.
.
.
Mi avvicino ad un mondo "privilegiato", quello della tastiera che imprime e lascia una seppure futile traccia di me attraverso un pc con pensieri-concetti-sensazioni-emozioni. Nel mio caso c'è da chiedersi se è il tempo che ci cambia o....ma a quanto pare il tempo è "fermo" o almeno è sempre lo stesso, siamo noi che passiamo davanti a questa meravigliosa e sconcertante realtà, siamo noi che camminiamo attraverso il tempo, percorrendo un viaggio avventuroso e ancora siamo noi che decidiamo se cogliere i frutti che ci offre con generosità e ricambiare con gratitudine!
.

I commenti sono ovviamente graditi. Per leggerli cliccate sul titolo dell'articolo(post) di vostro interesse. Per scrivere(postare,pubblicare) un commento relativo all'articolo cliccate sulla voce commenti in calce al medesimo. Per un messaggio generico o un saluto al volo firmate il libro degli ospiti (guest book) dove sarete benvenuti.

venerdì 11 settembre 2009

Mare, mare...

Un'immagine che parla, una ragazza seduta in riva al mare guarda e ascolta assorta nei suoi pensieri, la voce del mare, con quel gesto, lei come me, rinnova il legame indissolubile col mare, un patto antico d'amore e di reciproca fedeltà! A fine giornata è bello ritrovarsi col proprio mare, per fare ancora una volta un'attenta valutazione degli eventi, tirare le somme e riconoscersi come parte integrante dell'Universo!
Negli ultimi giorni di ferie ho fatto un po' di pulizia, ho buttato i brutti ricordi in fondo a quel mare come fossero inutili sassolini ingombranti, li ho lasciati cadere uno ad uno senza alcun rimpianto per la loro sorte, gli abissi si son ripresi quello che era più giusto, perciò ringrazio quel mare che mi ha tenuta compagnia e scaldato il cuore, allontanando la paura di non farcela e di sbagliare.
Sono consapevole che parlare ancora una volta del "mio mare" non è un fatto nuovo per chi con costanza e pazienza, amicizia e simpatia mi segue attraverso le pagine spiegazzate e sgualcite di questo mio blog. Più volte ho raccontato in altri post di questo mio amore travolgente per il mare che sfrutto come metafora per sviscerare le mie emozioni più buie legate al riflettere intricato e complesso di una parte di me che soffre ma che sa anche gioire, ma cos'è questo pulsare di pensieri che s'intrecciano in un caotico groviglio? Dove abitano? Nella mente, nell'anima o nel cuore, nell'inconscio o nella realtà? Nel presente o forse sono già nel futuro?
In quella distesa ci sono frammenti di me che percepiscono la bellezza della vita, ci sono le esperienze, i ricordi, il passato che s'unisce col presente, ci sono i sogni e le speranze, i desideri , l'amore per la giustizia e per i sentimenti semplici e genuini, il rispetto per la verità e la lotta per conseguirla sempre, anche a costo di vivere in continuo flusso controcorrente, contro ogni moda e ogni compromesso di circostanza, ci sono gocce di amore prezioso che raccolgo da ogni esperienza e contatto con le persone e i bambini che incontro nel mio quotidiano fino a commuovermi e che poi lasciano in bocca un retrogusto amarognolo di malinconica nostalgia misto a tenerezza infinita per chi mi permette di entrare nella loro vita gratuitamente senza complicazioni, semplicemente così come sono per quello che sono, nel bene e nel male, con pregi e difetti (tanti) e con tanta voglia di dolcezza da donare a tutti.
Mi ripeto ancora una volta, si, forse annoio e chiedo scusa, per qualcuno sono nauseante (mi spiace) ma ho voglia, una grande voglia di raccontare fino allo sfinimento quanto amo le sensazioni che il mare, questo mio mare mi trasmette, basta guardarlo mentre muta i suoi colori dal tramonto fino all'imbrunire della notte fino a quando scompare l'orizzonte marino e diventa un tutt'uno col nero-blu della sera che avvolge tutto quello che incontra come un gran mantello che scende dal cielo per proteggere e aver cura di ogni essere vivente, me compresa, fortunata e forse ingrata spettatrice di questo magico scenario che miracolosamente si ripete davanti ai miei occhi incantati, che come una bambina non riescono a staccarsi da quella magia ma resta in religioso silenzio ad ascoltare quella voce e la sua melodia che non finisce mai di stupirmi e stringermi la mano soprattutto nei momenti di grande prova, mi sostiene e mi fa sentire viva!

