.
.
.
Mi avvicino ad un mondo "privilegiato", quello della tastiera che imprime e lascia una seppure futile traccia di me attraverso un pc con pensieri-concetti-sensazioni-emozioni. Nel mio caso c'è da chiedersi se è il tempo che ci cambia o....ma a quanto pare il tempo è "fermo" o almeno è sempre lo stesso, siamo noi che passiamo davanti a questa meravigliosa e sconcertante realtà, siamo noi che camminiamo attraverso il tempo, percorrendo un viaggio avventuroso e ancora siamo noi che decidiamo se cogliere i frutti che ci offre con generosità e ricambiare con gratitudine!
.

I commenti sono ovviamente graditi. Per leggerli cliccate sul titolo dell'articolo(post) di vostro interesse. Per scrivere(postare,pubblicare) un commento relativo all'articolo cliccate sulla voce commenti in calce al medesimo. Per un messaggio generico o un saluto al volo firmate il libro degli ospiti (guest book) dove sarete benvenuti.

domenica 17 maggio 2009

"Donne"


"DONNE"
di Jack Folla
"Più dei tramonti, più del volo di un uccello, la cosa meravigliosa in assoluto è una donna in rinascita. Quando si rimette in piedi dopo la catastrofe, dopo la caduta. Che uno dice: è finita. No, finita mai, per una donna. Una donna si rialza sempre, anche quando non ci crede, anche se non vuole. Non parlo solo dei dolori immensi, di quelle ferite da mina anti-uomo che ti fa la morte o la malattia. Parlo di te, che questo periodo non finisce più, che ti stai giocando l'esistenza in un lavoro difficile, che ogni mattina è un esame, peggio che a scuola. Te, implacabile arbitro di te stessa, che da come il tuo capo ti guarderà deciderai se sei all'altezza o se ti devi condannare. Così ogni giorno, e questo noviziato non finisce mai. E sei tu che lo fai durare. Oppure parlo di te, che hai paura anche solo di dormirci, con un uomo; che sei terrorizzata che una storia ti tolga l'aria, che non flirti con nessuno perché hai il terrore che qualcuno s'infiltri nella tua vita. Peggio: se ci rimani presa in mezzo tu, poi soffri come un cane. Sei stanca: c'è sempre qualcuno con cui ti devi giustificare, che ti vuole cambiare, o che devi cambiare tu per tenertelo stretto. Così ti stai coltivando la solitudine dentro casa. Eppure te la racconti, te lo dici anche quando parli con le altre: "Io sto bene così. Sto bene così, sto meglio così". E il cielo si abbassa di un altro palmo. Oppure con quel ragazzo ci sei andata a vivere, ci hai abitato Natali e Pasqua. In quell'uomo ci hai buttato dentro l'anima; ed è passato tanto tempo, e ne hai buttata talmente tanta di anima, che un giorno cominci a cercarti dentro lo specchio perché non sai più chi sei diventata. Comunque sia andata, ora sei qui e so che c'è stato un momento che hai guardato giù e avevi i piedi nel cemento. Dovunque fossi, ci stavi stretta: nella tua storia, nel tuo lavoro, nella tua solitudine. Ed è stata crisi. E hai pianto. Dio quanto piangete! Avete una sorgente d'acqua nello stomaco. Hai pianto mentre camminavi in una strada affollata, alla fermata della metro, sul motorino. Così, improvvisamente. Non potevi trattenerlo. E quella notte che hai preso la macchina e hai guidato per ore, perché l'aria buia ti asciugasse le guance? E poi hai scavato, hai parlato. Quanto parlate, ragazze! Lacrime e parole. Per capire, per tirare fuori una radice lunga sei metri che dia un senso al tuo dolore. Perché faccio così? Com'è che ripeto sempre lo stesso schema? Sono forse pazza?" Se lo sono chiesto tutte. E allora vai giù con la ruspa dentro alla tua storia, a due, a quattro mani, e saltano fuori migliaia di tasselli. Un puzzle inestricabile. Ecco, è qui che inizia tutto. Non lo sapevi? E' da quel grande fegato che ti ci vuole per guardarti così, scomposta in mille coriandoli, che ricomincerai.
Perché una donna ricomincia comunque, ha dentro un istinto che la trascinerà sempre avanti. Ti servirà una strategia, dovrai inventarti una nuova forma per la tua nuova te. Perché ti è toccato di conoscerti di nuovo, di presentarti a te stessa. Non puoi più essere quella di prima. Prima della ruspa. Non ti entusiasma? Ti avvincerà lentamente. Innamorarsi di nuovo di se stessi, o farlo per la prima volta, è come un diesel. Parte piano, bisogna insistere. Ma quando va, va in corsa. E' un'avventura, ricostruire se stesse. La più grande. Non importa da dove cominci, se dalla casa, dal colore delle tende o dal taglio di capelli.
Vi ho sempre adorato, donne in rinascita, per questo meraviglioso modo di gridare al mondo "sono nuova" con una gonna a fiori o con un fresco ricciolo biondo. Perché tutti devono capire e vedere: "Attenti: il cantiere è aperto. Stiamo lavorando anche per voi. Ma soprattutto per noi stesse". Più delle albe, più del sole, una donna in rinascita è la più grande meraviglia. Per chi la incontra e per se stessa. È la primavera a novembre.
Quando meno te l'aspetti..."
 *
Commentare questo struggente brano sarebbe privarlo della magia che caratterizza ogni donna, tuttavia ognuna di noi ha sperimentato nella sua vita che la nostra rinascita si realizza spesso e grazie all'aiuto di una persona cara che ci ama e che con tanta tenacia sa apprezzare di noi donne anche i lati fragili del nostro complicato ma bellissimo modo di essere, sempre innamorate della vita e delle sue meravigliose sfacettature!
Grazie Ghost, grazie infinite a tutte le persone che vorranno condividere con me questo mio stato d'animo!!!
Un caro e affettuoso abbraccio a tutti!
Miriam


