.
.
.
Mi avvicino ad un mondo "privilegiato", quello della tastiera che imprime e lascia una seppure futile traccia di me attraverso un pc con pensieri-concetti-sensazioni-emozioni. Nel mio caso c'è da chiedersi se è il tempo che ci cambia o....ma a quanto pare il tempo è "fermo" o almeno è sempre lo stesso, siamo noi che passiamo davanti a questa meravigliosa e sconcertante realtà, siamo noi che camminiamo attraverso il tempo, percorrendo un viaggio avventuroso e ancora siamo noi che decidiamo se cogliere i frutti che ci offre con generosità e ricambiare con gratitudine!
.

I commenti sono ovviamente graditi. Per leggerli cliccate sul titolo dell'articolo(post) di vostro interesse. Per scrivere(postare,pubblicare) un commento relativo all'articolo cliccate sulla voce commenti in calce al medesimo. Per un messaggio generico o un saluto al volo firmate il libro degli ospiti (guest book) dove sarete benvenuti.

sabato 6 giugno 2009

Sassolini di mare

Mi sono sempre piaciuti i sassolini di mare, da piccola mi divertivo a cercarli tra le conchigliette e la sabbia dorata e nel raccoglierli stavo attenta a trovare le forme più strane e levigate, mi entusiasmavo quando trovavo colori nuovi che andavano dal grigio perla ai caldi Terra di Siena, dai gelidi e bianchi marmorei ai neri spruzzati di varie sfumature che ricordano preziose gocce di durissimo granito, poi gli ocra i nocciola/cioccolata, ma ogni volta, prima di metterli nel secchiello li stringevo forte forte tra le mani, annusandoli per sentire e fissare nella mente tutto il profumo del mare.
Un pomeriggio d'inizio Maggio, mentre si attendeva l'imminente arrivo dell'Estate, passeggiavo in riva al mare in compagnia dei miei nipotini, la bambina ha quattro anni e il fratellino sei anni e ho potuuto osservare che anche loro amano fare la raccolta dei sassolini di mare, esattamente come facevo io alla loro età! Quando sono in loro compagnia mi dimentico dei miei dati anagrafici e inevitabilmente e con mio grande divertimento, ogni volta devo collaborare e così, quel giorno, tra un passo e l'altro, mi chiedono il parere e l'approvazione per la scelta di un sassolino piuttosto che di un'altro, abbiamo anche inventato una piccola storia che via via andava perfezionandosi man mano che venivano nuove idee in base alla forma dei vari sassolini e del loro specifico colore.
Alla fine della passeggiata, i sassolini vengono portati nella villa poco distante, ripuliti dalla sabbia e sistemati dentro barattolini o bottigliette di vetro dove si possono aggiungere e ravvivare con margheritine del giardino o altri fiorellini selvatici. Il risultato finale è davvero sorprendente, la mia nipotina va fiera delle sue(e nostre) "creazioni", dalla trasparenza del vetro s'intravedono le varie tonalità cromatiche e le varie rugosità , mentre ultimiamo le composizioni lei si diverte a farmi da mammina e dirmi "no, così no, è meglio così!". Insomma è un po' pignola la mia bimba creativa, chissà magari un po' mi somiglia...
Quando tutti i sassolini hanno trovato dimora nei barattolini, sistemiamo la composizione sul tavolo bianco rotondo, quello che mette allegria e buon umore perchè accoglie le merende dei piccoli e vede noi grandi uniti da simpatiche e festose chiacchierate, qui amiamo sostare a lungo per sorseggiare un buon caffè e gustare qualche buon dolcetto casalingo.
Ora quei sassolini formano un allegro e simpatico centro-tavola e mentre guardo quei sassolini penso alla storia di ognuno, a quanto ha dovuto lavorare il mare per levigare e dare a tutti una forma diversa...eh già, sono davvero tutti diversi, nessuno è simile ad un altro, eppure si completano a vicenda e sembrano farsi compagnia, quasi quasi sembra di sentirli respirare e se potessero parlare sicuramente non mi stancherei di ascoltare per ore e ore la loro vera storia per carpirne il segreto che alimenta la loro tenacia e la pazienza per aver atteso con fiducia che il mare col suo movimento, completasse la sua meravigliosa opera, quella di dare a ognuno la propria essenza!

18 commenti:

elena fiore ha detto...

I sassi levigati, piacciono tanto anche a me.
Ed alcuni hanno dei grafismi davvero spettacolari!
Buona domenica anche a te!

Ciao Miriam, elena°*°

Trilly ha detto...