22 commenti:

Darksecretinside ha detto...

La verità cara amica è che tu sei di una sensibilità disarmante....e come tale, tutto smuove foglia....
La conosco questa condizione, pertanto, la so decifrare anche in te.
Capisco a cosa alludi...alle ingiustizie...ed all'anima che si aggroviglia ma che sa anche gioire, commuoversi...
Questo fa di te qualcuno da voler bene per forza....anche se chi non è degno, forse per inferiorità d'essere e di intelletto, fa presto a lanciare pietre....
Le stesse che sai schivare...una ad una...dinnanzi quel mare purificatore.
Non cambiare mai.

Fata Bislacca ha detto...

Essere grati per le "piccole" cose che abbiamo sotto gli occhi, che ci fanno sentire vivi, vibranti, più che pezzettini di carne a lunga (o corta) scadenza... È bellissimo, è grande e non bisogna mai stancarsi di spargere ovunque gratitudine e gioia... Questo è il mio Fata-pensiero del giorno.... Sarà quel che sarà ma io ti abbraccio forte e mi piacerebbe essere li a contemplarlo con te, in silenzio, senza fare né dimostrare niente... Ma io sto qui, ai piedi delle mie montagne verdi che iniziano a tingersi con i rossi e gli arancioni dell'autunno alle porte. Altrettanto a bocca aperta e cuore canterino!
Baci, Cathy

Miriam ha detto...

@Dark...
Hai ragione carissima, davanti alle ingiustizie, l'anima si "aggroviglia" e si contorce, esattamente come una matassa di lana che si ribella e si annoda ancora di più quando si tenta di trovare il filo che, solo lui, è in grado di sciogliere il tutto e ridare a quel cumulo di nodi, la sua forma originale!
Così più o meno siamo noi quando ci troviamo in preda a certe situazioni poco piacevoli, la tentazione è di mollare tutto a se stesso e andare via...
E dato che non sono molto brava a schivare le "pietre" ho deciso di raccoglierle, una ad una e buttarle in un mare profondissimo, sì la sensazione è figurata ma ti assicuro che è molto liberatoria e quel mare, piano piano, diventa chiaro e limpido, come uno specchio... purificatore!
Un caro abbraccio, a presto...

Miriam ha detto...

@Fata Bislacca
Davvero efficace la tua frase "pezzettini di carne a lunga (o corta scadenza)..."
Probabilmente siamo qualcosa di più, per fortuna! Concordo totalmente che non bisogna mai stancarsi di...solo che talvolta siamo fragili e non sempre si è preparati a certe batoste!
Comunque sia, il tuo "Fata-pensiero del giorno" è preziosissimo, lo terrò a mente come elisir di felicità per i momenti bui e difficili!
Vivo giorno per giorno, le mie braccia sono aperte per ricevere quello che arriverà, senza fanatismi o idee strane, il mare come le montagne ogni giorno cambiano sfumature e forme e io non mi stanco di aspettare nuovi frutti!
Passa più spesso a trovarmi se puoi naturalmente...hai il potere di far nascere in me il sorriso ogni volta che ti leggo, mentre i miei occhi diventano lucidi e languidi come quelli delle tue fatine...con poche frasi riesci atrasformare i miei pensieri più malinconici in pensieri carichi di pace, sì pace è il sentimento che mi trasmetti ogni volta, cara Cathy!
Bacioni canterini a te, a presto...