45 commenti:

avalon1973 ha detto...

Sei proprio Tu...
che dai un senso alla mia vita, che ormai non saprei più come fare senza!
Sei Tu...
che sento respirare sul cuscino accanto al mio
Sei Tu
che rimproveri ogni mia incertezza
Sei Tu
che magnifichi la mia forza
Sei Tu
che gridi al mondo di essere invincibile
Sei Tu
che un momento dopo piangi indifesa fra le mie braccia
Sei sempre e solo Tu...
La mia Donna!

Angelo azzurro ha detto...

Mi pare di capire che stai vivendo un momento di grandi cambiamenti nella tua vita. E allora un caro augurio da parte mia perchè il cammino intrapreso sia quello più appagante.
Ciao Miriam

Anna ha detto...

Grazie per questo post che hai condiviso con me. Spero di avere la forza necessaria per rinascere. Spero di riuscirci.
Un saluto affettuoso.
Anna

traccedinchiostro ha detto...

...è finita. No, finita mai, per una donna. Una donna si rialza sempre, anche quando non ci crede, anche se non vuole.....

credo sia così ma credo anche valga per ogni persona che fortissimamente vuole ...vivere
abbraccio
lella

riccardo ha detto...

La citazione di Jack Folla, molto bella, rispecchia il punto di vista di un uomo ed in buona parte, anche il mio.
Non saprei che cosa aggiungere a quanto scritto appunto da Folla. Comunque,vorrei almeno provarci.
Secondo me, di fronte alla donna l'uomo si trova spiazzato perchè si imbatte in una fondamentale alterità. E' LA fondamentale alterità, naturalmente.
Si tratta di ciò che rende bello l'incontro uomo-donna.
Ma spesso il tutto è rovinato da una mancanza di sincerità o da un eccesso di sentimentalismo (da parte dell'uno o dell'altra, talvolta da parte d'entrambi) che porta a non cogliere il profondo valore dei due sessi.
Però per la donna la strada è come dire?, più sassosa e polverosa perchè si sente in dovere di piacere agli altri.... Ma non SI piace, non SI stima.
Chiede approvazione e riconoscimento agli altri ma non sente di meritare la PROPRIA approvazione.
E di solito a chi chiede approvazione e riconoscimento? A persone che non hanno nessuna capacità di valutare la sua intelligenza e sensibilità!
Buon inizio settimana.

darksecretinside ha detto...

Ciao Miriam....sei sempre molto profonda ed introspettiva....ti ho scelta per questo e non mi deludi mai.
Ti abbraccio e ti penso sempre!

