.
.
.
Mi avvicino ad un mondo "privilegiato", quello della tastiera che imprime e lascia una seppure futile traccia di me attraverso un pc con pensieri-concetti-sensazioni-emozioni. Nel mio caso c'è da chiedersi se è il tempo che ci cambia o....ma a quanto pare il tempo è "fermo" o almeno è sempre lo stesso, siamo noi che passiamo davanti a questa meravigliosa e sconcertante realtà, siamo noi che camminiamo attraverso il tempo, percorrendo un viaggio avventuroso e ancora siamo noi che decidiamo se cogliere i frutti che ci offre con generosità e ricambiare con gratitudine!
.

I commenti sono ovviamente graditi. Per leggerli cliccate sul titolo dell'articolo(post) di vostro interesse. Per scrivere(postare,pubblicare) un commento relativo all'articolo cliccate sulla voce commenti in calce al medesimo. Per un messaggio generico o un saluto al volo firmate il libro degli ospiti (guest book) dove sarete benvenuti.

sabato 10 ottobre 2009

Mono-colore, bianco-nero o a colori?

Come sono le nostre emozioni? Naturalmente si tende a rispondere frettolosamente "dipende", sono infatti un miliardo le varianti e i fattori che scatenano alcune piuttosto di altre, imposssibile catalogarle, comprimerle e riodinarle dentro un contenitore seppure vasto e ampio per definirle e dare a ognuna la propria voce, nel tentativo di far capire a chi ci ascolta, di cosa stiamo parlando.
Penso che sono tutte abbastanza anarchiche, caotiche, indomabili fin dal primo istante della loro nascita, talvolta è difficile intuire il percorso che silenziosamente e in sordina decidono d'intraprendere, lentamente tracciano la loro strada e proseguono tra le pieghe del nostro inconscio, tutte o quasi sono figlie del nostro passato e della nostra vita primordiale, le emozioni si annidano dentro di noi come piccoli germogli e crescono fino alla loro manifestazione totale!
Alcune le conosciamo bene perchè ricorrono spesso nella nostra quotidianità, poi ci sono quelle che non conosciamo fino a che non arriva anche per loro il Tempo per rivelarsi.
Quante volte abbiamo pensato e detto totalmente sicuri di noi stessi di sapere chi siamo e come siamo, alludendo anche al ruolo delle emozioni nella nostra vita e affermando(con presunzione e pressapochismo) di conoscerle bene, poi ci si è resi conto che non è assolutamente così e che invece non si finisce mai di sorprenderci del contrario!
Ci sono emozioni che lasciano un ricordo piacevole e che per incanto rendono i nostri giorni straordinariamente ricchi e unici perchè danno consistenza, valore, senso, gusto, colore, e spessore alla nostra esistenza ma ci sono le altre emozioni che ci trovano impreparati, indifesi, disarmati, impotenti perchè sconosciute fino ad un attimo prima, ci spaventano perchè nuove, ribelli, contarie alle nostre consuetudini di carattere e al nostro percepirci dentro canoni prestabiliti e preconfezionati da noi stessi e dall'ambiente, finemente custodite nel nostro Io.
Ci sono poi situazioni dove tutto scorre e scivola sulla nostra vita senza neanche sfiorarci, è come se tra il nostro interno fisico e psichico mettiamo un velo che diventa un muro impenetrabile, all'esterno ci sono le emozioni, ci sono proprio tutte, le nuove e le vecchie che si agitano e tentano di trovare uno spiarglio per scuotere quella barriera, tentano e ritentano, sbattono contro i nostri preconcetti e durezza di cuore, sono tutte lì e non si rassegnano, sono come tante nuvole di farfalle multicolori, ma noi decidiamo che non siamo in grado di percepirne il fruscio e la magia che come in un sogno bellissimo chiedono solo di parlarci per rivelarci i segreti nascosti e preziosi, ma neanche le orecchie vogliono sentire e gli occhi diventano finestre dalle maniglie arruginite e sigillate, da dove non entra un filo di luce e di calore.
Questo fine settimana sarà bello ascoltare il canto di queste farfalle...sarò impegnata nel corso di Danza Movimento Terapia, sono sicura che qualcosa di nuovo verrà percepito...vero cara Pallina, nuova amica-sorellina? Tanto lo so che sei curiosa e leggerai questo post!!!
A tutti gli altri amici che mi seguono, mi piacerebbe sapere cosa ne pensate a proposito di Emozioni, come sono le vostre...sono monocolore, bianco-nero o a colori?
Buon fine settimana e buon relax a tutti!