Rosi Jo' ha detto...

Cara Miriam, il tuo post va assaporato lentamente, come dice la famosa pubblicità di una mozzarella e voglio lasciare un commento che esprima appieno il mio pensiero in merito, perciò per questa sera ti abbraccio augurandoti buonanotte e sonni rigeneranti, perché sono troppo stanca. A domani.
Rosi

Miriam ha detto...

@Rosi Jo'
Grazie per l'augurio per un sonno rigenerante, ieri ho notte ho dormito meravigliosamente, ho trascorso un buon fine-settimana al mare, domani si riprende la settimana....perciò buon inizio anche a te, grazie per essere passata da queste parti!!!
A prestissimo...
Bacioni!!!

ink ha detto...

Sogno un mare calmo da guardare per ore senza stancarmi ed anche se in questo periodo resta solo un sogno leggerti è un po' ritrovarmi li a sentire le onde che arrivano leggere e...finalmente respirare

buona giornata Miriam
lella

Rosalba ha detto...

grazie per averci reso partecipi delle tue emozioni...il voler condividere con qualcuno questi "momenti" dell'anima è segno di grande amore e apprezzare, anche silenziosamente, questo dono che ci fai è segno di grande rispetto e, oserei dire, amicizia...e non è poco!
spero che la tua "attesa" sia premiata e che il mare culli la tua "fantasia" ad ogni infrangersi delle sue onde sulla riva

un abbraccio

Miriam ha detto...

@ink
Prima di rispondere al tuo commento sono andata a vedere di chi si trattava...hai voluto depistare con il tuo nuovo "nome", mia cara, eh? Ma non ci sei riuscita...sei proprio tu, la carissima lella di "Ti racconto una storia", la cara compagna dei primi tempi di blog, mi sono chiesta tante volte il perchè del tuo silenzio e il motivo che ti ha spinto a "sparire" se così si può dire! Spero che non sparirai ancora una volta...mi sei mancata moltissimo e mi sono mancati i tuoi racconti, i tuoi commenti, il nostro confrontarci confidenzialmente...
Ma ogni situazione ha i suoi perchè e io rispetto il tuo silenzio che come le onde del mare portano sempre qualcosa di buono e oggi mi porta in dono il tuo ritorno e il tuo esserci! Non stancarti di guardare quel mare calmo, i sogni sono indispensabili, noi stessi siamo della stessa sostanza dei sogni, perchè farne dunque a meno? Abbiamo il diritto di difendere i nostri sogni da ogni forma di bruttura che offende e tenta di demolirli!
E se leggermi ti aiuta come dici, coraggio riprendiamo a frequentarci come ai vecchi tempi, sarà bello ritrovarci e riabbracciarci più forti e sicure dei nostri passi, delle nostre decisioni, dei nostri pensieri e ideali, perciò buttiamo in fondo al mare la malinconia, perchè finalmente si riprende a respirare cara dolce lella, bentornata da queste parti, torna presto a trovarmi!!!
Un carissimo e immutato abbraccio!

Rosi Jo' ha detto...

Cara Miriam, perdonami per il ritardo, ma ogni volta che rileggo questo post non riesco ad abbracciare la profondità e l'intensità di tanti passaggi toccanti che muovono in me ricordi ed emozioni. Come l'immagine che ho di mia madre, nel suo ultimo anno di vita, quando seduta davanti alla finestra, osservava il mare per ore. Le piaceva vederlo mutare nell'aspetto e nei colori.
Anche lei buttava i brutti ricordi in fondo a quel mare come fossero inutili sassolini ingombranti, li lasciava cadere uno ad uno senza alcun rimpianto per la loro sorte, ed era grata a quel mare che le teneva compagnia e le scaldava il cuore.

