.
.
.
Mi avvicino ad un mondo "privilegiato", quello della tastiera che imprime e lascia una seppure futile traccia di me attraverso un pc con pensieri-concetti-sensazioni-emozioni. Nel mio caso c'è da chiedersi se è il tempo che ci cambia o....ma a quanto pare il tempo è "fermo" o almeno è sempre lo stesso, siamo noi che passiamo davanti a questa meravigliosa e sconcertante realtà, siamo noi che camminiamo attraverso il tempo, percorrendo un viaggio avventuroso e ancora siamo noi che decidiamo se cogliere i frutti che ci offre con generosità e ricambiare con gratitudine!
.

I commenti sono ovviamente graditi. Per leggerli cliccate sul titolo dell'articolo(post) di vostro interesse. Per scrivere(postare,pubblicare) un commento relativo all'articolo cliccate sulla voce commenti in calce al medesimo. Per un messaggio generico o un saluto al volo firmate il libro degli ospiti (guest book) dove sarete benvenuti.

mercoledì 20 gennaio 2010

A proposito di farfalle, ma perchè scrivo?

Scrivo, ma perchè scrivo se non ci sono farfalle nel cielo? Mister G mi ha chiesto i giorni scorsi se avevo smesso di scrivere...Mi chiedo ma che senso ha tutto questo riempire fogli bianchi travestiti di rosa, che si aggiungono uno dopo l'altro ai precedenti, in questo spazio irreale chiamato blog? Non c'è rosa all'orizzonte, vedo nero e sfumature di grigio, nubi di pesante piombo, duro come e più del granito, questo non è un post è solo uno sfogo per allontanare i miei "fantasmi", siete ancora in tempo per non continuare a leggere, salvatevi! Ma il pensiero buio continua a persistere, domina mi disturba e m'infastidisce, danzano in modo lugubre i fantasmi che confondono le idee e i sentimenti positivi, sono davanti agli occhi, con cinismo mi rubano i sorrisi, mi tolgono le forze e si spartiscono le mie energie, per ora non c'è niente che distoglie tutto ciò dalla mia mente, impietrita guardo la mia paura che mi chiude e crea il vuoto, dove i suoni sono solo echi lontani che rimbombano senza ritmo, come un tamburo scordato risuona le sue pesanti note che si perdono e si liberano nell'aria come le particelle di un gas velenoso e tossico. Mi chiedo se è giusto parlare così in un blog, se è giusto scrivere per non chiudere... e per non chiudermi, ma continuare ad ascoltarsi e scavare ancora più a fondo, col rischio però di appesantire chi legge!

Poi trovo una mail di Rosi Jò http://rosijofarecon.blogspot.com/e mentre la divoro capisco che la vita è anche questo tutto questo mio noioso magone nero travestito di rosa, dove io sono il pagliaccio di me stessa e rido per non ascoltare il silenzio che mi sovrasta. Insieme alle sue parole cariche d'affetto, gentilezza, sincerità...mi tiene compagnia la sua spilla-farfallina che ha creato con le sue sapienti manine, è arrivata con posta prioritaria lunedì mattina, regalandomi una ventata di allegria e spensieratezza!

Poi leggo un commento nel blog di Eva Prunella Grandiflora: SCARABOCCHI SENZA TEMPO Né SPAZIO e piano piano riprendo a sentire dentro me che la vita scorre ancora, nonostante i neri e i grigi, infine chiudo questa difficile giornata rileggendo ancora una volta le sue parole:

"Mia dolcissima Miriam, Ti regalo un bouchet fatto di sogni caleidoscopici e un arcobaleno tessuto con fili di pensiero.
Oggi sono così stanca che essere poetica mi costa uno sforzo titanico. Ma per te srotolo la mia migliore pergamena e questa volta sarà tutta farina del mio sacco:

il sole si fonde con la nebbia e il suo bagliore viene rinchiuso in mura di metallo sciolto, ritorto pensiero che si snoda e ti raggiunge in un balzo di mille scintille multicolori che incoronano il tuo bel viso.
Oggi non ci sarà tramonto, perché la luce del tuo cuore splendente illuminerà la mia notte.

Ti auguro una giornata soffice e calda come la bambagia".

Un abbraccio a chi passa ancora da queste parti, nonostante i miei neri e i miei grigi....

42 commenti:

Malumore ha detto...