30 commenti:

Darksecretinside ha detto...

Io non penso che le emozioni sono bianche o nere.
Ciò che provo in bianco e nero, lo identifico con l'assenza delle emozioni.
Per me, principalmente, le emozioni hanno le sfumature del rosso, del fuoco, perchè pervadono ogni mia cellula e la infiammano all'istante.

In ogni caso, sento ogni cosa a colori, dentro di me ci sono talmente tante sfumature di ogni gradazione che mi è impossibile "emozionarmi" in bianco e nero.

Quindi si.
Le emozioni hanno tutti i colori.
Magari a secondo del tasto che qualcuno o qualcosa tocca...vien fuori un arcobaleno nuovo e diverso del quale non se ne conosceva l'esistenza.
Credo che sia questo che emozioni più di ogni altra cosa.... il giungere inaspettato di questo fascio di colori che fa vibrare l'anima.

Buon fine settimana a te!

Miriam ha detto...

@Dark....
Ciao cara, rispondo a caldo al tuo commento, anch'io penso che le emozioni sono caratterizzate dai colori...sarà una deformazione di chi come noi ha il pallino per l'Arte, non so...sta di fatto che ci sono anche le fasi delle emozioni in bianco e nero o (peggio ancora....) mono-colore! Probabilmente sono quelle emozioni-non emozioni, come dici tu, sono quelle fasi di pausa, transizione, letargo, ricerca interiore, fermentazione, gemmazione e perciò non penso che (poverine) debbano essere chiamate "NON EMOZIONI", non so se riesco a spiegarmi? Ho pieno rispetto di quelle emozioni "minori" ma che in realtà sono grandissime e degne di tanto amore e cura da parte nostra, non le guardo più negativamente come un tempo, sto imparando a seguirle e accettarle anche se creano dentro di me inquietudine perchè non riesco a decifrarne il linguaggio e capire i segni che li contraddistinguono. Anch'io sono un'impulsiva ma proprio per questo riconosco che le emozioni hanno il sacrosanto diritto di prendersi delle pause e vestirsi con toni apparentemente freddi le cui sfumature abbracciano i blu riflessivi e i calmi e rassicuranti verde- acquamarina, che tendono ai gialli fino a ritrovare i rossi e gli aranci!
Le emozioni sono come le Stagioni, vivono e si nutrono dell'alternanza in un'altalena continua di sfumature e se qualcosa nasce dentro di noi è perchè ci trovano disponibili ad accoglierle, farle crescere e manifestarsi. Certo, se poi l'arcobaleno è completo allora si sfiora la felicità e sembra di toccare il cielo con un dito...Gli altri sono molto imortanti e determinanti, ma i veri artefici e custodi delle nostre emozioni, belle o brutte che siano, siamo noi, in prima persona.
Buon fine settimana, ti abbraccio forte...

Angelo azzurro ha detto...

Anch'io vedo le emozioni a colori. L'intensità e le sfumature sono dettate dal nostro stato d'animo che mai è uguale. Vivere la vita con passione accende le tonalità anche più sbiadite, come pure è vero che i colori diventano tonalità pastello quando viviamo momenti meno intensi o tristi.

effepi ha detto...

Di che colore sono le emozioni? Sicuramente non in bianco e nero! E' il colore che domina la mia anima e di getto direi che le emozioni rispecchiano i colori dell'arcobaleno ..... con una preponderanza di blu .... perchè e in questo colore e nelle sue mille sfumature che mi identifico, è nell'immensa distesa del colore del mare che riesco a sentire più vicine le mie emozioni, che selezioni i ricordi, che faccio progetti per il futuro.... Paola

Miriam ha detto...

@Angelo azzurro
Mi fa piacere che anche tu vedi le emozioni a colori, condivido quello che scrivi, putroppo non sempre la passione è il motore che caratterizza le tonalità cromatiche e definisce le sfumature, nel senso che da sola, haimè non sempre è sufficiente. Se ho ben capito le tonalità pastello sono per te le emozioni in fase calante , sono quelle che viviamo nei momenti tristi e meno intensi, ma sono anche quelle degne di attenzione e probabilmente meritano maggiore cura da parte nostra.
ciao...

ink ha detto...

le emozioni ? bè possono essere sfumature o tinte forti l'importante è che ci siano sempre :-)

Miriam ha detto...