Un'altra cosa che ho apprezzato tanto è la considerazione che fai in questo scambio di sentimenti spontanei e sinceri. E' meraviglioso leggere che "ci sono gocce di amore prezioso che raccolgo da ogni esperienza e contatto con le persone e i bambini che incontro nel mio quotidiano fino a commuovermi e che poi lasciano in bocca un retrogusto amarognolo di malinconica nostalgia misto a tenerezza infinita per chi mi permette di entrare nella loro vita gratuitamente senza complicazioni, semplicemente così come sono per quello che sono, nel bene e nel male, con pregi e difetti (tanti) e con tanta voglia di dolcezza da donare a tutti".
In queste parole mi rispecchio e le sento anche mie e ti ringrazio di tanta sensibilità e capacità, perchè riesci a descrivere quello che sento , ma non so esprimerlo come fai tu.

Un abbraccio affettuoso e sincero xxx Rosi

Miriam ha detto...

@Rosalba
Grazie a te per aver trovato queste mie emozioni degne di essere commentate, hai ragione mia cara, sono "momenti" dell'anima, in effetti quando decido di scrivere frammenti così personali penso che tra voi ci sono persone amiche, diversamente non scriverei neanche una sola parola di questo genere!
E tu sei una persona molto affettuosa e premurosa, eppure non ci conosciamo...
L'attesa è sempre qualcosa che da un lato mette in fibrillazione ma dall'altro crea una certa ansia, non so quale piega prenderà tutto questo pensare-decidere-osservare-ascoltare! Ma voglio pensare che il mare non si stanchi mai di cullarmi e rendere la mia fantasia qualcosa di piacevole non solo per me stessa ma anche per chi mi sta vicina e crede in me, per quella che sono e non per quello che vorrebbero o avrebbero voluto che fossi.
Spero davvero di prendere come buon esempio la capacità che hanno le onde del mare che pur infrangendosi sugli scogli, trovano sempre la forza per ricominciare!
A te un abbraccio avvolgente come il mare e un grandissimo bacio!!!

Miriam ha detto...

@Rosi Jo'
Vorrei ricordarti che in questo spazio il tempo è annullato e relativo, quindi non c'è nessun ritardo da parte tua nè nessun tempo o priorità da rispettare, cara Rosi!
"Abbracciare la profondità e l'intensità...", io invece penso che ci sei riuscita in pieno, mi sembra di vederla la tua mamma con il suo sguardo intenso e profondo(per caso il colore dei suoi occhi era verde-blu come le onde del mare in burrasca?), affaticato dai ricordi di una vita bella e ricca di avvenimenti gioiosi e altri difficili, dall'alternanza di pensieri legati alla sua fanciullezza, il tempo passato che trova la sua essenza nel tempo presente, ma tutto avvolto e legato ad un grande amore e attaccamento per la vita e per i valori che contano e che hanno reso felice il suo cuore! Così la immagino la tua mamma, perchè penso che le persone care che ci hanno lasciati ri-vivono ogni volta che vengono ricordate dalle persone che le hanno conosciute e come te che hai amato profondamente lei, la tua mamma e che attraverso questo commento hai voluto farmi dono della tua bellissima e toccante emozione!
Bisogna poi trovare la forza e il coraggio di buttare via i sassolini inutili e ingobranti che appesantiscono il cuore e la nostra vita, proprio come faceva la tua cara mamma, bisogna avere la coerenza e l'onestà di lasciarli andare senza rimpianti al loro "destino", perchè le nostre mani siano finalmente libere e pronte per accogliere e prendere quello che di buono e pulito la vita ci offre, ringraziando sempre quel mare perchè davvero ci scalda il cuore e ci tiene compagnia nei momenti difficili!
Ti ringrazio per il bellissimo complimento che mi dedichi a fine commento...ma sono io che ancora una volta, ringrazio te, perchè attraverso le tue parole ho l'occasione per riflettere sulle parole scritte e sulle altre(tantissime...) "censurate" e conservate nel baule dell'animo, per ritrovare più velocemente la pace e nuovi sentimenti più positivi per me stessa e per chi mi sta vicino.
Ti abbraccio anch'io con tanto affetto, a presto...

ink ha detto...