Tranquilla, neri e grigi, come nell'arte, anche nella vita spesso servono a dare spessore e profondità.
E se te lo dice uno che si chiama Malumore... fidati :)
Ps: ho letto il tuo post e non mi ha appesantito affatto, anzi. Non buttarti giù da sola! già bastano gli altri ;)

taoista ha detto...

scrivi perché senti di farlo,e per tanti altri motivi che tu intimamente conosci e che attraverso questo foglio virtuale intendi fare partecipi altri...ma questo é anche un post che parla di stati d'animo, di sensazioni, ecc.

Solo alcuni pensieri:
- Sul tempo/spazio é immersa la nostra timensionalità.
- Sul sole é potenza, é centralità,é luce,éYang.
- Sulla nebbia é la transizione tra chiaro e scuro.
- Sul tramonto é l'annuncio del passaggio da Yang a Jing.

Tutto ciò che hai postato manifesta la tua tridimensionalità e le tue emotività.

leone ha detto...

Se scrivi pensieri autanticamente tuoi,come fai,diventa sempre interessante passare di qui e leggerti.Buona giornata.

palmy ha detto...

Io ci sono!

Cicabuma ha detto...

Sono felice di non essermi fermata quando lo hai intimato...
Ti mando anche io un abbraccio forte. Lo so, è virtuale ma è forte!!!
Francesca

Trilly ha detto...

Forse una risposta adeguata te l'ho già data nel post "la vita è un sogno" , ma voglio dirti ancora ma perchè ti crucci tanto dei tuoi malumori!!! non hai solo tu neri e grigi nell'esitenza, chi non vorrà non leggerà le tue parole, mentre chi vorrrà le leggerà e forse capirà che non è il solo, potreti dare coraggio, fare compagnia, ma di sicuro potrai sfogare, esorcizzare, valutare dopo quando rileggerai il tuo stato d'animo...così si cresce...parlando a se stessi e come tutto quanto nella vita se non lo facciamo prima con noi stessi non potremmo mai con gli altri...e pensa che splendore questo fenomeno! qui nel tuo blog, contemporaneamente, senza sforzo, mentre parli a te stessa parli con noi! non cadere nel tranello dei malumori...le nuvole nere devono far cascare la pioggia dentro esse per sparire e far tornare il sole...ti abbraccio...e saluta mister G è tanto che non ne ho notizie...:)

nouvelles couleurs - vienna atelier ha detto...

Miriam scrivere come dipingere é qualcosa che si sente dentro, qualcosa che ci aiuta ad esprimerci meglio, non smettere mai di scrivere perché é un grand ono e lo devi portare avanti

un bacione

pasquale senatore ha detto...

E' bello condividere con chi ci segue i propri momenti belli e brutti.Non ti rattristare,è la vita che è così.Non mi hai affatto stancato nel leggere il tuo post.Scrivere serve ad allegerire il peso delle nostre pene.Anche nei miei momenti più difficili mi ha aiutato a liberarmi del peso.Infatti scrivere su un foglio le mie pene era come allontanarle dal mio animo e renderlo così più libero e sereno.Uscivano dal mio intimo più profondo per trasformarsi in segni su di un foglio.In quel momento era come se per magia non mi appartenessero più e fossero solo un ricordo lontano.Almeno per me è stato utile pensarla così e ti posso assicurare che mi ha aiutato molto.Ciao e grazie di condividere con noi tutto quello che hai dentro.Ciao Miriam.

Vittoria A. ha detto...

Ciao Miriam, riesci sempre a rendere tutto cosi' poetico e profondo. Leggerti e' come fare un viaggio introspettivo nei miei stessi pensieri.
Un abbraccio.

Miriam ha detto...

@Malumore
Mi piace moltissimo la metafora che hai usato per commentare il mio post, è vero, neri e grigi appartengono alla tavolozza di ogni pittore e adesso che ci penso erano i miei preferiti quando disegnavo e dovevo fare i chiaro-scuri, grazie a loro si ottengono come dici tu, "spessore e profondità".
Ciao, piano piano i neri sfumano e diventano grigi e i grigi diventano soffici nuvole, per fortuna!
A presto!!!

Miriam ha detto...

@taoista
Molto ben articolato il tuo intervento, ti ringrazio, mi hai fatto fare un tuffo nel passato, quando favevo Tay Chi e studiavo medicina tradizionale cinese, ma quella è tutta un'altra filosofia!
Ciao!