@effepi
Benvenuta Paola nel mio blog, anche se ci siamo già incontrate nel tuo! Possiamo dire che quest'argomento ci trova totalmente in sintonia, entrambe amiamo ricorrere all'arcobaleno per definire la natura e l'essenza delle emozioni, tutte sono diverse l'una dall'altra in una cascata di sfumature e colori, entrambe amiamo rispecchiarci in quei colori, ognuno di noi si sente più in sintonia con una particolare tonalità cromatica e tu, guarda che coincidenza....t'identifichi nel BLU, ami il mare perchè magicamente anche per te è l'ambiente che meglio ti fa sentire in sintonia con le tue emozioni, seleziona i tuoi ricordi, ti è vicina mentre progetti la tua vita futura!
Non mi resta che ringraziarti per queste tue parole che sono molto vicine alle mie e sembrano tendere un filo che unisce le nostre percezioni e probabilmente anche i sogni.
Un caro abbraccio....a presto!

Miriam ha detto...

@ink
Dici che è tutta una perdita di tempo infantile e inutile cercare di capire e interrogarsi riguardo alle emozioni? Certo meglio, molto meglio avere la sicurezza che ci siano sempre.
Penso che l'unico modo per non percepirle è...non esistere più o lasciarsi-morire-lentamente, non avere o ricercare più alcun interesse o nuovi stimoli, entusiasmi e motivazioni per porci in una situazione di ricezione di nuove sensazioni, anticamera importante per far nascere dentro di noi le emozioni e finalmente dare a ognuna un colore ma anche un sapore decifrare se è qualcosa che brucia nello stoamco o nella testa o se invece è un enorme e ingobrante blocco di ghiaccio che congela ogni nostra iniziativa o parola.
Scusa, ma io esagero (quasi)sempre, ciao carissima lella!

francuzza ha detto...

ciao dolce anima !!!
le emozioni?? intense, sia che siano belle o meno!!!
quindi anche come colore ...direi deciso senza sfumature...un pensiero ha sfumature un emozione o c'è o non c'è...
un abbraccio affettuoso

avalon1973 ha detto...

Le mie a volte sono... Desaturaye! Mantengono tutti i colori, però li accantonano, li nascondono, se ne tengono alla larga , per farsi soggiogare e pervadere.
qualche volta sono di un bianconero contrastato, non c'è spazio per le mezze misure, o di quà o di là!
Talaltre invece sono un Hdr(e tu ormai Miriam sai cos'è) , colori saturi ovunque, non c'è perdita di dati ne nelle luci ne nelle ombre e mi lascio avvolgere, soggiogare...

Miriam ha detto...

@francuzza
Ciao dolce amica, solo tu mi chiami così....chissà!
Hai STRA-ragione mia cara, si fa una gran confusione quando si parla di emozioni, in fondo è più normale e naturale viverle che raccontarle. Tutte, belle o meno che siano sono caratterizzate da un forte impatto, di conseguenza hai ragione tu, le sfumature appartengono ai pensieri e ai processi razionali, le emozioni sono viscerali, le senti nella pancia, di conseguenza ognuna ha un colore DECISO e forte! In tal proposito mi viene da pensare alla tecnica pittorica di Guttuso, le cui tele sono un forte impatto per chi si trova davanti alle sue tele...o un pugno allo stomaco o invece un fuoco che si espande dentro te mentre guardi quei colori; così sono le emozioni, si muovono come una lava incandescente che cattura il suo colore in base a come sei predisposto!
Un gran bacione affettuoso, a presto!

Miriam ha detto...

