.
.
.
Mi avvicino ad un mondo "privilegiato", quello della tastiera che imprime e lascia una seppure futile traccia di me attraverso un pc con pensieri-concetti-sensazioni-emozioni. Nel mio caso c'è da chiedersi se è il tempo che ci cambia o....ma a quanto pare il tempo è "fermo" o almeno è sempre lo stesso, siamo noi che passiamo davanti a questa meravigliosa e sconcertante realtà, siamo noi che camminiamo attraverso il tempo, percorrendo un viaggio avventuroso e ancora siamo noi che decidiamo se cogliere i frutti che ci offre con generosità e ricambiare con gratitudine!
.

I commenti sono ovviamente graditi. Per leggerli cliccate sul titolo dell'articolo(post) di vostro interesse. Per scrivere(postare,pubblicare) un commento relativo all'articolo cliccate sulla voce commenti in calce al medesimo. Per un messaggio generico o un saluto al volo firmate il libro degli ospiti (guest book) dove sarete benvenuti.

domenica 11 dicembre 2011

Incertezze

Una cara lettrice e blogger qualche giorno fa mi ha scritto un breve commento..."Dove sei?", ebbene ci sono, anche se il mio blog è rimasto fermo, senza post e commenti nei vostri bellissimi blog.
Ci ho provato, ad aprire e leggere di quà e di là....ma niente, ogni vostra bella emozione non sono riuscita ad assimilarla, mi sono sentita molto lontana e chiusa in me stessa.
Eppure da settembre ad oggi ho realizzato un progetto che mi stava a cuore da moltissimo tempo, (scusate se non mi sento pronta per condividerlo in questo spazio...), ho constatato purtroppo che (anche) nella vita reale non sempre le nostre gioie sono condivise e accettate per il semplice motivo di ascoltare le emozioni positive che accompagnano le scelte e/o progetti di ciascuno. Poi tutto ha bisogno di tempi per metabolizzare e digerire.
Si aggiunge che poi Oggi, più che mai viviamo con maggiori paure per il Domani, molti non riescono a vivere neanche il presente,  il tutto è condizionato anche dal clima di incertezze e caos (per non dire di casino) politico e sociale, nonchè morale  che stiamo attraversando e anch'io come tutti i comuni mortali non posso fare a meno di risentirne negativamente.
Così mi ritrovo che parlare/scrivere/pensare con toni e sfumature che sanno di gaiezza e leggerezza, ha qualcosa di stonato e suona un verso non certo piacevole e condivisibile nenche per me stessa.
Vorrei, Dio mio come vorrei poter pensare/credere che ci sarà un modo per ricominciare ad essere ottimisti e forti! Ma il groviglio aumenta quando si ascoltano i vari tg o si leggono le notizie nei giornali...tutto questo appesantisce e pietrifica anche le gioie più grandi e non lascia molto spazio al pensiero creativo, quello che ha la cartteristica di ossigenare e nutrire l'anima e il cuore, accompagnare i pensieri più belli.
Ma poi uno spiraglio di fiducia tenta, anche se a fatica, di farsi spazio...guardo e ripenso ai "miei" bimbi  mentre lavoro in palestra con loro e rimango sempre estasiata quando fanno eco dentro di me le loro risate e i loro sguardi carichi di sorrisi, sembrano darmi l'energia che talvolta vacilla, mi spronano a lottare e sperare in un futuro che sappia ancora regalare qualcosa di buono e di bello.
Si sa poi che la vita è da sempre un  mondo dove si alternano scenari di giostre, caroselli e teatrini...ma prima o poi(meglio se prima!) qualcosa dobbiamo indurla a cambiare, senza più delegare nessuno e niente al posto nostro, smetterla di subire o piangerci addosso o far muovere ad altri i fili della nostra vita!!!
Un abbraccio a chi passa da queste parti!!!

28 commenti:

Clara ha detto...

Miriam, che bello che sei tornata! Cominciavo a preoccuparmi. Aspetto altre tue news. Baci
Clara

Gabe ha detto...

sento amarezza nel tuo scritto,ma devi lasciare anche uno spiraglio alla speranza,non farti domare dal pessimismo,ricambio l'abbraccio con affetto

cristiana2011 ha detto...

Essì cara, chi riesce a vivere sereno e tranquillo in questo momento, è un incosciente,perchè anche i più benestanti non possono avere la sicurezza in un domani, se non altro per i figli e i nipiti.
La vita è diventata veramente imprevedibile.
Ciao
Cristiana

Marika ha detto...

Quando si raggiunge il fondo non si può far altro che risalire, quindi continuiamo a sperare tutti, e qualcosa sicuramente cambierà.
Un abbraccio

Anna ha detto...

:-)

Miriam ha detto...

@Clara
Quanta tenerezza nelle tue parole, grazie sei davvero una persona cara e affettuosa!
Come vedi prima o poi si torna da queste parti...
Ciao, buona giornata!

Miriam ha detto...

@Gabe
Lo spiraglio di luce c'è, ora bisogna trovare le energie e la fiducia per spalancare porte e portoni per far entrare una valanga di luce!
Bacioni!