Miriam ha detto...

@leone
Mi fa piacere che trovi interessante passare da queste parti, ebbene sì, tentare di pensare ed essere il più autentica possibile è un mio vizio, chissà, prima o poi ci arriverò!
Buona giornata anche a te!

Miriam ha detto...

@palmy
Un abbraccio forte e sincero, lo sento che ci sei!
Ciao!

Miriam ha detto...

@Cicabuma
Le tue parole mi hanno fatto sorridere mia cara! Meno male che sei scampata ai miei neri e grigi...Il tuo abbraccio non è solo virtuale, l'ho sentito quando mi stringevi forte a te!
Ciao Francesca(adoro questo nome!), a presto!

Miriam ha detto...

@Trilly
Ciao Manu, non mi cruccio, tranquilla, era solo un modo per spazzare via la fuligine che lascia il magone del malumore(anche se il mio stato d'animo è altro). Sei molto cara quando mi fai da "madrina", so bene che non sono l'unica sulla terra a passare momenti duri e bui difficili da digerire...solo che mi sembra di abusare degli altri parlandone in queto spazio, dove preferirei parlare di sentimenti positivi e sereni, almeno qui in questo spazio virtuale, dal momento che già la vita reale è così densa e intossicata di veleni e tossine!
Bella anche la tua metafora, hai ragione le nuvole nere anche se non sono molto belle da vedersi, sono indispensabili, solo loro hanno il potere di "lavare" e portare via tutto quello che soffoca e opprime con la pioggia, solo così si ripete il prodigio per far germogliare nuove gemme e far crescere nuovi frutti che matureranno sotto un rinnovato e splendido sole!
Ricambio il tuo abbraccio e tranquilla, darò i tuoi saluti a Mister G.
Bacioni!

Miriam ha detto...

@nouvelles couleurs - vienna atelier
Le tue parole arrivano dritte al cuore, mia cara Laura! Chi meglio di te poteva esprimere parole più autentiche riguardo al "sentire" certe emozioni? Hai ragione, un tempo disegnare mi permetteva di esprimere sensazioni e stati d'animo, un tempo...Oggi ho questo mezzo tra le mani e lo uso, forse abusando un po'!
Ti ringrazio per le belle parole, a presto, ti abbraccio!

Miriam ha detto...

@pasquale senatore
Ciao è un piacere ritrovarti e rileggerti! La vita è fatta di persone ed è questo che mi rattrista maggiormente e io, come tutti, non sono perfetta per capire e arrivare negli angoli della mente di ognuno.
Scrivere a volte diventa liberarsi di un peso o almeno per un po', diciamo che serve per alleggerire il fardello. A me serve per dare parole alle mie emozioni, parole che non posso dire o urlare nella realtà.
Grazie per il tuo commento, ti sento sincero e vicino, a presto!

Miriam ha detto...

@Vittoria A.
Mia cara carissima Vittoria, tu invece mi porti sempre una ventata di allegria e serenità!!! Dunque non sono l'unica a complicarsi la vita con i pensieri? Ora passo da te, Bacione e abbraccio grande grande!

arnaldo ha detto...

Si, sono autentiche quelle emozioni. Tutti quanti le condividiamo. Vi sono attimi sereni. Ed altri agitati. Come un mare che, da calmo, si agita un poco alla volta. E non sempre vi è l'azzurro, ma anche il grigio e il nero. Ed ogni nostro pensiero tu l'hai espresso nel migliore dei modi perchè anche tu, cara Miriam, le hai provate interiormente. Ed hai saputo descriverle così bene come se le avessi dipinte su una tela.

Anonimo ha detto...

cara snt,non so più quante volte ho scritto e cancellato il commento sul tuo blog.Proprio non riesco a esprimere il dispiacere che ne ho provato!!!! Pazienza,oggi ti posso solo mandare un abbraccio grande grande !! Pallina corallina.

Miriam ha detto...