Anonimo ha detto...

immagine splendida, sia quella usata per il post sia quella che si ricava da queste parole...forse le donne sono fatte apposta per evolversi in continuazione...se ci pensi anche la nostra natura ci fa trascorrere vere e prorpie fasi, scandite precisamente, tanto da costituire epoche di vita...ciscuna contiene l'altra...rinascere a volte è più che nascere, l'ho scritto anche da me...accorgersi di avere una seconda possibilità e viverla è tanto , forse a volte tutto...ti mando una bacio cara Miriam...io sono con te :D...Trilly

Pier Luigi Zanata ha detto...

Buone considerazioni.
Aggiungo citando Nazim Hikmet
[...]
amo in te le cose lontane
amo in te l' impossibile
entro nei tuoi occhi come in un bosco
pieno di sole
[...]

Buona serata
Vale

Ghost ha detto...

Rendo omaggio a Diego Cugia, autore del brano e creatore del personaggio Jack Folla, DJ nel braccio della morte e DJ dopo l'evasione. Rendo omaggio alle donne da sempre fonte di ispirazione. Rendo omaggio alle donne che sanno scomporsi in mille coriandoli per afferrarne i colori, conoscersi di nuovo e presentarsi a se stesse. Ciao Miriam, forse è tempo che la neve lasci spazio alla Pioggia, poi all'Arcobaleno, poi finalmente al Sole.
Ghost

francuzza ha detto...

bellissimo brano e bellissime le tue parole, si, siamo forti, ma lo siamo anche grazie a chi ci sta vicino, che ci ama, ci capisce anche se sta in silenzio...
un abbraccio Donna sospesa nel tempo
franca

Alicia ha detto...

Miriam: mi fa piacere che tu segui il mio blog, pare che sei la unica. Mi piace la foto della donne, é molto indicativo, voglio dire é perfetto per quelo che dice che le donne sempre rinasci. é cosi..., nel mio caso no ho mai scendere le braccia, debo lottare per un futuro migliore per mio figlio, perché lui é tutto per me, perché ha bisogno di me, e devo fare tutto il meglio, non importa come sono io, vorrei essere sempre ben per lui, é ció che dá significato ad ogni alba!!!!

Maurizio Spagna ha detto...

VOLAMI VIA e AMA
…incontriAMO del poeta,
l’amore e il ricordo dell’anima che pietrifica l’essenza dell’assenza…


Volami via
volami via e ama
nel palmo di un altro
e porta parole plasmate
poi accompagnate.

Un filo d’aria unisce
un batter d’ali al cuore
quel filo d’aria che cosparge
il cuore caldo
di un cuore svuotato
quel filo d’aria
che è contorsionista
e si perde nell’azzurra
aderenza di una vista…
Conscio di un amore inconscio
ed involato via.

Incrocia il nostro destino…
E spezzati lo strato amato!

Volami via
volami via e ama
porta chi sei
nel cuore di un altro
e accompagnati
di parole amate
nel soffio di un battito
di mani accaldate.

Incrocia il tuo destino
ama, amati e saziati!
E se nel risveglio
mi risenti liscio al cuore
magari voltati
ma volami via e ama.

Incrocia il tuo destino
e raggiungi spianate…
Di nuovi amori.

di Maurizio Spagna
www.ilrotoversi.com
info@ilrotoversi.com
L’ideatore
paroliere, scrittore e poeta al leggìo-

Cinzia ha detto...

E' vero, siamo donne, siamo forti, siamo coraggiose, troviamo sempre il modo per rialzarci, per rinascere, per vivere questa vita meravigliosa!
Un bacione grande, grande,grande!
Cinzia

Miriam ha detto...

Ciao avalon1973, complimenti per queste parole poetiche, davvero fortunata la tua Lei ad avere accanto un uomo sensibile come te!
Un caro abbraccio a entrambi, di sicuro siete una coppia che si completa a vicenda e che sanno il significato della parola "amore"!
Miriam

Miriam ha detto...

