.
.
.
Mi avvicino ad un mondo "privilegiato", quello della tastiera che imprime e lascia una seppure futile traccia di me attraverso un pc con pensieri-concetti-sensazioni-emozioni. Nel mio caso c'è da chiedersi se è il tempo che ci cambia o....ma a quanto pare il tempo è "fermo" o almeno è sempre lo stesso, siamo noi che passiamo davanti a questa meravigliosa e sconcertante realtà, siamo noi che camminiamo attraverso il tempo, percorrendo un viaggio avventuroso e ancora siamo noi che decidiamo se cogliere i frutti che ci offre con generosità e ricambiare con gratitudine!
.

I commenti sono ovviamente graditi. Per leggerli cliccate sul titolo dell'articolo(post) di vostro interesse. Per scrivere(postare,pubblicare) un commento relativo all'articolo cliccate sulla voce commenti in calce al medesimo. Per un messaggio generico o un saluto al volo firmate il libro degli ospiti (guest book) dove sarete benvenuti.

venerdì 25 settembre 2009

Settembre

Ci siamo, è giunto il tempo per quel mare affinchè taccia e plachi la sua voce, la sua rabbia e le sue domande, il mio sguardo è ancora incredulo per la velocità della sua trasformazione, tutto appare ora immerso in uno scenario diverso, quasi stravolto e mutato a cominciare dai colori al rumore, la luce avvolge ogni cosa con sfumature differenti, persino il profumo della sabbia umida è più persistente e pungente, il movimento lento e pacato delle sue onde appaiono come fluttuanti melodie che si muovono in un'armonia ritrovata e persa nei tempi precedenti .
Settembre giunge a termine e tra non molto saluta il suo mare e dà il benvenuto al nuovo scenario, perchè puntuale si accinge ad indossare abiti dai riflessi più cupi e introversi, ama adornarsi di nuove conchiglie e stelle per far sognare chi crede ancora nella vita, in lontananza volano liberi senza alcun vincolo i gabbiani, stridono e si rincorrono nella ricerca affannosa di cibo e io ripercorro e lascio scorrere gli ultimi ricordi, tutti uno ad uno, evitando e sorvolando su quelli dolorosi, come quando si schivano le onde e gli spruzzi marini perchè la temperatura dell'acqua è troppo fredda e non invoglia al contatto, scanso e allontano gli abissi freddi mentre ricerco la mia nuova luce e un nuovo percorso lungo l'orizzonte, ancora incerto e nascosto, in questo nuovo mare di Settembre che si presenta come palcoscenico e preludio di una nuova stagione, alleato e ispiratore di nuove sensazioni, inizio di un'Autunno tuttavia capriccioso e già fin troppo piovoso, cerco e guardo lontano per ritrovare me stessa e forse comincio a scorgerla! Forse è lei cioè io.

40 commenti:

Darksecretinside ha detto...

Noi siamo come quel mare...
abbiamo dentro le sue tempeste...
ma dopo ogni tempesta, piano e con il nostro tempo...
torniamo a fluire come le onde, sino alla calma attesa e sperata.
Mi fa piacere leggere che sei verso la luce, amica mia.
Un bacio.

Angelo azzurro ha detto...

Settembre da me regala ancora momenti magici in riva al mare. I tramonti di questo periodo sono incredibili. Si può godere in tranquillità lo spettacolo dei gabbiani che danzano indisturbati nella quieta ritrovata. Aspetto con timore l'arrivo dell'autunno che mi allontanerà a malincuore da tutto questo.
Leggo che per te inizia una nuova stagione di ricerca...auguri di cuore Miriam, perchè tu possa ritrovare quella te stessa che, a quanto capisco, si è un pò persa.

La Bohemien ha detto...

Dolce Miriam, è bello lasciarsi cullare da morbide onde, mentre il mare in tempesta è meglio guardarlo da lontano, o a volte....è meglio voltarsi e tornare sui propri passi......

ink ha detto...

Vedi, il mare in qualsiasi stagione sa far trovare chi s'è perso ma in fondo non è importante quali siano i colori del tuo mare o del cielo, se siano carichi di pioggia oppure ancora sereni
E' quello che hai dentro 'il sereno' e man mano sfionderà le nuvole per ritornare

abbracciolo :-)

elena fiore ha detto...

