipo!
Si, si, spero di essere più costante con le visite nel tuo e negli altri blog amici, spero....
Sappi che anche tu sei sempre la benvenuta nel mio, un abbraccio a presto!!!

elena ha detto...

ciao, belle parole e bella immagine.
la frenesia del fare non sempre è il bisogno primario profondo. rallentare, lasciar fluire è indispensanbile per andare avanti e imparare a rispettare il "tempo" credo sia un passo verso la gioia vera e la consapevolezza profonda. ciao buon risveglio, a presto

Miriam ha detto...

@elena
GRaZZZZZIeeee!!!!!!!!!******
Come mi ritrovo nel tuo commento, sarebbe davvero ora di imparare a staccare la spina con la frenesia "del-fare-di-tutto-a-tutti-i-costi"!!!
Si finisce per diventare peggio degli ingranaggi delle catene di montaggio e alla fine non si capisce perchè e percome ci siamo spinti così tanto fino allo sfinimento!
Sto attraversando un "tempo" che mi costringe a rallentare e alla fine trovo che è l'unico modo possibile per gustare la relaizzazione di ciò che ho in mente e nel cuore da tanto tempo...Dobbiamo imparare a rispettare il TEMPO e io invece l'ho sempre aggredito e combattuto...
Grazie anche per l'incoraggiamento, ho davvero un grandissimo bisogno di risveglio....
Bacioni!

Eva Q ha detto...

A volte è meglio fermarsi ed aspettare...che le cose prendano forma,che tutto sia più chiaro,capire quello che è meglio.
Spero che tu riesca nel tuo intento
Un abbraccio a presto

Miriam ha detto...

@Eva Q
Il tempo darà le sue risposte...
Grazie mille per essere passata, è sempre un piacere ritrovarvi!
Ricambio con affetto il tuo abbraccio, ciao!

Stefania ha detto...

Miriam grazie per la tua visita al mio blog sospeso nel tempo ... sono scomparsa anche io come vedi ... anche nella mia vita le cose si sono intrecciate fra loro , tanto che non risco a trovare il capo di questi tanti fili che appaiono come una grande matassa . Quasi da buttare tantè ingarbugliata , ci vuole tempo per sbrogliarla , ma so che ci sono fili luminosi da preservare e ritrovare ... il tempo a volte è un nemico e spesso un grande amico , ti abbraccio bella , grazie...

Miriam ha detto...

@Stefania
Oh, allora è servito punzecchiarti nel tuo blog! O forse la tua Ondina si sarà stancata di ricevere tante "lamentele" da parte delle tue lettrici e lettori per la tua "latitanza" e ti ha preso per un orecchio e condotta fino alla tastiera per rispondere e farti sentire!
La vita è quella che è....e fino a che avremo fiato e forze è bene non chiudersi in se stessi!
Molto bella l'immagine metaforica della matassache mostra i fili della vita confusamente intrecciati e ingarbugliati... Potresti ampliare questo concetto con un post da te e magari realizzare un'opera femminile con lunghi capelli annodati e arruffati dal logorio quotidiano , mossi da un impetuoso vento....di mare! Che colori vestirebbe quella donna?
Sono convinta che il tempo porta con sè le risposte e ogni nodo è destinato a sciogliersi , sempre che noi lo vogliamo!!!
Già che ci sono ti auguro un TEMPO AMICO!
Bacioni!

luisa ha detto...

è piacevole assaporare questi momenti di lentezza,a volte lo stare sospesi rende l'obiettività più vivida e ci regala un'altra visuale,un'altra prospettiva.Non si avverte la frenesia di riempire questo spazio d'assenza...non si ha idea di quanto tempo ci vorrà e non importa, si accetta il momento presente,ti abbraccio luisa

Miriam ha detto...

@luisa
Hai ragione! Sono assolutamente d'accordo con te, ti ringrazio tantissimo per il commento che hai voluto lasciare, intanto accetto il presente, il resto si vedrà!
Un caro abbraccio anche a te,
baci!

Roscio ha detto...

Una canzone di qualche anno fa dei tiromancino parlava di ricominciare a fluire. Rende perfettamente l'idea dello stato d'animo.

TuristadiMestiere ha detto...

quando hanno istituito la giornata della lentezza io ne ho approfittato per rallentare tutte le mie azioni e ho notato (giuro) che a fare tutto con più calma si scoprono piccoli piaceri quotidiani che di solito si perdono nel caos o non si ha il tempo di godere. Quindi ottima predisposizione d'animo: a braccia aperte e con una calma nuova.

Miriam ha detto...

@Roscio
Benvenuto nel mio blog, vedo che ti sei aggiunto anche ai miei lettori e di ciò ti ringrazio, è sempre un piacere quando qualcuno decide di soffermarsi a leggere quello che buttiamo dentro questi nostri spazi virtuali ma pur sempre vitali e lascia una traccia della sua visita!
"Ricominciare a fluire" è un dovere verso noi stessi in primo luogo che ci permette di crescere nella consapevolezza che tutto ha un senso, anche la sofferenza perchè spesso ci permette di evolverci e amare la vita, apprezzarla e gustarne ogni sfumatura, anche quando tutto è difficile e in salita.
T'invito a tornare nel mio blog ogni volta che lo desideri, spero di ricambiare da te la visita appena mi è possibile, ciao a presto!

Miriam ha detto...

@TuristadiMestiere
Se frughi nel mio blog , trovi qualche post dove parlo della giornata della lentezza, ho letto un paio di libri a riguardo...Come vedi sono in piena sintonia col tuo commento e con la tua riflessione!!!
Molto bello il tuo pensiero finale....mi piace molto questo concetto di "CALMA NUOVA", potrebbe essere il titolo di un post....
Senza predisposizione ad una determinata condizione non si va da nessuna parte, si sta sempre fermi con i piedi ancorati al suolo, toccato con mano e in prima persona!
Un abbraccio, a presto!

giorgio ha detto...

Allora accoglimi. Mi metto qui di fianco a te nella sedia a dondolo a godermi l'arietta fresca, le voci, i profumi e i colori della natura. Non dirò nulla e non ti importunerò. Lascerò semplicemente fluire anch'io, al tuo fianco.
Giorgio

Miriam ha detto...

@giorgio
Mi fa molto piacere che sei passato a trovarmi, ciao a presto!
(scusa la sintesi, è che ho rischiato di scriverti un post invece di una risposta al tuo commento!)

elena fiore ha detto...

Lascia fluire cara Miriam...c'è un tempo per ogni cosa. E verrà anche il tempo in cui sarai ripagata, da tutto questo lasciar correre :-)
Buona settimana a te
e°*°

Miriam ha detto...

@elena fiore
Ti ringrazio di cuore per ciò che hai scritto....spero davvero che sia così, io intanto ce la sto mettendo tutta!!!!Incrociamo le dita...
Buona settimana anche a te cara elena!!!

Posta un commento

.
Al fine di evitare lo spam, I Vostri graditi commenti saranno pubblicati previa autorizzazione da parte dell'amministratore del Blog. Grazie.
.
Per inserire un commento seleziona il profilo Nome/Url
scrivi il tuo nome e se non hai un sito-blog lascia in bianco la voce Url.
.