Caro Angelo azzurro, non saprei dirti se i miei cambiamenti sono GRANDI, di sicuro sto vivendo quello che la vita mi sta offrendo, senza chiedere niente di più.
Se non sbaglio qualcuno ha detto che "la vita è quel qualcosa che accade mentre noi siamo impegnati a far altro" e dato che sarebbe un vero peccato lasciarci sfuggire un'occasione così unica, sto tentando di gustare al meglio tutte le situazioni belle e buone che la vita mi offre.
Desidero più che mai proseguire il cammino intrapreso con entusiasmo e positività, finalmente posso ricominciare da me stessa perchè ho capito che anche la sofferenza ha un senso se riesce a purificare e aprire il nostro sguardo e ci fa vedere e valutare quello che ci circonda, permettendoci di liberarci di tutte quelle situazioni dannose che non ci fanno amare e gustarela la vita. Piano piano e senza presunzione, ho fatto un po' di pulizia dentro e fuori di me, intravedo meglio tanto situazioni rispetto a ieri e meraviglia delle meraviglie : respiro un'aria decisamente più pulita!
Un caro arrivederci
Miriam

Miriam ha detto...

Benvenuta Anna,pensando a "Donne in rinascita" non potevo non pensare a te!!!
Ti seguo con attenzione attraverso il tuo blog e sono sicura che hai tutte le carte in tavola per trovare la forza necessaria per rinascere e ricominciare una vita nuova, dove ogni situazione, anche la più piccola e apparentemente insignificante saprà assumere un valore immenso!
Dal tuo profilo leggo che sei una sognatrice, ma sei anche molto di più, quindi coraggio Anna certo che ce la farai, nessun terremoto potrà mai toglierti i sogni e la volontà di lottare e sperare in una vita più giusta e luminosa!
Un carissimo abbraccio
Miriam

Miriam ha detto...

Cara amica lella le tue tracce d'inchiostro nel mio blog sono sempre una delizia!
Capita a molte donne pensare"...è finita", ma poi succede qualcosa d'incredibile, che mai ti saresti aspettata, c'è la svolta, sì per fortuna accade e quasi quasi sembra un miracolo, piano piano lentamente si risale, a fatica ma ci si rialza.
Viene lo sconforto e la voglia di lasciarsi andare, di arrendersi e chiudersi in se stesse, si piange e ci si dispera fino a quando anche anche le lacrime finiscono e si ha solo voglia di riprendere a respirare e di rinascere nello stesso corpo di sempre ma con un'anima ed un cuore nuovo, anche se le ferite ancora bruciano.
E ho deciso, voglio vivere!
Ricambio con affetto l'abbraccio
Miriam

Miriam ha detto...

Benvenuto Riccardo trovo ricco di spunti il tuo pensiero quando dici che la donna "è La fondamentale alterità", sì probabilmente hai ragione nel ritenere che si tratta di ciò che rende bello l'incontro uomo-donna.
Sono d'accordo con te riguardo al fatto che la mancanza di sincerità nuoce i rapporti tra uomo/donna, ma ancora di più lo sono la chiusura mentale, i preconcetti, l'ignoranza, i tabù, l'egoismo, l'egocentrismo, la mancanza di sensibilità e attenzione ai bisogni dell'altro/a, il rispetto, la mancanza di ascolto.
Il sentimentalismo trovo che sia il"male" minore, dopotutto e al massimo può venire solo una crisi di iperglicemia...ma non ha effetti così devastanti come negli altri casi.
Naturalmente sdrammattizzo, ci vuole la misura in tutte le cose, neanche a me piaciono le situazioni caramellose e nauseabonde,è proprio lì che possono nascondersi le caramelle guaste.
Quanto alla richiesta più o meno inconscia di approvazione o meno da parte della donna nei confronti dell'ambiente, è da ricercarsi in profondità...perchè una donna non si piace e non si stima? Se lo sono mai chieste veramente queste donne?
Ma ancora di più questa domanda se la sono posta molti uomini a cominciare dai padri, fratelli, parenti, colleghi, datori di lavoro ecc. ecc.?
Personalmente non chiedo approvazioni in giro e lo conferma il fatto che molti in famiglia pensano che ho un caratteraccio e qlie lo lascio credere dopo che mi sono messa in discussione, al lavoro pazienza se non sono la classica simpaticona ma dò la precedenza a cose più concrete e reali per esempio i risultati e i progressi da raggiungere con i "miei" piccoli, e così via negli altri ambiti...amicizie e vita privata.
Purtroppo non si è immuni dal cadere in situazioni dove nel frattempo la nostra brava razionalità dormiva e nel frattempo qualcuno ha pensato bene di giocare qualche tiro mancino, ma qui la richiesta di approvazione non ha niente a che vedere.
Direi invece che noi donne abbiamo bisogno di essere ascoltate e benvolute per quello che siamo, ci sono donne con solitudini e vuoti che non verranno mai ascoltate da nessuno/a perchè non c'è il tempo per simili cose, ci sono donne che aspettano parole e anche un solo abbraccio pur anche con loro difetti e le loro vere o presunte problematiche...Chissà, spero almeno che i due universi uomo/donna possano arrivare almeno dialogare, ma forse sto esagerando!
Un abbraccio sincero
Miriam