Alla fine quei sassi somigliano un po' a noi che veniamo levigati dalla vita, ciascuno con una sua forma, mai uguale ad un altro sasso...e poi c'è chi ci raccoglie per fare una composizione gradevole, come è successo a me e a te per esempio...anche io da bambina li raccolgievo, ma anche da adulta per poi metterli nei vasi tra le piante grasse...da bambina invece dopo averli raccolti o li lucidavo con lo smalto o addirittura una volta mi inventai una cosa carina che puoi proporre ai tuoi nipotini: ho fatto un bruchino! ho messo in fila i sassi dal più grande al più piccolo, faccino e codina per intenderci, li ho incollati, dipinti e fatte le cornine col filo di ferro...è piaciuto a tutti, potevo avere 10 anni...:) un bacione amichetta mia t.v.b.

Angelo azzurro ha detto...

Io ce l'ho ancora la passione dei sassi, anche se non sono più una bambina! Ne ho un'intera raccolta in casa. Alcuni sono raccolti in un piatto che uso come centro tavola, altri li ho messi in un grande contenitore di vetro insieme a delle stelle marine. Quando vado in montagna mi piace camminare sul greto dei torrenti e cercare le pietruzze più strane. Mi rilassa molto farlo... Una volta in Croazia ho trovato delle pietre con delle incredilibili venature colorate: sono i pezzi migliori della mia raccolta!
Che dici, come adulta sono un caso da psicanalizzare?

darksecretinside ha detto...

Sapessi quanti sassi ho raccolto...portato con me....se potessi...mi porterei a casa intere spiagge...è vero...è come se ogni sassolino rappresentasse l'essenza e la vita di ognuno di noi....
Sarà per questo che mi vien voglia di portarmeli?
Non so....
Cara amica...non ti devi mica preoccupare se puoi stare a passo o meno con i miei post....non ci riesco io,figuriamoci gli altri...
Io vado spedita...perchè ormai ho sostituito il diario con il mio blog....spesso incurante di chi mi legge e se qualcuno mi legge....
I sassolini famosi....ormai non li conservo più...li pubblico....
Ti adoro e sono sempre con te.
Mille abbracci!

Cinzia ha detto...

I tuoi nipoti sono davvero fortunati ad avere una zia come te!
Quand'ero piccola raccoglievo delle piccole pietruzze colorate simili al mosaico e con gli amici ci divertivamo un mondo a creare un sacco di cose, oltre a fare a gara a chi nè aveva di più...ci si divertiva davvero con poco, ma eravamo felici così...ora raccolgo sassi e pigne varie in montagna...al mare soprattutto d'inverno mi piace camminare lungo la spiaggia, sentire il rumore ed il suo profumo, raccogliere conchiglie ed i rami più strani portati a riva dalle onde...
Un abbraccio
Cinzia

Pier Luigi Zanata ha detto...

Complimenti per il ricordo. Anche adesso qualche volta dalla spiaggia raccoglo sassolini e conchiglie, li guardo, ripenso alle gioie di bambino e poi li rimetto sulla sabbia.
Vale

pino ha detto...

...Pensavo di essere il solo raccoglitore di sassolini...lo faccio da sempre.Anche se ultimamente tra acciacchi e dolori di schiena, chinarsi diventa sempre più problematico!! :-/

Miriam ha detto...

@elena fiore
Finalmente riesco a ritagliare una briciola di tempo e una manciata di neuroni sopravvissuti allo stress di questi giorni di caotico lavoro... Ti ringrazio per aver rotto il ghiaccio e per aver lasciato nel mio rosa blog il tuo inaspettato commento, la tua presenza è graditissima!
Avevo intuito che i sassolini sono una tua passione, sbirciando nel tuo magico blog ho trovato un tuo post(meraviglioso) dove ci sono dei sassolini speciali...certo che la fantasia non conosce limiti!
Visto l'orario, ti auguro una dolce notte
Miriam

Miriam ha detto...

@Trilly
Hai colto alla perfezione quello che volevo dire attraverso il post, ebbene sì, siamo come tanti sassolini e giorno dopo giorno veniamo levigati e perfezionati, smussati e abelliti, ma tutti in modo del tutto particolare e personale, ognuno di noi racchiude in sè peculiarità diverse dagli altri e lo rendono unico e speciale! Sta a ognuno di noi saper "raccoglier/accogliere" altri sassolini preziosi per creare magnifiche composizioni e rendere la propria vita ancora più riccae preziosa!!!
Anch'io come te, da bambina, dipingevo i sassolini che raccoglievo in riva al mare e li verniciavo col verniDas(ma tu sei più giovane di me e forse non l'hai conosciuto...).
Carino il suggerimento per creare un bruchino, ci penserò per quando avrò qualche giorno di ferie e un pò di tranquillità!
Un bacione e sogni d'oro!
Miriam

Miriam ha detto...