Disintossicazione estiva da internet :-) con un clima meno rigido e piovoso di oggi, le giornate più lunghe e la voglia di stare fuori piuttosto che attaccata a un monitor a tutto ciò aggiungiamo qualche problema di troppo al lavoro
Del resto non è tempo facile per nessuno questo quindi rientro nella assoluta normalità :-))
abbraccio :-)
lella
Però posso garantirti che sono mancate anche a me le nostre chiacchierate e con calma riprenderemo i discorsi e quel feeling che s'è instaurato

Miriam ha detto...

@ink
Hai perfettamente ragione, l'etate dovrebbe essere la stagione ideale per disintossicarsi e rigenerarsi un po'!
Mi fa un piacere immenso rileggerti anche stasera, proprio come amavamo fare all'inizio quando un commento a testa stava stretto a entrambe, ci siamo coccolate a suon di due e più commenti alla volta, quasi sfruttando il pretesto del post come trampolino di lancio per approfondire e rendere più ricca la nostra conoscenza reciproca!
Sono felicissima del fatto conservi di quel periodo i sentimenti che descrivi, sono pronta a riprendere con la stessa calma che desideri, i discorsi e quel feeling che si è instaurato, riconoscente verso quel tempo che non è stato un tempo sterile nè privo di frutti!
Ti abbraccio anch'io con tanto affetto, a presto...

arrgianf ha detto...

"ho fatto un po' di pulizia, ho buttato i brutti ricordi in fondo a quel mare come fossero inutili sassolini ingombranti" bellissima questa frase.

Miriam ha detto...

@arrgianf
Benvenuto nel mio blog, sei "nuovo" da queste parti, ci siamo incrociati nel blog di Marcus, se non sbaglio!
Mi fa piacere che quella frase ti abbia trasmesso qualcosa, penso che un po' tutti abbiamo qualche "sassolino" da buttare in mare, nella speranza di non ritrovarcelo più tra i piedi.
Se vuoi torna a farmi visita, sarai ovviamente gradito, ciao!

effepi ha detto...

Arrivo a te dal blog di Rosi Jo' e trovo un'altra "malata di mare", come te amo la sua immensa distesa liquida, fatta di silenzi, di rumori assordanti, di colori in continuo cambiamento, e non mi stancherei mai di parlare di esso, molto spesso rischiando di essere monotona....le tue riflessioni sono bellissime e mi hanno trasmesso molte emozioni che sono anche le mie! Tornerò a trovarti presto e buona serata! Paola

Miriam ha detto...

@effepi
Benvenuta alla nuova arrivata, è con immenso piacere che t'invito ad accomodarti e fermarti quanto vuoi tra le pagine del mio rosa-blog, ricevere nuove visite è per me un grande stimolo per proseguire nella conduzione e nella creazione di nuovi post, spero che tu possa trovare argomenti di tuo gradimento e che tornerai a trovarmi ogni volta che lo desideri, in pieno spirito di libertà!
Ho visitato anche il tuo blog, lo trovo ricco di similitudini con il mio modo di pensare e amare il mare, il mio è un vero innamoramento che con l'età cresce e aumenta in modo allucinante e che mi regala spunti e metafore da ricollegare a tappe importanti della mia vita!
Hai paura di diventare "monotona" parlando del mare e di tutte le sue manifestazioni? Non credo che un rischio simile possa mai esistere, chi non ama il mare è una persona che ama poco se stesso(senza nulla togliere a chi preferisce parlare d'altro!).
Sono contenta che ci siamo incontrate e che le mie "riflessioni" ti trasmettano qualcosa!
Dato l'orario ti auguro una dolce buonanotte...a presto...