Miriam ha detto...

Ciao carissima dark, vediamo vediamo...io sono "molto profonda ed introspettiva"...Vedi di essere precisa, diciamo che sto diventando "saggia!"
Ma dai...guarda che sto scherzando!!!
Comunque la sensazione che si prova nel leggere il tuo commento è veramente APPAGANTE(un'altra blogger ha usato questo termine...lo rubo per te dark!). Dicevo , insomma con te mi prendo il lusso di scherzare e giocare, mi diverti moltissimo, sei stata la prima blogger a seguirmi e con grande piacere ti seguo nel tuo blog, ma ogni tanto diventi un oceano di parole , ti perdo e ti devo inseguire!
Aiutoooo!!!
Spero davvero di non deluderti..."mai" non lo so, che responsabilità mi dai ragazza?
Un abbraccio da stritolamento è in arrivo per te!
Baci
Miriam

Miriam ha detto...

Macchè anonimo....Hei Trilly ti decidi a togliere quell"anonimo"?
Sì, sì, noi donne siamo proprio brave ad evolverci in continuazione....ma quanti casini e pasticci combiniamo nel frattempo!!! Ogni tanto dormiamo, ogni tanto ci perdiamo, ogni tanto voliamo troppo in alto , ogni tanto facciamo come Alice nel Paese delle Meraviglie, ogni tanto c'incavoliamo perchè "non ci capiscono"...chi più ne ha ne metta, ma quand'è davvero che ci comportiamo da donne(piccola analisi personale)!
Meno male che ci salviamo per un pelo, giusto in tempo per tentare una faticosa ma irrimediabile risalita e rinascita!!!
Vero cara Trilly?
Buona rinascita anche a te!
Grazie per la tua fiducia, ti sento sincera e affettuosa...
Ricambio i tuoi baci e te ne mando una valanga!
Miriam

Miriam ha detto...

Bentornato Pier Luigi Zanata, ti ringrazio per essere passsato con questo tuo essenziale ma incisivo commento, tratto dalle parole di Nazim Hikmet.
"Entro nei tuoi occhi come in un bosco", è qui la chiave di lettura del messaggio che avvicina gli esseri umani uomini e donne, solo così il lontano si trasforma in vicino e l'impossibile diventa possibile, solo attraverso lo sguardo si percepisce la vera essenza della persona che ci sta vicino, solo così si vince il buio e le paure, le ignoranze e le brutture, le meschinità.
Entrare negli occhi di una persona e trovare, finalmente la luce, può succedere, io so cosa si prova e quella sensazione ti accompagna e non si dimentica mai!
A presto
Miriam

Miriam ha detto...

Ciao Ghost, sapevo che avresti reso omaggio a Diego Cugia, ma ancora di più ti ringrazio perchè sei qui a rendere omaggio a noi donne!
Le tue parole mi portano a pensare ad altre donne e vorrei urlare:
Mai più nessuna donna dovrà temere di "scomporsi" e frantumarsi in mille pezzi, nessuna donna dovrà mai più aver paura della paura... anche se potrà succedere ancora un'altra volta, nessuna donna dovrà pensare di arrendersi e lasciarsi travolgere, nessuna donna dovrà pensare di non farcela, nessuna donna dovrà pensare di essere sola con la sua sofferenza, nessuna donna dovrà più tacere, nessuna donna dovrà sentirsi umiliata, nessuna donna dovrà essere egoista, nessuna donna dovrà mai più mentire a se stessa fino a non riconoscersi ma soprattutto nessuna donna dovrà pensare che non c'è più niente da fare!
Attraverso il tuo omaggio vorrei abbracciare tutte queste donne, perchè le sento come coriandoli che vivono dentro il mio corpo, sono parte di me e oggi riprendono a vivere e generano dentro di me altre migliaia di coriandoli, mentre ancora confusa e inebriata tento di riprendere e afferrare i colori,impazzita per questa inaspettata magia perchè so cosa si prova ad attraversare un grande temporale di Pioggia .
Ma ora i miei passi , seppure incerti, vanno incontro all'Arcobaleno perchè finalmente il Sole scalda i miei occhi, il mio corpo rinnovato e ritrovato riprende a splendere, sì caro Ghost forse è tempo che la neve vada via e lasci questo palcoscenico!
Un ringraziamento speciale a te Ghost!
A presto, con affetto e gratitudine!
Miriam