Ciao Miriam, ti auguro buona ricerca di lei (cioé te). Complimenti per la foto postata e buon autunno.
Da poco ho realizzato, che è la stagione che amo di più!
Buona domenica, ciao.
elena°*°

Rosi Jo' ha detto...

Carissima Miriam,
finalmente ho capito chi scrive i testi delle trasmissioni di Umberto Broccoli!!:)
Ieri mattina ho letto il tuo post prima di uscire, ho dato una prima lettura, perché come sai mi piace leggerti e rileggerti per non perdermi neanche una sfumatura delle tue meravigliose parole. In macchina poi, ascoltando In Europa interessante programma di Umberto Broccoli appunto, ho esclamato sbalordita al resto della famiglia: Non è possibile, queste sono le parole di Miriam, proprio le sue!!
Non ti ho scritto subito perchè desideravo riascoltare la trasmissione nel podcast di Radio 1, ma fino a stamattina non l'hanno pubblicato. Non appena lo faranno mi riscriverò i passaggi più belli e te li farò leggere.

Desidero comunque dirti che i tuoi post hanno la capacità straordinaria di far riflettere ed interrogarsi e questa virtualità non è da poco.
Bella l'immagine che dai del mare aspettando che cambierà d'umore, nei suoi colori e nell'intensità.
Cercare per ritrovarsi è molto bello, credo che chi ha questo desiderio possiede una grande capacità introspettiva che aiuta a valorizzare ed esaltare la parte bella che sta in ognuno di noi. La parte è per tutti, riuscire a vederla e migliorarla è solo per pochi.
E tu in questo sei una grande maestra.
Un abbraccio forte e sincero. A presto Rosi

Elena ha detto...

Ciao Miriam... grazie di essere diventata una mia sostenitrice.. prima sono passata di fretta e non ti ho lasciato nessun commento... ora con più calma posso dirti ke scrivi delle cose meravigliose... =) complimenti... fai sognare quello che scrivi.. =) Lena

Miriam ha detto...

@Dark...
Hai colto perfettamente il filo che alimenta il nostro contatto e che ci tiene vicine, perchè entrambe siamo come quel mare!
Ti abbraccio forte forte!

Miriam ha detto...

@Angelo azzurro
La stessa magia si può gustare anche nella mia città, penso che sia un privilegio delle città di mare!
Ogni nuovo giorno è una "nuova stagione" di ricerca mia cara! Ogni situazione merita di essere assimilata e rivalutata e se ho perso qualche attimo di entusiasmo sono convinta che posso sempre recuperare!
Ti ringrrazio per gli auguri e spero per te che l'arrivo dell'Autunno ti regali emozioni liete e spazzi via la tua malinconia!
A presto, ciao!

Miriam ha detto...

@La Bohemien
Ma sei tu la mia dolcezza! Quando mi scrivi sento arrivare profumo di gelsomini e di mandorle, saranno le tue parole, no, niente paura...non sono diventata matta! Semplicemente ti percepisco avvolta in questi profumi, boh, forse la fantasia gioca qualche scherzetto allegro o forse le tue creaturine si divertono a farmi confondere le idee!
Ma di cosa dovevo parlarti? Ecco vedi non mi ricordo più, tempesta? No, sei arrivata tu e ora è tutto calmo e placido!
Ciao , ti mando tanti bacioni e saluta la lumachina!

Miriam ha detto...

@ink
Hai perfettamente ragione, il mare, il cielo o le nuovole cariche di pioggia, i colori e le sue sfumature sono tutti parametri emozionali del nostro "sereno" o "variabile", "burrascoso" o "calmo" interiore, siamo noi che possiamo dare una svolta a tutto quello che accade fuori di noi, solo se lo vogliamo, ci vuole tuttavia sempre una grande forza per non scoraggiarsi o peggio ancora attribuire la responsabilità del nostro stato, ad altri!
Ricambio con molto piacere il tuo abbracciolo!!!
Bacioni!

stella ha detto...

L'immagine è magnifica!

Miriam ha detto...

