.
.
.
Mi avvicino ad un mondo "privilegiato", quello della tastiera che imprime e lascia una seppure futile traccia di me attraverso un pc con pensieri-concetti-sensazioni-emozioni. Nel mio caso c'è da chiedersi se è il tempo che ci cambia o....ma a quanto pare il tempo è "fermo" o almeno è sempre lo stesso, siamo noi che passiamo davanti a questa meravigliosa e sconcertante realtà, siamo noi che camminiamo attraverso il tempo, percorrendo un viaggio avventuroso e ancora siamo noi che decidiamo se cogliere i frutti che ci offre con generosità e ricambiare con gratitudine!
.

I commenti sono ovviamente graditi. Per leggerli cliccate sul titolo dell'articolo(post) di vostro interesse. Per scrivere(postare,pubblicare) un commento relativo all'articolo cliccate sulla voce commenti in calce al medesimo. Per un messaggio generico o un saluto al volo firmate il libro degli ospiti (guest book) dove sarete benvenuti.

domenica 11 aprile 2010

Dedicato a una bambina...(cioè io)

Mentre rileggo le parole dell'immagine(spero si leggano i caratterei piccolini!), le lascio entrare dentro me, lascio che scavino dove e come devono, perchè sono un po' adulta e un po' bambina ma abbraccio soprattutto la parte di me che non sa reagire e rimane in certe situazioni pietrificata e inerme, la proteggo con tutta me stessa, come una madre fa col suo piccolo che non sa difendersi e che non conosce il mondo.
Oggi non avevo intenzione di postare nulla, sono giorni di confusione e per certi aspetti smarrimento dove a nulla serve il ragionamento e la razionalizzazione. Gli stati d'animo non sempre ascoltano il linguaggio della mente, sono ribelli e talvolta spaventano, ti fanno scappare e ti lasciano inerme e senza parole. Già senza parole, io che qui ne scrivo e ne butto tante, mie e altre prese in prestito quando le mie soccombono! Basterebbe fare così piuttosto che così....Ma così non funziona! Allora mi fermo, ascolto, guardo dentro me e fuori di me, ma soprattutto aspetto che la bufera passi per riprendere il cammino. Tento di tenere a bada quell'emotività che fa sfociare nell'impulsività, quella che in passato mi ha fatto tanti sgambetti e creato situazioni più difficili, ma sempre tento di non coinvolgere chi non ha niente a che vedere col mio stato d'animo perchè soffrirei ancora di più.
Aspetto, si aspetto e mi prendo il mio tempo, so che non sempre è facile per il ragionamento corrente capire e accettare questo, si passa per persone infantili e non per persone adulte. Ma chi può dire di essere un adulto per eccellenza? Io non lo sono, mai detto di essere una da prendere come esempio, ma piano piano capisco che va bene così, mi accetto con tutte le mie debolezze, scrivo come un fiume un piena, aspetto e rallento mi prendo il mio tempo sto solo proteggendo la bambina che vive dentro me, la prendo per mano e la rassicuro, non c'è niente in questo di sbagliato, conosco i miei limiti e non mi colpevolizzo più, mai più, sono fragile, molto fragile e quando ho paura di rompermi in mille pezzi come un oggetto di cristallo, cerco la mia via, anche se agli occhi di chi mi osserva è una fuga, ma è solo un proteggere quel pettezzo di cristallo chiamato cuore, perchè non si spezzi per sempre in mille pezzi!
In fondo è solo un modo per mantenere la calma...quando mi sento un pesce fuor d'acqua e non so dove mettermi, non sempre e non tutto può essere sempre spiegato e raccontato, non sempre conosciamo tutte le pieghe del nostro cuore e della nostra anima, non sempre si può essere così forti da non smarrire la strada per giungere a se stessi, ma io voglio provarci ancora!

11 commenti:

unodicinque ha detto...

belle queste considerazioni. Non tutto è spiegabile spesso nemmeno a noi stessi; capita di avere inquietudini apparentemente immotivate, momenti di smarrimento che ci provocano vertigini. Io mi ritengo uno senza risposte ma solo con molte domande. A proposito di quella cosa di Kipling, mi viene sempre un po' da sorridere, e mi perdonerai, perché penso che "quando riesci a mantenere la calma quando tutti attorno a te la stanno perdendo".......forse ti è sfuggito qualcosa!!! :o))

teoderica ha detto...

non sempre si può essere così forti da non smarrire la strada per giungere a se stessi, ma io voglio provarci ancora!
Cara Miriam, il fatto è che una volta che hai visto la strada, è più forte di te, ci vuoi ritornare, anche se sai che è difficile, molto difficile, anche se sai che si cade e ci si fa male......ma si è visto enon se ne può più fare a meno di tentare di giungere a sè stessi.
Buona domenica*_*

luigi ha detto...