@avalon1973
Mentre leggo il tuo commento sorrido, mi chiedo se ti è capitato di leggere un mio vecchio post "La misura" scritto intoro a Gennaio scorso, nell'Etichetta "A ruota libera".
Anch'io non ho le mezze misure, purtroppo, e ciò si ripercuote anche nelle emozioni, ma il tempo per fortuna qualcosa di buono me lo insegna e tento di trattenere la memoria per gli aspetti critici da modificare e migliorare, anche se non è così scontato riuscirci.
L'importante è mantenere per quanto possibile, un atteggiamento di continua ricerca interiore e farsi attraversare dalle emozioni e come dici tu avvolgere e stupire, così come fanno i bambini con cuore libero e spontaneo.
Certo in fotografia i colori si possono correggere e modificare, qualcosa si può cancellare e sostituire, nella realtà è tutto diverso! Ah, si...piano piano mi sto documentando su l'Hdr e lo uso, anche se ho poco tempo da dedicarci, proprio per questo non avevo risposto alla tua mail.
In questo periodo di che colore sei?
Un abbraccio carico di amicizia sincera, a presto!

avalon1973 ha detto...

...Un arcobaleno appena velato da qualche nuvoletta!

Miriam ha detto...

@avalon1973
Bene bene, sono contenta che ti senti color arcobaleno! Le nuvolette servono, anzi, ben vengano perchè dopo di loro i colori assumono una valenza più nitida e splendente! Non credi?
Buona serata!!!

Rosi Jo' ha detto...

Carissima Miriam, leggerti è oltre che, un sano piacere, anche un arricchimento mentale ed introspettivo non indifferente.
Non avevo mai associato le emozioni ai colori, l'ho fatto e continuo a farlo con le mie creazioni che, per quanto possano essere emozionanti, non hanno niente a vedere con le EMOZIONI quelle vere.
Per questo non ti rispondo semplicemente che viviamo a colori (è ovvio, e con ciò non voglio offendere nessuno), ma penso che tu ti riferivi a un discorso più ampio ed articolato.
Quindi, come ormai succede abitualmente ho bisogno di interiorizzare meglio questi concetti.
Intanto ti anticipo che ho preso a prestito due tue chicche per il mio nuovo post.
Un super abbraccio Rosi

Miriam ha detto...

@Rosi Jo'
Sorvolando sui tuoi abbracci di pensieri nei miei confronti...(ma solo perchè i complimenti m'imbarazzano sempre!)devo dirti che a tal riguardo mi trovi "fresca fresca" di entusiasmo, sono rientrata da poco dal corso di Danza Movimento Terapia(Metodo Laban)...questo per anticiparti che abbiamo lavorato sulle nostre emozioni e a fine corso(è un percorso che continuerà fino al mese di Gennaio)ci è stato richiesto di rappresentare graficamente le emozioni che hanno caratterizzato queste due giornate di corso.
é sempre bello confronatrsi attraverso queste elaborazioni, c'è chi rappresenta il suo stato d'animo e le emozioni in modo differente...chi solo attraverso un colore, chi attraverso un disegno, chi attraverso un simbolo, chi attraverso un frase!
Bello vero?
Ogni emozione viene vissuta in modo del tutto personale e la stessa esperienza suscita nel tempo sensazioni differenti perchè noi stessi siamo in continua trasformazione ed evoluzione!
Ma sono troppo coinvolta dalle sensazioni vissute al corso e rischio di apparirti fanatica e leggermente esaltata...perciò per il momento lascio che tutto si collochi tra gli spazi del mio "Io"!
Un caro abbraccio, aspetto le altre tue parole....quelle che ancora non mi hai scritto!
Baci!

Vittoria A. ha detto...

Ciao Miriam! Anche io vedo le emozioni a colori, a sfumature, a nuances! come sempre posti dei testi bellissimi! Grazie!
PS. Sono sempre fuori casa e mi sto appoggiando al pc di un parente, appena torno riprendo a leggerti con regolarità!
Un abbraccio!

Miriam ha detto...

@Vittoria A.
Che bella sorpresa questo tuo commento che arriva dalla tua trasferta! Come va con l'albero di natale...? Hai trovato tutto come pensavi? Chissà quante cose avrai da raccontare al tuo rientro...io mi sto già preparando a leggere le tue peripezie, non vedo l'ora!
Dunque anche tu sei per le emozioni dai mille colori e nuances, devo dire che non avevo dubbi in merito!!!
Ricambio con tantissimo piacere il tuo abbraccio, ciao e a presto!

ink ha detto...

non ho detto nè pensato sia una perdita di tempo
anzi se mai ho detto l'opposto, secondo me non possono essere bianche o nere forse perchè identifico il bianco o il nero con reazioni più che con le emozioni
Credo che le emozioni siano ( per me almeno ) colorate e in infinite sfumature
ciao miriam :-)

Miriam ha detto...