@elena
Mi hai fatto ridere lo sai con questo tuo allegrissimo augurio di "BUONA RICERCA DI LEI(CIOè TE), sei sempre unica e vorrei che non ti stancassi mai di me....scusa faccio la bambina lagnosa così torni a farmi un po' di coccole e mi fai ridere un altro pochino! Quindi, vediamo un po' devo concentrarmi ...ma come faccio a trovare lei se qualche volta io, cioè l'altra si perde? Non sono scissa, gioco un po' con le due entità, ma chi ha detto che poi sono solo due? Pirandello diceva che siamo "uno, due...centomila...."Che confusione, ma forse vivere è bello per questo!!!
Quanto alla foto anch'io l'ho trovata interessante e comincio come te ad apprezzare i toni pacati dell'Autunno...(eh, l'età avanza anche per me....)
Buona serata di fine domenica carissima Elenita!!!!

Miriam ha detto...

@Rosi Jo'
Dio mio...sono dovuta entrare su internet per ricordare chi è Umberto Broccoli...ma chi è che scrive i suoi testi? Che confusione, mi aiuti? Aiutoooo, sto diventando UN CASO FAMILIARE in casa tua...le mie parole? Ma quali? Continuo a non capire...ma lui parla come me o io come lui, Dio mio, prima elena(fiore) mi fa certi auguri che mi confondono le idee e ora tu mi dici di testi radiofonici dove ci sono "le mie parole"....A parte gli scherzi sono e resto sbalordita da quello che mi scrivi, vuol dire che ti capita di pensarmi anche fuori dal blog? Ma come faccio a ringraziarti e abbracciarti? Siete TUTTE così speciali con me, che bello, mamma mia!Comunque mi farà piacere leggere quei passaggi di cui mi parli, ho sbirciato il suo sito, niente male davvero...
Ma tu sei una valanga di affetto e complimenti nei miei confrobìnti che mi crei un notevole imbarazzo...Chiissà poi quanto riesco a realizzare concretamente di tutti quei miei buoni propositi...Mah!Altro che maestra, sono una gran pasticciona!
Ricambio e straricambio il tuo abbraccio e lo estendo anche alla tua famiglia, giacchè sono entrata grazie a te in casa tua!

Miriam ha detto...

@Elena(Lena, per distinguerla da elena fiore)
Ciao a te e benvenuta nel mio blog, è un grandissimo piacere ricevere nuove e interessanti visite, si, è vero sono diventata anch'io una tua sostenitrice al volo, mi capita ogni volta che trovo interessante e piacevole il contenuto al suo interno! Andiamo bene...anche tu sei splendida con me, d'altronde siamo entrambe due sognatrici e anche per questo sono felice che tu sia passata dalle mie parti per conoscermi!
Penso che continueremo a frequentarci, sarà bello poter condividere anche con te stati d'animo, sogni ed emozioni...
Un carissimo abbraccio, a presto...

Miriam ha detto...

@Stella
Grazie per il parere, anch'io ho apprezzato molto quest'immagine, diciamo che rispecchiava abbastanza fedelmente il mio stato d'animo!
Un caro saluto...

Vittoria A. ha detto...

Ciao Miriam, il mare e' l'origine della vita, tutto viene da lui. Noi veniamo da lui. Come descrivi tu benissimo, e' dentro di noi, parte di noi! Leggendo il tuo post e' come se l'avessi percepito sulla pelle! :D

Rosalba ha detto...

ciao Miriam...il mare ha mille volti ma tutti coinvolgenti e portatori di emozioni...forse schivare l'onda, perchè non invoglia al contatto, non basta ma meglio lasciarla scivolare via e godere del suo infinito e continuo movimento...un venire ed andare che somiglia molto agli eventi della vita

grazie x essere passata da me

un abbraccio

Cinzia ha detto...

Settembre è uno dei miei mesi preferiti...questo mese ci sta regalando delle magnifiche giornate, splendenti, serene e spero con tutto il cuore, abbia illuminato anche e te ed allontanato così dubbi e malumori.
Con l'affetto di sempre,
Cinzia

Miriam ha detto...

@Vittoria A.
Che bello il tuo commento, tutti veniamo dall'acqua, è vero la vita pùò originarsi e svilupparsi solo grazie ad essa.
Ogni volta la vita ci ricorda che dobbiamo esserle riconoscenti e forse proprio per questo le varie vicende quotidiane ci riportano alle nostre origini primordiali, per non rinnegare mai la vita che ci è stata donata e abbracciare quel mare che vive dentro di noi e non finisce mai di stupirci ed emozionarci!
Percezione per percezione ora prova a sentire il mio abbraccio!!!
Dolce notte Vittò!!!