Miriam ha detto...

@Cristiana2011
Hai ragione:"La vita è imprevedibile", nel bene e nel male ma per fortuna la vita a volte riserva anche sorprese positive!!!
Per il resto bisogna stare vigili e attenti!!!
Ciao e buona giornata anche a te!

Miriam ha detto...

@Marika
Si dice sempre così....ma stavolta bisogna reagire prima di toccare il fondo per davvero o siamo veramente perduti!!!
Ricambio il tuo abbraccio, ciao a presto!

Miriam ha detto...

@Anna
Grazie mille per il tuo :), l'ho gradito tantissimo!!!
Baci baci baci!!!

nouvelles couleurs - vienna atelier ha detto...

Cara Miriam... quando sará il momento sono sicura che ci parlerai di tutto, volevo solo dirti che ti capisco... ho avuto anche io io dei cambiamenti notevoli e da giugno a quasi ottobre non ho acceso il pc e sono stata lontana dai blog... e non ho nemmeno dato spiegazioni o ragioni.. non perché non volessi anzi, proprio non ci riuscivo...

noi capiamo

ti abbraccio

Elisabetta ha detto...

Miriam!! Che bello rileggere le tue parole, anche se cariche di malinconia...spero che la vita possa darti tanto e farti essere sempre felice e sorridente!
Un bacio immenso

Miriam ha detto...

@nouvelles couleurs-vienna atelier
Più volte ho citato la parola "cambiamenti" nel mio blog...ma a volte sono così "grandi" che si fa fatica a condividerli con "chiunque", persino con le persone a noi più care e vicine nella vita di tutti i giorni, si rimanda un pò perchè non ci sentiamo forti o pronti per farlo e un pò perchè noi stessi ancora non ci crediamo! Le spiegazioni non servono quasi a nessuno perchè chi vuole capire non ha bisogno di tante parole, in alcuni casi sono superflue, dal momento che bisogna anche saper ascoltare e capire con il cuore!E non sempre la tua gioia è accolta e accettata per quello che è.
Ti ringrazio per aver condiviso e per l'abbraccio che ricambio con affetto!

Miriam ha detto...

@Elisabetta
Dolcissima che bello leggerti in questo post! Mmmmh, la malinconia è vero traspare un pò, ma il tuo incoraggiamento fa splendere tutt'intorno una luce più calda e rassicurante!
A presto carissima, anch'io ti mando tanti baci!!!

Andrea ha detto...

E' nei momenti peggiori come questo che lo slancio creativo deve rafforsarsi ... chissà che meno futili distrazioni e una vita più rigorosa cui volenti o nolenti saremo costretti non ci dia modo e tempo per ridare valore alle cose importanti, in primo luogo ai sentimenti.
Buona Giornata
Andrea

Miriam ha detto...

@Andrea
Forse hai ragione, anche se penso che davanti alle difficoltà e ai momenti critici come quello che sta caratterizzando questo nostro periodo storico e politico, ognuno reagisce in modo diverso e del tutto personale e rispettabile.
Purtroppo c'è anche chi non ce la farà a reagire nè avrà voglia di farlo perchè non avrà molte risorse nè entusiasmi perchè magari non potrà andare in pensione o perchè è stato licenziato nel suo posto di lavoro.
Poi ci saranno persone che per indole continueranno a sognare come hanno sempre fatto, colorando e guardando la vita con occhi diversi, affrontando con coraggio, forza, tenacia, determinazione e ottimismo i momenti di prova e sacrificio, cercando e trovando il bello anche quando tutto è o sembra il contrario di tutto,dando un senso agli eventi anche quando un senso sembra non ci sia.
Tutto questo giro di parole per dirti che non credo che questo periodo potrà essere un "trampolino di lancio" per riscoprire nuovi valori o far rifiorire sentimenti o emozioni positive se già non si hanno dentro se stessi questi elementi. Francamente avrei preferito una realtà politica e sociale diversa ed equa nel vero senso della parola, soprattutto per chi ha dato di più e ha già fatto grandi sacrifici!
Grazie per il tuo commento, scusa la lungaggine, Ciao!

Miriam ha detto...

Nel silenzio della propria stanza, con il cuore in tumulto bisognerebbe far scomparire le tempeste, credere fermamente che le cose possano migliorare, o almeno avere la speranza, che non dovrebbe mai scomparire(almeno per quanto ci è possile).
Si dovrebbe meditare e far sì che i pensieri possano essere lieti, sempre, in ogni circostanza!
Zio Arnaldo

Miriam ha detto...

@Zio Arnaldo
Stasera stiamo trascorrendo un pò di tempo insieme sereno e lieto, come vedi in compagnia le tempeste vengono neutralizzate molto meglio! Non credi?stiamo scrivendo dal tuo computer nel mio blog e vedo con piacere che le tue preoccupazioni le stiamo facendo passare in secondo piano!!!
Un abbraccio e ciao!!!!

elena fiore ha detto...