@ink
Quella mia domanda era solo un innocuo invito per continuare e ampliare la converazione, tutto qui, ma dal tuo commento percepisco che probabilmente non sono stata abbastanza chiara e di questo mi scuso con te!
Infatti quella domanda era solo mia, non ho detto che l'hai scritta o pensata tu.
Ricordo bene che per te le emozioni sono colorate e con infinite sfumature, perchè avrei dovuto dimenticarlo?
A presto, se vorrai...ci sono sempre, un caro abbraccio!

Marcus ha detto...

E' vero. A volte le emozioni sanno sorprenderti in senso negativo. Non ne abbiamo idea, alcune neanche immaginiamo possano albergare in noi. Fino a quando, un giorno, ci si svegliano dentro, urlanti, travolgenti, indomabili, perchè qualcosa ha fatto sì di riportarle in vita. Raramente, in questi casi, si tratta di emozioni positive; molto più spesso accade che siano legate ad eventi negativi che hanno investito e travolto il nostro essere, portando allo scoperto un sentire nascosto e talvonta persino spaventoso, un'altra faccia di noi stessi che solitamente è celata e che esce allo scoperto richiamata da fatti ed eventi ignoti che si è chiamati improvvisamente ad affrontare.
Più per presunzione che per pressapochismo sottovalutiamo questa eventualità e quindi ci ritroviamo a pensare di conoscere noi stessi meglio di quanto in realtà sia. Ho avuto modo di sperimentare esattamente quanto ti ho descritto solo poco tempo fa. E sto ancora facendo la conoscenza di questo me finora ignoto. Non pensavo nemmeno lontanamente che potessero esserci certi risvolti in me. Non mi piace nemmeno granchè quel che vedo, ma non posso ignorarlo. E, anzi, devo lavorare a fondo per armonizzare queste emozioni con il mio essere.
Un bacio, cara amica!

Mary ha detto...

Ciao Miriam ,
dipende ... se dovessi seguire il mio stato d'animo ... sarebbe nero ... vesto quasi sempre nero ...
per fortuna sfogo ... coloro ... creo ... in un tripudio di colori un arcobaleno :))
baci mary

elena fiore ha detto...

Come sono le mie emozioni?

Rifilate a zig-zag,
con pallini qua e là,
dolci e salate,
ma sempre molto colorate.

;-)

la Fiore°*°

Cinzia ha detto...

Tu chiamale se vuoi...emozioni...siano esse in bianco o in nero o colorate...
UN caro saluto ed un strucon.
Domani sono da Francuzza!!!
Cinzia

Miriam ha detto...

@Marcus
Ciao, scusa se rispondo al tuo commento solo ora e con qualche giorno di ritardo, ma davvero il tempo è sempre così poco!
Capisco quello che dici a proposito delle emozioni che sorprendono ma in senso negativo, d'altronde chi non le ha incontrate prima o poi nella sua vita, piena di salite e di lavori in corso? Diventa un ritornello riccorrente, "Io mi conosco, oh sì, che mi conosco bene, io!" "Io non farei mai questo o quello" o "Io sono così invece che così...." e invece è proprio il momento che non abbiamo capito che non basta una vita per conoscere se stessi!
Tu stesso mi dici che stai ancora facendo la conoscenza di "questo me finora ignoto" e che, guarda caso non ti piace...deluso, sorpreso di quel sentimento /emozione che pensavi non ti appartenesse? Naturalemente non conosco e rispetto il senso che ha alimentato o scatenato quella tua emozione "negativa", tuttavia penso che proprio da queste si può attingere la linfa vitale per capire meglio e amare se stessi, perdonare dove c'è da perdonare e ARMONIZZARE, trovo che è il termine più giusto, come? Riciclando le scorie(tossiche e dannose, velenose) che hanno generano certe pseudo-emozioni ed esperienze, devo dire che dopo si sta molto meglio e si cambia strada, decisamente.
Mi fa piacere che hai accettato di parlarne e condividere questo tuo momento così privato con me e con tutti noi, non sempre è così scontato per voi uomini parlare di emozioni, paure o piccole fragilità. Per fortuna gli uomini e le donne appartengono entrambi al genere umano e qualche volta questi due universi s'incontrano.
Un caro saluto anche a te, grazie per il sentimento di amicizia che mi dimostri e mille auguri per la tua crescita interiore!