Miriam ha detto...

@Rosalba
Hai ragione, molto meglio lasciar scivolare via quell'onda che non invoglia al contatto! In fondo il mare, il nostro mare interiore, non finisce mai di stupire e il suo movimento è rappresentato dalla nostra continua ricerca ed evoluzione , si comporta come la vita stessa, non è mai uguale e statica, ogni istante è differente dall'altro...per fortuna!
Grazie a te, perchè continui a segurmi con grande affetto e grande senso di amicizia!
Ricambio con piacere il tuo abbraccio!!!

Miriam ha detto...

@Cinzia
Anch'io amo il mese di Settembre, spesso m'ispira belle emozioni, quanto ai "dubbi e malumori" , niente paura...tutto passa e se non dovesse passare, bè decido di lasciar scivolare via tutto quel peso che mi opprime e disturba!
Ti ringrazio sempre tantissimo per l'affetto che mi regali, ti auguro una dolce notte!!!

Vittoria A. ha detto...

Miriam, ma sai che l'ho percepito veramente? :D

palmy ha detto...

Molto bello questo post, settembre per chi lavora a scuola è come gennaio, il vero inizio d'anno!

Miriam ha detto...

@Vittoria
Davveroooo? Hai percepito il mio abbraccio o il post? Bè siccome sei così simpatica e affettuosa con me, faccio io, mi piace pensare che hai percepito entrambe le cose, troppo presuntuoso da parte mia?

Miriam ha detto...

@palmy
Benvenuta, è un piacere ricevere anche i tuoi complimenti, capisco il tuo stato d'animo nei confronti di Settembre come tappa d'inizio anno lavorativo; per il mese di Gennaio c'è(per fortuna)ancora un po' di tempo!
Trovo molto interessante e degno di attenzione anche il tuo blog, dove spesso le tue esperienze lavorative cariche di emozioni sono sovrapponibili ai miei stati d'animo!
Sono felice di poter condividere anche con te questo spazio, a presto, spero...
Un caro abbraccio!

Rosi Jo' ha detto...

Cara Miriam finalmente eccomi qui con il brano di Umberto Broccoli dedicato al mare di settembre.
Scusa se ho fatto un po' di confusione, ma quelle parole della trasmissione erano in piena sintonia con il tuo post e non potevo non fartele leggere, perchè hanno lo stesso stile e profondità.
Buona lettura un abbraccio forte forte

È necessario parlare del mare in questa fine di settembre, è necessario e giusto, perché da qualche tempo il mare ha ripreso il suo respiro profondo, largo, forte, inteso, scintillante, infinito.

Eliminati i bagnanti, spariti gli ombrelloni e i segni umani del divertimento, il mare ha ripreso tutti i suoi colori attenuati dalla stagione, ma carichi di un retrogusto venato dalla malinconia.

Se siete oggi davanti al mare siete nel grande respiro e appartenete al canto del mare, vivendo sensazioni uguali in posti assolutamente differenti.

Il mare oggi non restituisce squallore e sabbia sporca. Il mare oggi ha un profumo buono di abbandono vivo, i tronchi di legno, le alghe marcite, non raccontato abbandono, ma cambiamento.

La stagione è finita, ma non è morta.

Il litorale si addormenterà bagnato da un’acqua sempre più fredda, in attesa di recuperare il calore e il colore dell’estate.

Quasi non siamo più abituati a respirare la tranquillità, la lentezza e il cambiamento di un colore.

La passeggiata in riva al mare è un luogo comune, un luogo dove ci si ritrova. E chi passeggia sulla riva del mare, in questi giorni ha quell’aria vagamente malinconica, di chi guardando il mare, vede navigare la sua storia personale sulle onde.

Le parole non servono, non c’è bisogno di comunicare. Le poche frasi sono espressioni venate dalla voglia di fermare quel momento, dalla voglia di non vedere tramontare il sole su quel mare abbandonato di settembre.

Il tramonto inizia ad affacciarsi dopo pranzo, con un sole sempre meno caldo pronto a scomparire in un incendio molto prima della fine del pomeriggio,, tra barche in secca e sabbia sempre più fredda e bagnata dall’umidità della sera.

