.
.
.
Mi avvicino ad un mondo "privilegiato", quello della tastiera che imprime e lascia una seppure futile traccia di me attraverso un pc con pensieri-concetti-sensazioni-emozioni. Nel mio caso c'è da chiedersi se è il tempo che ci cambia o....ma a quanto pare il tempo è "fermo" o almeno è sempre lo stesso, siamo noi che passiamo davanti a questa meravigliosa e sconcertante realtà, siamo noi che camminiamo attraverso il tempo, percorrendo un viaggio avventuroso e ancora siamo noi che decidiamo se cogliere i frutti che ci offre con generosità e ricambiare con gratitudine!
.

I commenti sono ovviamente graditi. Per leggerli cliccate sul titolo dell'articolo(post) di vostro interesse. Per scrivere(postare,pubblicare) un commento relativo all'articolo cliccate sulla voce commenti in calce al medesimo. Per un messaggio generico o un saluto al volo firmate il libro degli ospiti (guest book) dove sarete benvenuti.

domenica 20 marzo 2011

L'Isola Esmeralda

"Quello che sto per raccontare ha dell'incredibile, questo post si è salvato perchè si trovava nell'archivio dei post in attesa di pubblicazione...., se l'avessi lasciato tra i documenti a quest'ora avrebbe fatto la stessa fine della favola di Serafino, andata persa per colpa di un attacco di virus mortali che tempo fa ha cancellato e distrutto tutti i documenti non salvati!
Tutto nasce in modo del tutto improvvisato, quella sera mi trovai in casa di mio fratello e mia cognata, invitata a casa loro, dopo cena decisi  di inventare e raccontare una favola  al mio nipotino A. (in quel periodo aveva quattro anni), ma che grazie al suo carattere vivace, avete presente il classico bambino-con-l'argento-vivo-addosso-che non ta mai fermo un attimo?    Esattamente così, anche quella sera tardava   ad addormentarsi, non aveva proprio sonno , mentre la sorellina tre anni più "giovane" di lui dormiva già da un po', placidamente raggomitolata tra le sue copertine e i lenzuolini rosa confetto. 

Per facilitare nel bambino l'arrivo del sonno e farlo entrare nel mondo dei sogni mi lasciai guidare e stuzzicare dal gioco della fantasia, rincorrendo una parola dietro l'altra  stimolata dalle immagini in movimento che venivano liberate da quella lampada magica, che di volta in volta proiettava ombre e giochi di luce in movimento, curiosamente disegnate e stampate come  ombre cinesi nelle pareti ,  nel soffitto e nel pavimento della cameretta dei bambini, quella semplice lampada squadrata con la girandolina all'interno era un potento...., lo sfondo blu riportava disegni di delfini e mare, fu preziosissima , la regalai ai bambini quando erano ancora più piccolini e non immaginavo quanti spunti potesse dare..... Quella sera mi suggerì la trama di una favola, iniziai a raccontare e mi venne spontaneo accarezzargli i capelli per rilassarlo, ricordandomi che anch'io da bambina amavo da impazzire quando qualcuno mi accarezzava in quel modo dolcissimo!

Era curioso vederlo combattuto tra il voler ascoltare e seguire la storia o lasciarsi avvolgere e vincere dal sonno, di tanto in tanto sollevava la testolina dal cuscino e dalle lenzuola con i disegni del suo uomo ragno per farmi qualche domanda rapito dalla curiosità, ma lentamente, piano piano, finalmente iniziava a socchiudere gli occhi  languidamente abbandonandosi alle morbide e rassicuranti braccia di Morfeo!
Quando mi resi conto che il sonno stava per vincere le sue ultime resistenze, gli consigliai di continuare a tenere gli occhi chiusi se voleva sognare " L'Isola Esmeralda"...mentre lui  con un filo di voce mi diceva , gli diedi un  bacio e mi allontanai in punta di piedi dalla sua cameretta per non rompere l'incantesimo, la sua cameretta era ormai già piena di sogni magici dove gli abitanti dell'Isola Esmeralda facevano intorno a lui una gran festa e con lui si accingevano probabilmente a proseguire la favola nel fatato e bellissimo mondo dei sogni del mio piccolo A.!