Miriam ha detto...

Ciao carissima Francuzza, che bello ritrovarti tra le mie pagine! Sono contenta che hai accolto il mio post e sei qui a condividerne i pensieri.
Ma soprattutto brava che sottolinei una dato IMPORTANTISSIMO: quello appunto di riuscire ad essere più forti e trovare la nostra forza grazie (anche) a chi ci sta vicino, ci ama, ci capisce e vorrei aggiungere sa ascoltare e decifrare i nostri silenzi, rispettando i nostri tempi accompagnandoci nel nostro percorso silenziosamente, in attesa che qualcosa in noi si risvegli e riprenda a vivere con consapevolezza!
Anche a te un caro abbraccio e grazie per avermi chiamata "Donna sospesa nel tempo", spero di non essere fuori dal tempo...
Un bacione
Miriam

Miriam ha detto...

Benvenuta mamma Alicia, certo che seguo il tuo blog, non preoccuparti se sono l'unica, abbi fede vedrai che presto avrai tanti nuovi simpatizzanti e lettori!
Sono felice che hai deciso di accogliere questo mio post, ti immagino come una mamma speciale, da noi si dice anche "tosta" per dire che sei una mamma tenace e forte e che non si scoraggia ma che per amore del suo bambino fragile lotta e s'inventa una vita migliore per il suo futuro!
Il tuo Manuel è bellissimo, un vero amore di bambino e si vede che è meravigliosamente amato dalla sua famiglia!
Cara Alicia ti auguro tanta felicità e tantissima forza per affrontare al meglio la tua vita e quella del tuo piccolo, coraggio!!!!
Se vuoi leggere un blog interessante per le tue tematiche clicca su "Genitori tosti", fammi sapere!
Un grandissimo abbraccio e un saluto anche alla tua Argentina!
Con affetto
Miriam

Miriam ha detto...

Benvenuto al nuovo arrivato Maurizio Spagna,
sei un poeta dunque?
Ti ringrazio per l'omaggio, spero riesca a trovare il mio blog interessante, intanto vado a rileggermi la tua poesia.
Buona serata
Miriam

Miriam ha detto...

Ciao cara Cinzia, Hai ragione...ma prima di poter dire che siamo forti, quanta fatica per non soccombere...per fortuna e grazie all'aiuto di chi ci ama ci risolleviamo e ci riscopriamo creature nuove che hanno ancora molto da dare!
Un carissimo e grandissimo abbraccio
Miriam

la signora in rosso ha detto...

ha ragione Folla noi donne siamo come la fenice risorgiamo sempre dalla nostra cenere...e bruciamo spesso..per amore, per orgoglio, per abnegazione ecc... se un uomo, però, lo riconosce ci fa piacere...
buona serata

Trilly ha detto...

grazie per sentirmi sincera e affettosa...è prorpio così veramente e aggiungo felicissima di questa nostra meravigliosa inaspettta amicizia...ehm...ora ci provo a levare l'anonimo spero di riuscire...:) Trilly

darksecretinside ha detto...

ehehehe ti scrivo tutta stritolata...non sentire responsabilità alcuna...non occorre... tranquilla tesoro, lo so che a volte il tempo non ci permette di essere sempre presenti con tutti......ma chi si comprende non ha bisogno di spiegare!
Ricambio lo stritolamento!

Miriam ha detto...

Passo al volo per dirti cara Trilly che sei stata davvero brava a togliere quell'"anonimo", non era poi così difficile, no?
Si, a volte l'amicizia virtuale può esistere ma in generale è meglio andarci con i piedi di piombo, onde evitare brutte sorprese!
Ciao, buon pomeriggio Trilly!!!
Miriam

Miriam ha detto...