E fai bene a continuare a provarci. Mi ritornano alla mente le parole di Carla, una signora allora parecchio + grande di me, mentre ci si raccontava lungo il sentiero di un bosco in estate: "Una cosa ho imparato dalla vita: quando mi sento fragile, incerta ed esposta alle mie paure, quando mi sento sola, allora mi prendo in braccio e mi rassicuro. Così ritrovo calma e serenità.". Ciao, i giorni sono una 'riserva' di sorprese e di possibilità, anche di 'fuga'.

pallina corallina (o sassolina?) ha detto...

Ciao cara,a parte la bellezza di questo scritto,devo dire che mi ha fatto luccicare gli occhi perchè io già lo conoscevo tramite un corso di comunicazione frequentato anni fa che è stato così straordinario per me, da diventare la colonna sonora della mia vita. E ciò che mi ha commosso di più è il fatto che la persona che lo teneva non c'è più e i corsi non vengono più tenuti;veramente un peccato!! Grazie Miri per avermi ricodato dei momenti tanto difficili,ma anche bellissimi! Permettimi di ringraziare chi adesso non c'è più e che mi ha regalato tante emozioni anche attraverso la lettura di questo scritto.Grazie Sergio! Baci !!

palmy ha detto...

Certi periodi sono così, come quando il vento soffia sollevando cartacce, polvere e confusione. Non si riesce a vedere oltre anche perchè non puoi sollevare lo sguardo tanto sei impegnato a proteggerti dai colpi e dalle raffiche... poi, d'incanto, passata la tempesta, ti volti indietro e tutto sembra quieto. Ma ci vuole il tempo.

Sonia Ognibene ha detto...

Vorremmo essere tutti uomini e donne vere, perfette o al limite della perfezione ma ... semplicemente non possiamo.
Siamo fragili, siamo incoerenti, anche quando sappiamo che non dovremmo esserlo, siamo bambini, siamo immaturi, siamo a volte terrorizzati dagli eventi, dalle scelte.
E la cosa brutta è che non vogliamo accettare ciò che non va in noi.
Tu, Miriam, fai bene a lasciarti andare, a prenderti il tuo tempo. Spero solo che tu possa davvero "fregartene" di sembrare (agli occhi di chi non comprende) una bimba impaurita, un cristallo troppo fragile per "resistere agli urti della vita".
Anh'io tante volte vorrei accettarmi per quella che sono... e qualche volta ci riesco.
Un abbraccio forte.

taoista ha detto...

Suggerirei che riflettessi su quanto osservava il maestro taoista Chuang-Tze che diceva:
" Le parole vengono dette ma poi svaniscono nel vento, io mi accontenterei di trovare qualcuno con cui fare conversazione".

Anche la lettura di un buon libro ci può salvare da da tati pensieri che affollano la nostra mente in quel momento...proprio come dici tu: Ci può proteggere dall'interno.

palmy ha detto...

Ma stai bene? Qui c'è qualcosa che non va... non rispondi... Spero che davvero sia tutto apposto e che non ci sia niente di che... ;-)

"bear's house" ha detto...

Ciao tesoro!

Stra-magiche le tue parole...

Perchè?

Perchè è dalla sofferenza che "nascono i fiori più belli"!

...e tu lo sei!

I momenti bui, di "down" e di pausa della vita servono per farci fare passi "luminosi" nel futuro perchè dopo il buio si squarcia il cielo e fa esplodere il sole con le sue cromaticità che non vediamo ma sappiamo che ci sono come i nostri momenti bui...

Questo "voluto bisticcio" di parole per dirti che sei a "colori" anche quando non sai di esserlo.

GRAZIE delle "colorate e bellissime" parole che mi hai scritto...e se vai a cercare la tua anima, troverai uno "spettro solare" che ti condurrà a lei!

STRA-BACI di cuore!!!

KISSES. NI

elena fiore ha detto...

Ciao Miriam, passo per darti la buona serata, la buona domenica e la buona nottata :-)
E, insieme ad una confezione di sorrisi, ti metto dentro anche un bonus-serenità !
un abbraccio, ciao
elena°*°

Miriam ha detto...

@unodicinque
@teodorica
@luigi
@pallina corallina
@palmy
@Sonia Ognibene
@taoista
@"bear's house"
@elena fiore
Un carissimo abbraccio e un grazie a tutti voi!

Posta un commento

.
Al fine di evitare lo spam, I Vostri graditi commenti saranno pubblicati previa autorizzazione da parte dell'amministratore del Blog. Grazie.
.
Per inserire un commento seleziona il profilo Nome/Url
scrivi il tuo nome e se non hai un sito-blog lascia in bianco la voce Url.
.