Appena rientrai a casa, anche se più tardi del previsto....scrissi la favola in una mail per evitare di dimenticarla, io stessa mi resi conto che mi ero lasciata trasportare da quei momenti di magia e stupore che erano impressi negli occhi del mio nipotino....avevo già in mente l'immagine dell'Isola da abbinare, proprio quella che avevo promesso al bambino, indirizzai il tutto a mio fratello affinchè l'indomani potesse leggerla e commentarla con lui.
Iniziavo così:
"Ciao A., ti mando la storia dell'Isola Esmeralda, quella che ti ho raccontato ieri notte :
L'immagine raffigura realmente com'è l'Isola Esmeralda, come puoi vedere ci sono numerosi delfini che nuotano sott'acqua che si divertono e giocano con i bambini che abitano nell' isola, ogni tanto un delfino più spiritoso e impertinente degli altri prende in groppa un bambino e gli fa fare dei salti in aria , delle divertentissime capriole e insieme fanno qualche tuffo in acqua.
Nel fondo del mare ci sono tantissime conchiglie preziose e tante varietà di pesci tutti colorati e  abili nuotatori, sono tutti molto diversi tra loro, alcuni sono piccolissimi e altri grandissimi come tonni, squali e balene, sono tutti molto curiosi e si divertono a spostarsi da una parte all'altra del fondo sabbioso, morbido come un tappeto di velluto, spesso si lasciano guidare dalle correnti marine,  si spostano in  gruppo o da soli in cerca di cibo, nascondendosi tra le piante acquatiche , le roccie e le grotte marine e qualcuno si mimetizza tra le conchiglie, probabilmente ci sono anche antichi relitti di navi affondate e preziosi tesori di vecchi e maldestri pirati....

In superficie affiorano, di tanto in tanto anche le enormi tartarughe marine , sono grandi grandi, ma così grandi che qualche gabbiano ne approfitta furbescamente per fare una breve sosta per riposarsi sulla loro schiena dura e ruvida e asciugarsi le piume intrizzite dalla salsedine e dall'acqua.
In tutta l' isola cresce un verdissimo e fitto prato che ricorda appunto le sfumature delle preziose gemme di smeraldo, tanto che chi scoprì quella bellissima terra  pensò di chiamarla appunto  "L' Isola Esmeralda".
L' isola è un luogo molto felice dove vivono tanti bambini allegri che giocano insieme e si divertono senza mai litigare.... i più grandi aiutano i più piccoli e dividono con loro i propri giocattoli  con tutti, senza gelosie e antipatie di alcun genere,  altri si distinguono dal gruppo perchè hanno bellissime voci e sanno cantare simpatiche canzoncine, altri più birichini e più piccolini di età si divertono a fare allegri scherzetti ai più grandi, ma tutti, proprio tutti stanno insieme e si divertono un mondo, nessuno di loro si annoia e ha tempo per comportarsi male!

All' interno dell' isola è curioso vedere come crescono tanti alberi e cespugli, dove al posto delle mele o delle arance, spuntano morbide caramelle alla frutta e buonissimi cioccolatini....per fortuna quando finiscono non è mai un problema, perchè durante la notte ricrescono velocemente tante nuove e profumate gemme di caramelle e cioccolatini e  ogni mattina ci sono nuove e abbondanti scorte di dolci a volontà per tutti i bambini ; non passa un giorno che qualche bambino rimane senza dolcetti o non trova su quei magici alberi ogni tipo di dolcezza per il suo palato goloso!
L' Isola è veramente qualcosa d' incredibile e magico, anche la notte quando il sole va a riposare ed esce la luna elegantemente vestita nel suo fantastico abito d'argento e con il suo  ampio mantello  sapientemente puntellato di stelle luccicanti, saltano fuori dai cespugli e dai fiori tante farfalline , lucciole e coccinelle notturne e insieme alle  fatine e agli elfi del bosco tutti insieme, organizzano grandi e vivaci balli e canti in ringraziamento per il giorno appena trascorso.

Peccato che una vera strada asfaltata o un ponte di mattoni o di legno per arrivare in quell' isola non esiste nella realtà, l'unico modo per giungere in quel fantastico luogo è raggiungere al più presto il mondo dei sogni........ che esiste solo quando, sia i grandi che i piccini si addormentano e lasciano andare via e scivolare lontano nella notte e nel cielo blu, ogni pensiero o preoccupazione!
Così ogni sera, prima di addormentarci, piano piano, possiamo cominciare a vedere i colori del mare che circonda quella terra lontana, sentire le risate dei bambini che giocano, sentire il canto dei delfini, vedere le farfalline tutte colorate.....gustare i dolcetti...correre in quel prato verde smeraldo senza stancarci mai...