Cara dark, non ci posso credere...ho esagerato con l'abbraccio stritolante? Come al solito le mezze misure sono per me ancora un problema!
Ma se un abbraccio è vero e sincero(mmmh...talvolta mi dimentico che siamo in ambito virtuale, ma pazienza di te posso fidarmi!)non può essere blando e all'acqua di rose!
è bello pensare che non c'è bisogno di troppe spiegazioni(almeno tra noi!) e giustificazioni riguardo al fatto di essere sempre presenti reciprocamente con scritti o commenti, ma sapere che si può fare una visitina veloce da tutti e decidere con calma di ritornare per lasciare un pensiero o uno stato d'animo, senza, tuttavia, sentire l'obbligo di ricambiare frettolosamente e a tutti i costi la visita ricevuta!
Bè, ora ti saluto senza stritolamenti, ok?
Bacioni
Miriam

Marcus ha detto...

E' vero, Miriam. Il vostro amore per la vita è davvero diverso da quello che può nutrire un uomo. Noi ci soffermiamo su due/tre cose e, con quelle nella mente e nel cuore, andiamo avanti, impostiamo il nostro futuro, ci relazioniamo con il mondo. Un uomo si indurisce di fronte a una donna perchè, spesso, non riesce ad accettare e comprendere questa vostra capacità di avvolgere tutto il mondo con il vostro amore, senza trascurare nessun aspetto.
Da uomo, ho molta stima per l'universo donna. Da maschio, anche qualcosa in più... ma sempre con il massimo rispetto.
Parole in libertà.

Trilly ha detto...

io non ne do butte sorprese! :) buonanotte e sogni d'oro...

Miriam ha detto...

Ciao Marcus,vedo che, nonostante il rosa dilagante del mio blog, continui a seguire quello che pubblico dove tento di condividere i miei stati d'animo.
Spesso mi ritrovo a pensare a ruota libera,digitando su questa tastiera fiumi di parole, nel tentativo(lo spero davvero...) di non sparire travolta e sommersa dalla mia stessa corrente!
Dalle tue parole si percepisce la tua grande stima nei confronti dell'universo donna e del nostro modo di sentire e provare amore per la vita.
Sì è vero, spesso noi donne abbiamo un gran desiderio, quello appunto di avvolgere con questo nostro "modo di essere" tutto quello che ci circonda e che ruota intorno a noi!
Purtroppo non sempre questo sentimento viene recepito nel modo corretto, talvolta viene stravolto e frainteso, deriso e umiliato, maltrattato e allontanato, abusato e poi buttato via.
Altre volte noi donne non siamo abbastanza chiare nel trasmettere il nostro pensiero e i nostri ideali e senza renderci conto, siamo confuse sui margini e i paletti da posizionare tra noi e gli altri, senza renderci conto lasciamo un margine di buio che diviene(purtroppo) terreno fertile per chi vuole calpestare e sfruttare per sè stesso in modo egoistico ed egocentrico, i sentimenti altrui.
Le tue parole sono "Parole in libertà" e come tali le percepisco, accolgo la tua attenta valutazione e le differenze Uomo/Donna dove il rispetto è la tua più grande premessa!
Mai come in questi tempi si sfrutta la parola "rispetto" ma sempre di più e senza alcuno scrupolo, ci si insulta gratuitamente e si offendono i sentimenti delle persone.
Si manca di rispetto nei vari ambiti sociali...a cominciare da quello familiare, politico, lavorativo, scolastico...chi più ne ha ne metta!
Se solo riuscissimo a rallentare questo nostro tempo caotico per fare un'attenta valutazione delle conseguenze devastanti di tutte le situazioni che generano "mancanza di rispetto"...
o forse è pura utopia pensare che i rapporti tra le persone potrebbero essere più civili e umani?
Utopia pensare che finalmente anche noi donne possiamo un domani vivere serene senza ogni volta dover affrontare lotte incredibili?
Un caro saluto e grazie per il tuo commento...scusa la lungaggine...
Miriam

Miriam ha detto...