Il colore della notte si presenta all’improvviso, ti sorprende, allora lasci la spiaggia e con lo stesso passo cerchi di allungare quella giornata di mare in un bar frequentato dai pescatori e lì avrai la consapevolezza dell’inverno guardando gli occhi di quegli uomini di mare, ieri pieni di onde, oggi fissi a guardarsi riflessi nello specchio del bancone dei liquori. Occhi in attesa di un’altra stagione.

E tu venuto via da un tramonto sul mare aspetti come loro qualche parola che ti porti nel grande respiro del mare, in quella luce artificiale di un bar alla fine di una giornata di settembre.

Miriam ha detto...

@Rosy Jo'
Stavo per chiudere il blog e pensavo di passare da te per lasciarti un salutino, una buonanotte o forse uno dei miei tanti e immancabili abbracci...e invece i nostri pensieri si sono incrociati...mi hai preceduta con questo tuo immenso pensiero, vasto e avvolgente come amo io, enorme e caldo come il mare di Settembre, come il mare che sentro dentro di me!
Non trovo parole adeguate per ringraziarti...oggi ho lavorato parecchio e sono anche fusa...ma ci tenevo a ringraziarti immediatamente e mi chiedo perchè certe empatie talvolta non accadono anche nella realtà!
Ma sarei ingrata se dicessi che tra le persone che mi conoscono non ci sono anche quelle che sanno guardare in profondità e scorgono in me che c'è una persona che nel suo piccolo sa(nonostante tutto....) donare amore e affetto!
Ti abbraccio(scusa se non rileggo...), sogni d'oro e grazie ancora!!!

Vittoria A. ha detto...

ciao Miriam, ho percepito entrambi! sia l'abbraccio che la poesia contenuta nel post.
Ti abbraccio anche io.

Miriam ha detto...

@Vittoria A.
Avere amiche-lettrici come te è una vera....VITTORIA!!!
Che bella questa sintonia, me la gusto tutta tutta, è buonissima!
Ciauuuu...

La Bohemien ha detto...

La lumachina non era scappata, si era solo nascosta dall'altra parte del vaso, che da sul vuoto, senza paura se ne sta li in bilico, attaccata con quella bavetta sciutta...e se con un colpo di vento volasse via? Le lumachine sembrano così tanto quiete, calme, lente e pacifiche, ma quanto rischiano.....
E' proprio questo il senso sai? C'è molto più da perdere a fare la lumaca che a fare il furetto, correndo correndo forse si riesce a far tutto, ma con quanta fatica.....
A volte è necessario essere un pò egoisti, stare li in bilico sul vuoto, sotto ci stanno tutte le cose che potremmo fare per chi ci circonda, ma noi dobbiamo cercare di rimanere appiccicati a quel vaso che magari è senza fiori ma chissà perché ci piace tanto....
Gelsomino e mandorle, i miei preferiti, nessuna follia, nessuna casualità, se li senti, in fondo in fondo, da qualche parte nell'etere e nel cosmo, deve pur esserci un motivo...
Un grande abbraccio ^_^

Miriam ha detto...

@La Bohemien
Ma lo sai che questa storia della lumachina è proprio simpatica, mi fa piacere che anche tu la stai "sfruttando" come metafora per le nostre riflessioni!
Io stessa mi sto affezionando a lei, che zitta zitta, ti lascia un messaggio mentre disegna la sua scia argentea che grazie al suo passaggio diventa un segno della sua presenza, di certo non casuale. Lei stessa sembra divertirsi nel giocare a nascondino con te che, con curiosità e stupore, segui i suoi spostamenti e i suoi scherzetti; ma lei è una brava lumachina-equilibrista venuta da lontano, magari da uno di quei boschi incantati dove le tue creaturine prendono vita e si animano ogni volta che ognuno di noi le guarda ed esprime un desiderio!
La dolce lumachina è portatrice di magia e buon auspicio, ma penso anche che è una gran furbetta, ha capito che soggiornare dalle tue parti è un bel privilegio, lei stessa percepisce che sei una personcina in gamba e che la tua compagnia è deliziosa, difficilmente se ne andrà!
Quello che tu chiami "rischio" , la lumachina la chiama riconoscenza nei tuoi confronti per aver realizzato tante creaturine che vivono nei boschi incantati e reso felici le persone che decidono di ospitarle nella loro casa!
Proprio lei, così pacifica e apparentemente insignificante sa regalare dolci sensazioni e forse anche lei respira la stessa fragranza che percepisco quando ti scrivo e ti penso...quella appunto dei gelsomini e dei fiori di mandorlo!
Dunque ci ho azzeccato, sono i tuoi preferiti! Anch'io li adoro, sono amante di queste profumazioni, ne riempirei la casa fino allo stordimento!
Ricambio con grande felicità il tuo bellissimo abbraccio, a presto!