Capita però che se non ci addormentiamo non riusciamo a sognare e quindi non possiamo vedere e conoscere la favolosa Isola Esmeralda e le sue magnifiche creature!
Qualche volta, anche se ci addormentiamo capita che non riusciamo ad entrare nel mondo dei sogni fino a raggiungere l'Isola magica, solo col tempo si diventa grandi e buoni sognatori, ma ci vuole   soprattutto molta pazienza e tenacia, perciò ogni bambino fin da piccolo dovrebbe allenarsi e dormire bene e serenamente, solo così si può sperare da grandi di poter diventare degli ottimi sognatori, e realizzare tanti importanti progetti, diciamo che è come una sorta di "allenamento sportivo"!"
La mail concludeva così:
Dormi bene piccole caro A., mi raccomando.......Sogni d' oro tesoro mio.!!! Ti auguro di diventare un gran sognatore......ma vedo che già lo sei nel tuo piccolo!!!
Un abbraccio a mamma e papà per averti letto questa piccola favola inventata con te stanotte, sappi che anch'io mi sono divertita moltissimo nel raccontartela....
P.s.; Oggi A. ha sei anni, ha fatto la prima elementare, sono molto orgogliosa e affezionata a lui, è anche un ottimo scolaro, la sua pagella è stata una pioggia di soli 10...che emozione!
Ciao A. oggi ho sorriso ricordando quell'episodio affettuoso, mentre tentavo di conciliare il tuo sonno con quella storiellina, frugando tra la mia stroppicciata e pigra fantasia!"
*
E oggi..... aggiungo che quel post lo scrissi nel 2009.........è proprio vero che sono
sospesa nel tempo!!!
A. sta diventando un ometto, questo mese ha compiuto nove anni......è sempre ultra vivace e i suoi genitori ne sanno qualcosa, ma per me è ottimo esattamente così com'è!!!! A scuola è bravissimo e la sua pagella è tutt'oggi una pioggia di dieci....
A me dico grazie(scusate la poca modestia...), per non aver cancellato quel post, rimasto tutto questo tempo congelato insieme alle emozioni e al ricordo di quel giorno.
Stamattina quando l'ho ri-visto, bè ho pensato fosse giusto pubblicarlo , meglio tardi che mai, chissà se il mio ometto lo leggerà e gradirà!!!
Un abbraccio a tutti i genitori che hanno avuto il privilegio e la fortuna di essere diventati tali e un bacio grande e immenso come il mare a tutti i bambini, unica vera luce e salvezza del mondo!!!
*

10 commenti:

jasmin ha detto...

liebe Miriam, wir wünschen uns alle eine Welt, wie sie für den Menschen geschaffen wurde,
wir sind nur Gäste, aber das vergessen die Menschen.

"Kinder sind die Blumen der Welt,
Kinder sind der Segen der Erde".

liebe Grüße von Jasmin
und Danke

Miriam ha detto...

@jasmine
Il tuo commento arriva dritto al cuore...sono d'accordo con te quando dici:
"Kinder sind die Blumen der Welt,
Kinder sind der Segen der Erde".
Ti abbraccio forte forte!!!

Vittoria A. ha detto...

Tutto cio' che scrivi porta con se' una poesia e una delicatezza uniche. E' vero che sei sospesa nel tempo e porti con i tuoi lettori, conducendoli in un mondo delicato impalpabile ma circo di significati intensi :)

Miriam ha detto...

@Vittoria A.
Grazie grazie per i tuoi complimenti, anche se penso di aver abusato della pazienza dei lettori, forse mi sono dilungata un pochino, diciamo che mi sono lasciata prendere la mano dal ricordo e dalla sensazione tutt'ora immutata nei confronti di quella bellissima situazione...
Spero davvero di aver condotto te e chi ha letto questo post in quei luoghi impalpabili, creati e nati solo per alimentare i sogni e la fantasia fanciullesca...
A presto...ti mando un caro bacione!

Elisabetta ha detto...

Ogni volta che leggo un tuo post affondo in una sorta di pace interiore!
Ti abbraccio cara!

Miriam ha detto...

@Elisabetta
Ma dai, davvero? Ma così volo sulle nuvolette!!! Non immagini quanto la tua visita mi riempie di gioia e mi fa capire che quel bellissimo filo di amicizia virtuale che si era creato con te e con la tua mamma non si è interrotto, ma è più saldo e robusto che mai!!!
Ricambio il tuo abbraccio e se senti la tua mamma, dalle un bacione da parte mia, ciao cara Elisabetta!!!

chiara moltoni ha detto...

Bellissimo il tuo post, mi sono emozionata così tanto...
Ormai i miei figli sono grandi e di storie, per loro, ne devo inventare di diverse, ma ho una nipotina di nove anni con la quale ne inventiamo di incredibili!
Baci e stilografiche d'oro per la tua fantasia

Eva Q ha detto...

Davvero bella e meno male che hai avuto la possibilità di condividere con noi ;D
Un abbraccio

Miriam ha detto...

@chiara moltoni
Dici davvero? grazie di cuore per aver condiviso, sono sicura che anche tu con la tua nipotina vi divertite alla grande!!!
Molto bello il tuo saluto, le penne stilografiche sono state una delle mie passioni e in questo caso il finale del tuo commento, suona come un augurio di buon auspicio!!!
Ti mando un caro abbraccio, ciao!

Miriam ha detto...

@Eva Q
Era da troppo tempo che quel post era lì, fermo e congelato nelle bozze, perciò dovevo decidere se cancellare o pubblicare...come hai potuto constatare ho scelto la seconda ipotesi, mah!Comunque mi fa piacere che hai gradito quetsa lettura!!!
Ricambio con affetto il tuo abbraccio!!!
Ciao!

Posta un commento

.
Al fine di evitare lo spam, I Vostri graditi commenti saranno pubblicati previa autorizzazione da parte dell'amministratore del Blog. Grazie.
.
Per inserire un commento seleziona il profilo Nome/Url
scrivi il tuo nome e se non hai un sito-blog lascia in bianco la voce Url.
.