Vittoria A. ha detto...

Ciao Miriam! Piu' dell'immagine stessa fanno sognare le tue parole sul mare. E' come visualizzarlo e percepire subito il suo beneficio. Come va?

Miriam ha detto...

@Vittoria A.
Davvero? dici davvero che le mie parole sul mare...Sono contenta di quello che mi scrivi, talvolta temo di rasentare la noia con i miei grovigli mentali e problematici...Sto abbastanza bene, prendo le dovute distanze dai famosi sassolini...non si sa mai, mia cara Vittoria! Mi fa un enorme piacere ritrovarti, mi mette allegria, cosa tra l'altro che caratterizza il tuo blog ed il tuo modo specialissimo di raccontare gli avvenimenti più semplici come se fossero pagine di un romanzo!
Ti chiedo scusa se ultimamente passo da te solo per leggere quello che posti, ma sono sempre di fretta e quando vorrei lasciare un commento sono fusa dal lavoro e dai soliti trambusti!
Ma ora mi sento in debito....devo rimediare....
Per incominciare va bene un gran bacione?
Ciao, a presto!

Rosalba ha detto...

grazie Miriam di essere passata da "me" e di avere lasciato quell'augurio, grande e forte come una "valanga", per la mia nipotina, ho gradito tanto, tanto, tanto...
ma sai...voglio dirti una cosa, a costo di essere esagerata e banale, o non so cos'altro...ogni volta che leggo le tue risposte ai miei commenti mi assale un brivido, un brivido caldo e piacevole, direi di soddisfazione, come se mi stesse dicendo "ecco Miriam ha letto oltre le parole...", è una sensazione straordinaria...ma cos'è 'sta cosa?...
il tuo abbraccio "avvolgente come il mare" l'ho preso tutto e te lo rimando con uguale intensità

Miriam ha detto...

@Rosalba
Ciao, sono molto contenta che hai gradito i miei auguri per la vostra piccolina, è deliziosa, un amore di bambina!!!
Perchè esagerata e banale? Sei stupenda! Nessuna finora mi ha mai detto quello che mi stai dicendo ora, nessuna è stata così "sorella"(ho solo un fratello) con me, anche se altre direi TUTTE sono affettuosissime con me e piene di dolcezze nei miei riguardi, mi chiedo se merito tanto, di sicuro sono totalmente sincera e leale con ognuna di voi, di sicuro non vengo a trovarvi per avere in cambio niente ma quando lascio un mio pensiero è perchè lo sento dentro in modo così forte da non poter far niente per trattenerlo se non donarvelo come un piccolo dono in cambio dell'emozione che mi regalate attraverso le vostre bellissime parole ed emozioni!
Cara Rosalba sei tu che stasera regali a me brividi di gioia, nel dirmi che hai la sensazione che "leggo oltre le parole", in realtà confesso che non amo lasciare solo un saluto frettoloso stile sms...tanto più che non amo particolarmente scrivere sms, non riesco quasi mai a fare una sintesi, lo trovo troppo sbrigativo come tipo di comunicazione e sono anche imbranata nel digitare sul cellulare...Nei commenti ai post, mi piace dare o lasciare qualcosa del mio percecire le emozioni di chi scrive, mi piace condividere e andare in fondo, scavare! Ma, vedi? sono io l'esagerata!
Grazie per il tuo affetto, un altro caro e immenso abbraccio a te e un bacino alla piccola stellina Iris(così si chiama vero, spero di non sbagliare!)

Posta un commento

.
Al fine di evitare lo spam, I Vostri graditi commenti saranno pubblicati previa autorizzazione da parte dell'amministratore del Blog. Grazie.
.
Per inserire un commento seleziona il profilo Nome/Url
scrivi il tuo nome e se non hai un sito-blog lascia in bianco la voce Url.
.