Oggi solo allegria e niente malinconia :-)
Un abbraccio ed un augurio, per l'anno a venire, che sia solo colmo di cose belle che desideri :-)))
Ciao Miriam, elena°*°

Miriam ha detto...

@elena fiore
Ci hai azzeccato!!! Oggi niente malinconia, solo allegria!!!A maggior ragione se passi da queste parti, per me sempre una grande felicità ri-trovarti!
Grazieeee per l'abbraccio e l'augurio...ricambio con tanto affetto:)
*Bacionissimi!!!*

Fata Bislacca ha detto...

Ecco, posso solo condividere i tuoi pensieri, hai ragione su tutta la linea, ma ha anche ragione la mia clon-elenita nel consigliare la reazione a tutto questo "buio". Portiamo la nostra luce, la nostra gioia di vivere e la speranza che nulla può stroncare perché è custodita ben al sicuro nel cuore di ognuno di noi!
Ti abbraccio cara Miriam e ti auguro di ritrovare sempre quel senso profondo di sacralità, lasciandoti i giusti tempi, in ogni cosa che incontri! Cathy

Miriam ha detto...

@Fata Bislacca
Grazie Fata per le tue carissime parole, sono d'accordo con te al 1000/1000: Luce Gioia Speranza sono sempre le ricette vincenti, cosa sarebbe la nostra vita priva di queste gemme preziose? E il nostro cuore lo sa e si rabbuia se questi elementi vacillano o si eclissano, sono come piccole piantine che aspettano quotidianamente cure e attenzioni, guai a noi se ci lasciamo prendere dal pessimismo...
Il tuo augurio è di una dolcezza infinita, lo accolgo a braccia aperte, ti sono grata per la tua presenza e spero che, anche se virtuale, la nostra amicizia sia sempre così ricca e bella!:)

Anonimo ha detto...

La vita, talvolta, ci riserva ciò che credevamo fosse impossibile giungesse a noi acanto. Si vive non di pianto soltanto ma d'una buona parola, un gesto semplice e sincero, un cuore degno d'essere chiamato tale e se al suo posto nel petto dovessimo trovare un sasso, bisognerebbe prenderlo cautamente e lanciarlo nelle acque profondissime d'un mare disperato ma non più nostro. Occorre una tua parola che mi faccia comprendere ciò che qui ho posto.

Miriam ha detto...

@Anonimo
Non posso darti torto quando dici che la vita ci riserva prove che mai avremmo pensato! Ma per fortuna si può incontrare nel proprio cammino qualcuno che sa accogliere la nostra sofferenza, capirla e dare un pò di conforto anche solo ascoltando le nostre pene.
Quando ci si sente oppressi e "malati", il più delle volte è un malessere che nasce più in profondità e ha le sue radici molto lontane nel tempo, non pensi? Purtroppo andiamo tutti di corsa, senza il tempo di soffermarci davanti a niente e a nulla, ma ben vengano le occasioni che ci fanno "rallentare", fosse anche un non star bene passeggero o un problema di salute,che ci costringe però a guardare in faccia la vita senza più maschere ma semplicemente per quello che è, nel bene e nel male!
E se il mio gesto semplice è anche solo una buona parola o un gesto di affetto nei tuoi confronti: accoglila e se dovessi poi trovare un cuore che sa di sasso, sappi che nè io nè tu abbiamo il diritto di lanciarlo nelle acque profondissime di un mare disperato, ma ma piuttosto fare sì che riprenda a pulsare e vivere per superare gli ostacoli, riscaldarlo fino a che riprenda a trovare la fiducia per proseguire il cammino, sempre!
Coraggio anonimo, (anche se entrambi sappiamo che il tuo grido universale è molto familiare!), sorridi e la vita ti sorriderà!

Sonia Ognibene ha detto...

Carissima Miriam, non lasciarti schiacciare dalle notizie ostili che piovono da ogni parte. Trova la forza in te e rafforzala ascoltando gli altri. La gioia nasce dalla condivisione e non dalla paura. Io lo so, perché combatto la paura ogni giorno. Alziamo gli occhi e soffiamo via le incertezze. Il vento se le porterà via.
Ti auguro un Natale caldo e accogliente. Bentornata!

Miriam ha detto...

@Sonia Ognibene
Sono della tua stessa opinione! la gioia nasce dalla condivisione e non dalla paura!!!
E ritrovarti è per me sempre una fonte di grande gioia, grazie per essere passata!
Un grande abbraccio che ci porta verso il Natale...A presto!

Annarita ha detto...

Ciao, Miriam! Ti auguro un 2012 a misura d'uomo.

Un caro saluto.
annarita

Miriam ha detto...

@Annarita
Carissima!!!! Che piacevole sorpresa la tua visita...Ricambio con affetto i tuoi auguri e grazie per essere tornata a trovarmi!
Bacioni!

Posta un commento

.
Al fine di evitare lo spam, I Vostri graditi commenti saranno pubblicati previa autorizzazione da parte dell'amministratore del Blog. Grazie.
.
Per inserire un commento seleziona il profilo Nome/Url
scrivi il tuo nome e se non hai un sito-blog lascia in bianco la voce Url.
.