@Angelo azzurro
Dunque anche tu sei un'amante dei sassolini! Hai ragione, raccogliere e cercare pietruzze e sassolini trasmette un grande senso di rilassamento e pace, se poi sei fortunata riesi a trovare dei veri e propri gioielli naturali!
Psicanalizzare per qualcosa di così bello e naturale?
Non credo proprio!!!
Un caro saluto e sogni d'oro anche a te!
Miriam

Miriam ha detto...

@dark....
S' hai ragione quando accenni all'essenza e alla vita di ognuno di noi...speriamo non si tratti però di avere un cuore di sassolino!!!Chissà cosa c'è nel tuo gesto, quello di volerti portare via una gran mole di sassolini, forse vuoi fare come Pollicino?
Ma no, hai ragione tu, a volte è meglio raccontare o pubblicare i propri sassolini e tu lo stai facendo con grande entusiasmo e passione!
Mi adori eh? E io ne sono felice!!!
Ricambio i tuoi mille abbracci perchè facciano splendere sempre la nostra reciproca stima!
Sogni d'oro
Miriam

Miriam ha detto...

@Cinzia
Spero davvero che i miei nipotini percepiscano sempre quanto il mio amore per loro è grande e senza fine!
Anche tu sei amante di pietruzze e sassolini... bello immaginare le vostre competizioni e la vostra felicità semplice ma genuina nel creare qualcosa con questi elementi naturali e spontanei!
Il Mare racchiude miliardi di sensazioni e fa scaturire bellissime emozioni, colori e profumi, rumori e suoni, tutto grazie anche alla complicità delle onde che si muovono come un'antica danza.
Un caro abbraccio anche a te
Miriam

Miriam ha detto...

@Pier Luigi Zanata
I ricordi sono frammenti di emozioni di un passato che rendono ancora più intenso il momento vissuto e condiviso e lo fanno rivivere ogni volta che, discretamente e con delicatezza, sfiorano il nostro presente.
Molto intenso il tuo pensiero!
Un caro saluto
Miriam

Miriam ha detto...

@pino
Come vedi non sei affatto l'unico raccoglitore di sassolini!!!
Eh sì, hai ragione, i bambini hanno un fisico e una struttura fisica(leggermente) più elastica della nostra, ma noi in compenso possiamo essere per loro dei buoni compagni di gioco!
Ciao, anzi Buonanotte...
Miriam

Trilly ha detto...

lo conosco il vernidas...eccome no! e mica sei tanto più vecchia non esagerare :D...ciao Miry mi sei mancata bacione

Miriam ha detto...

@Trilly
Buongiorno cara Trilly, alle volte litigo col tempo, mio e di quello di chi mi circonda...e così faccio un po' di confusione! E poi dovresti averlo capito che le "mezze misure" (ci ho scritto anche un post...)non mi appartengono molto...
Buona giornata e grazie per il "mi sei mancata", lo sento molto affettuoso!
Un gran bacione
Miriam

Rosi Jo' ha detto...

Carissima Miriam, come non potevo lasciare un commento su un post che parla di sassolini?!?!
Sono contenta che sei venuta a trovarmi, così ti ho potuto conoscere:)
Le considerazioni che hai fatto mi hanno colpito e mi sono piaciute tanto.
Io di sassi, sassolini, pietre e pietroni ne ho veramente tanti, li ho raccolti da sempre, sono i miei souvenir delle vacanze mare/montagna. Ma non avevo mai pensato all'essenza che ognuno si porta dentro e quante storie ci potrebbero raccontare...
Comunque sia sono molto decorativi e, se collocati opportunamente e in bella mostra, regalano all'ambiente un tocco di classe Natural Chic. A presto Rosi

Miriam ha detto...

@Rosy Jò
Benvenuta a bordo del mio rosa blog, non immagini quanto mi fa piacere questo nuovissimo e fresco incontro con te,spero che continueremo a conoscerci e "frequentarci"!!!
Sono contenta di aver conosciuto il tuo blog, più lo visito e più trovo che abbiamo molti lati simili e soprattutto un grande amore per le cose semplici e entrambe amiamo sognare...carina la storia del tuo polpo felice...e complimenti per la fantasia che hai impiegato per realizzare la scenografia della storiella!
Magari ti verrà in mente di raccontare anche una storia di sassolini di mare...che meraviglia!
Un caro abbraccio e a presto...
Miriam

Posta un commento

.
Al fine di evitare lo spam, I Vostri graditi commenti saranno pubblicati previa autorizzazione da parte dell'amministratore del Blog. Grazie.
.
Per inserire un commento seleziona il profilo Nome/Url
scrivi il tuo nome e se non hai un sito-blog lascia in bianco la voce Url.
.