francuzza ha detto...

dolce anima, quanta tenerezza e forza hai dentro di te ....
l'equilibrio non è cosa facile...
ti auguro di trovarlo, di superare il tuo periodo ..."nero", la tua tempesta, che per quanto forte e devastante è sempre seguita
dalla calma e dalla serenità
un grande affettuoso abbraccio...

Miriam ha detto...

@francuzza
Che bello sentirsi chiamare "dolce anima"!
La forza è il mio obiettivo da raggiungere, mentre la tenerezza riesco ad esternarla più facilmente con i bambini e con le persone che mi amano semplicemente per come sono!
L'equilibrio non può esistere in un dinamismo come la vita ci impone, eistono attimi, frammenti...
Ti ringrazio per le parole cariche d'affetto e amicizia, sì, verrà anche la quiete e forse ne gusto già i primi bocconi mentre sorseggio il mio tè autunnale alla vaniglia!
Ricambio con immenso piacere il tuo caloroso abbraccio!

Fata Bislacca ha detto...

Anche qui, con questa immagine di profondità e mutevolezza, ti lascio un mio grande ed avvolgente (e mattiniero) abbraccio. Cathy

Miriam ha detto...

@Fata Bislacca
Il Buongiorno si vede dal mattino...e io ti ringrazio con tutto il cuore ma il sabato potevi dormire un altro pochino, non credi? Sei sempre così bislaccamente mattiniera? Almeno oggi non ho messo la sveglia in azione, anche Dylan sa quando può fare da "seconda" sveglia o deve rispettare i miei tempi di fine setimana...anche se continua a reclamare con impazienza la sua uscita mattutina, andando dal balcone alla porta del salone che porta all'ingresso...
Ti auguro un sereno fine settimana....mentre io ho un macigno dentro per le tragiche notizie di ieri riguardo al disastroso evento che si è abbattuto a Messina, lasciando uno scenario di desolazione e morte, già ripetuto troppe volte...
Ti abbraccio e raggiungo col pensiero le amiche/i siciliani conosciuti tramite il blog, perchè non perdano il coraggio e la speranza in questi momenti di disastroso dolore, perchè sono persone speciali con un cuore grande!

kinnie51 ha detto...

Ho letto solo oggi un tuo commento su un mio vecchio post.Tranquilla! Io vivo nel centro della Sicilia.Quì non ci sono mai stati problemi.Comunque un sentito grazie per la partecipazione.

Miriam ha detto...

@Kinnie51
Non sono riuscita a frenare l'apprensione...grazie a te per aver risposto al quel mio commento...
Ti abbraccio!

DIANA B ha detto...

Ciao cara, autunno è una stagione che amo moltissimo, così teneramente malinconica, con le sue pennellate di colori caldi.....e il mare...con tramonti da sogno. E' proprio bello in solitudine gustarlo in questa stagione, con il chiacchericcio delle sue onde che pare vogliano dirci che non siamo soli.
Buona settimana, un abbraccio stretto Bruna

Miriam ha detto...

@DIANA
Ciao(Bruna o DIANA?), benvenuta col tuo commento in questo post più "vecchietto" rispetto agli altri! Le onde parlano quasi sempre al nostro cuore, perchè mai dovremo sentirci soli?
Ricambio l'augurio per una Buona Settimana, un caro abbraccio anche da parte mia!

Posta un commento

.
Al fine di evitare lo spam, I Vostri graditi commenti saranno pubblicati previa autorizzazione da parte dell'amministratore del Blog. Grazie.
.
Per inserire un commento seleziona il profilo Nome/Url
scrivi il tuo nome e se non hai un sito-blog lascia in bianco la voce Url.
.