Miriam ha detto...

@Mary
C'era il ritornello di una canzone che ripeteva in continuazione...."DIPENDE", ricordi? Eh, già le emozioni dipendono da un miliardo di cose...sati d'animo, ambiente esterno a noi e interno a noi stessi, chi ci sta vicino....chi lontano....se siamo disponibili all'ascolto e all'accogliere anche le più piccole cose che diventano GRANDI dentro di noi e si chiamano appunto....emozioni! Possono essere rosse, blu, rosa, gialle, verdi, viola, arancioni, violette oppure nere, nerissime che poi tendono ai vari grigi, fumo di Londra...per poi sfociare e tuffarsi in nuovi colori, quelli che neanche il più bravo pittore sarebbe in grado di riprodurre!
La spinta, quasi sempre la troviamo dentro noi stessi, piano piano ci rialziamo, riprendiamo a camminare, quasi ci sorprendiamo se riusciamo a risollevarci, cerchiamo una valvola di sfogo, ognuno segue la sua scia creativa, la sua espressione più congeniale alla sua indole fino a quando finalmente si ritrova la gioia e il piacere di aver lottato, perchè la vita è fatta di lotte ma anche di felicità....giusto appunto in un TRIPUDIO DI COLORI...un vero e proprio ARCOBALENO!
Tanti carissimi baci anche a te Mary!

Miriam ha detto...

@elena fiore
Il bello di te? Riesci con 4 piccole righe a descrivere e dipingere tutto il tuo UNIVERSO di emozioni, passioni, hobby, gusti, colori!
Rimango sempre stupita di questa tua capacità...io finisco per scrivere poemi, lunghissimi e magari stancanti per tutti i commenti...non riesco e mi rendo conto che forse è il mio limite non riuscire a scrivere poco, essenziale ma incisivo!
Così sorrido mentre leggo e rileggo le tue emozioni e le vedo tutte simpaticamente ordinate nel loro geniale e allegro disordine , multicolore, multi-tutto, un po' salgono e poi vanno giù di botto come nelle montagne russe, scendono a picco e poi impennano vorticosamente in un'alternanza di saltelli e sali-scendi a zig-zag, che sembra anche un ritmo musicale da canticchiare sottovoce...
Ma sei tu unica nel tuo genere, perchè davvero sei un Fiore, tra i più preziosi, lo sei di nome e di fatto!
Dolceabbraccio e sogni d'oro!

Miriam ha detto...

@Cinzia
Si, anch'io le chiamo EMOZIONI, sembra di sentire la mia canzone preferita, almeno tra quelle di tempi lontani, tra le note magiche di Battisti...emozioni....
L'importante che abbiamo sempre la voglia di emozionarci, ben vengano tutti i colori dell'universo umano.
UN carissimo abbraccio anche a te, un bacio alla cara Francuzza....(ma quanto è brava e creativa...beata lei, dev'essere anche una bella persona, è sempre molto dolce anche con me!)
Sogni d'oro!

LORELLA ha detto...

Ciao cara, questo post è bellissimo ed.... EMOZIONANTE..... Come sono le mie emozioni? A colori naturalmente! Ci sono emozioni negative e quelle positive, io riesco a provare un'intensa emozione di gioia con poco, ma con facilità passo alla tristezza più cupa. Comunque mi so controllare, anche se riuscire ad esprimere le proprie emozioni non può fare che bene all'anima!!!! Grazie cara Miriam per tutto ciò che sai infondere con i tuoi post, sono veramente tanto felice di averti conosciuto!!! CIAO CIAO BUONANOTTE BACI LORELLA

Miriam ha detto...

@LORELLA
L'ideale sarebbe riuscire a trovare "la giusta dose" per tutto o quasi tutto, ma come spesso succede, la pratica è ben altra cosa!
A presto, spero!

Posta un commento

.
Al fine di evitare lo spam, I Vostri graditi commenti saranno pubblicati previa autorizzazione da parte dell'amministratore del Blog. Grazie.
.
Per inserire un commento seleziona il profilo Nome/Url
scrivi il tuo nome e se non hai un sito-blog lascia in bianco la voce Url.
.