Ciao signora in rosso, dici bene...risorgere dalla nostra cenere...per fortuna che qualcosa di noi sopravvive e ci fa risorgere!
Sono tanti i motivi che possono indurci a portarci al "rogo"...
Dici bene che se un uomo riconosce che "Più dei tramonti, più del volo di un uccello, la cosa meravigliosa in assoluto è una donna in rinascita", possiamo dire che l'universo uomo e l'universo donna ,in fondo non sono poi così irraggiungibili!
Un caro abbraccio come sempre!
Miriam

Miriam ha detto...

Buonanotte e sogni d'oro cara Trilly, lo so che sei una cara persona e non ami fare o dare brutte sorprese!
Un bacio
Miriam

Trilly ha detto...

Un bacio a te :D...

kinnie51 ha detto...

Grazie per il sostegno.Un abbraccio

Miriam ha detto...

Finalmente siamo arrivati al fine settimana, almeno per me è così ma che stanchezza cara Trilly...
Ho avuto una settimana pienissima di lavoro e il caldo comincia ad essere torrido!
Speriamo di ricaricare al meglio le pile in questo W.end!!!!
Un caro abbraccio
Miriam

Miriam ha detto...

Benvenuta a bordo del mio rosa-blog, ormai non ci speravo più...e invece eccoti qua!
Ebbene sì, dobbiamo trovare sempre di più nuove opportunità di confronto, sostegno e solidarietà tra noi donne se vogliamo tentare di modificare o influenzare positivamente anche la mentalità maschile, invece di sentirci rivali o peggio ancora nemiche!
Una volta che si riesce in quest'intento , riscopriamo dentro di noi un senso di completezza umana e psicologica grandissima.
Dunque grazie a te per essere passata da queste parti, torna ogni volta che lo desideri e vuoi dire la tua!
Ricambio volentieri l'abbraccio, a presto...
Miriam

Miriam ha detto...

Nella fretta ho dimenticato una cosa importantissima...l'ultimo commento era per la nuova arrivata Kinnie51...e ho dimenticato di specificarlo e mi scuso!
Che testa ragazzi!Qualcuno l'ha trovata in giro? é la mia e siete pregati di rimandarla al mittente, mi serve ancora!
Baci
Miriam

Marcus ha detto...

Io! Io ho trovato la tua bella testa! Eccola, è qui, però... non so se ho voglia di restituirla subito. Mi sa che prima me la studio un po' meglio: mi pare che meriti...!
A presto!

Miriam ha detto...

Ah! Grazie Marcus per aver ritrovato la mia sconclusionata testa, bè però non esageriamo con i complimenti...ultimamente la mia testa ha dormito un po'.
Comunque sia mi serve anche così, dal momento che non dispongo di un'altra di riserva.
Mah, chissà se la mia testa davvero merita uno studio...
Buona serata
Miriam

Lilly ha detto...

Dove porterete i vodtri cuori
i vostri sospiri
i vostri sorrisi?
Dove saranno le vostre anime
infiammate dalla disperazione?
Forse al tramonto della vita
forse vittime sacrificali
s'annienteranno
verso lontani e orridi antri
nelle notti instabili.
Ai vostri cuori riuscirete a svelare i vostri segreti
e all'alba, gli occhi schiuderete nel suo Ventre materno.
Alle vostre ali spunteranno piume oro e argento
e non vi opprimeranno più le piaghe che avevano reso i cuori spezzati.
Avete udito quel che il cuore ha svelato
e visto quel che non dovevate vedere.
Figlie della stessa fede
anche in morte unite dallo stesso Destino.
Voglio con questa mia poesia scritta nel 2007, esprimere la mia sorellanza a tutte le donne del Mondo che amano e soffrono, sottomesse, violentae e trucidate...unite da un solo destino quello di essere DONNE

Miriam ha detto...

@Lilly
Vedo che stai passando il mio blog al setaccio, eh?
Bene, bene, non può che farmi piacere, grazie per questi tuoi sofferti e solidali versi poetici nei confronti di donne come noi ma segnate nel corpo e nell'anima e che soffrono per le violenze fisiche e morali!
Un caro saluto!

Posta un commento

.
Al fine di evitare lo spam, I Vostri graditi commenti saranno pubblicati previa autorizzazione da parte dell'amministratore del Blog. Grazie.
.
Per inserire un commento seleziona il profilo Nome/Url
scrivi il tuo nome e se non hai un sito-blog lascia in bianco la voce Url.
.