@arnaldo
Quando leggo i commenti di chi mi conosce nella realtà non nascondo che provo sensazioni ed emozioni grandi, perchè percepisco che quello che scrivo arriva e viene recepito in modo diretto e immediato e tu che mi conosci fin da quando sono nata. Sei tra i lettori privilegiati perchè mi conosci meglio di chiunque altro, sono contenta che segui con discrezione quello che scrivo seguendo questo mio "percorso virtuale" con affetto, integrandoti perfettamente ai miei affezionati e preziosi lettori blogger, che mi stimano in modo del tutto gratuito e dolce e che non finirò mai di ricambiare la loro gentilezza e l'amicizia seppure virtuale.
Ma per tornare al post...niente di più autentico, le emozioni non bisogna mai rinnegarle e sto imparando a piccoli passi, a prendermi cura delle varie sfumature di ogni emozione che nasce e cresce dentro di me, così come quelle che passano "di questi tempi"...con i grigi e i neri!
Anche tu parli sfruttando una metafora a me molto cara: il mare, hai ragione le emozioni sono come un mare, ora calmissimo e piatto e ora agitato e in burrasca, così pure le sfumature cambiano, mutano, si trasformano in continuazione e guarda caso può divenire cupo, grigio e nero se è in arrivo un temporale o una tempesta!
Grazie per i complimenti, un abbraccio!

Miriam ha detto...

@Anonimo-Pallina corallina
Ciao carissima Pallina corallina, ti prego non dispiacerti per me, ho solo sviscerato un po' di grigi e neri...tutto qui, tranquilla, sono ancora qui, ho deciso ancora una volta di non chiudere e di non chiudermi...ma che fatica!
Perchè cancellare i tuoi commenti? Che peccato, ti prego non farlo mai più, proprio tu che appartieni ai miei lettori privilegiati? La realtà è stata con noi generosa, ci ha permesso d'incrociare le nostre strade in modo del tutto magico e inaspettato, dandoci la possibilità di percorrere una strada bellissima e affascinante, quella della Danza Movimento Terapia dove si ha la possibilità di crescere e ascoltare il proprio corpo che ci parla perchè ha sempre tante cose da raccontarci! Insieme abbiamo toccato con mano che i sentimenti leali, veri e forti possono nascere anche quando meno te l'aspetti e quando pensi che mai niente più succederà, l'amicizia quella vera esiste ed è bello per me poterlo ri-scoprire grazie anche al tuo dolce "esserci", anche tu sai arrivare velocemente al mio cuore e percepisci le mie emozioni profonde e so che posso contare su di te, perchè ho trovato in te una persona speciale!
Guarda che il tuo abbraccio è arrivato aspetto di ricambiare, ma dal vivo! Ciao tesoro, un saluto alla tua dolce metà!

teddy bears Marin to Venice ha detto...

Ciao carissima Vittoria,

è vero capisco bene quello che provi, ma ricorda che le nuvole grigie se ne andranno e tornerà il sole...lui torna sempre ! basta aspettarlo con ottimismo,il sole non ti deluderà e tornerà a risplendere nella tua vita...siine certa e tornerai a provare vere emozioni.
Un bacio
Rosarita

Squilibrato ha detto...

La sviscerata e attraente arte della scrittura. Scrivi.

Scriviamo.

Miriam ha detto...

@teddy bears Marin to Venice
Ciao carissima Rosarita,
grazie per la "Vittoria", in realtà questo mio apparente e insignificante post, è per me una piccola vittoria sui miei grigi e i miei neri... il mio nome è Miriam, te lo ricordo solo perchè mi piace tantissimo ne ne vado orgogliosa, ha una sua storia a cui sono molto affezionata e mi accompagna con tanta dolcezza!
Si, lo so, lo so, tutto passa, ci vuole un po' di tempo e un sorriso per riaccendere il motore e ripartire! Il sole? Ma io non posso farne a meno in tutti i sensi, è il mio carburante ecologico vitale, ma già splende nel cielo azzurro, che meraviglia e dove vivo abbiamo la fortuna di averlo come compagno quasi tutto l'anno! Ma il vero sole che scalda il cuore è molto più prezioso e questo blog, grazie a tutti voi, è un generatore formidabile di energia!
Un abbraccio, a presto!!!

Miriam ha detto...

@Squilibrato
Un tale incoraggiamento che arriva da te è un ottimo incentivo, bè se dici che vale la pena continuare a scrivere, SCRIVIAMO!!!
Ciao, a presto!

unodicinque ha detto...

grazie di essere passata da me. Vedrai, se continuerai a frequentarmi, che anche io (come tutti d'altra parte) sono come un pittore e ho i periodi dominati dai colori dell'umore.

Barbara ha detto...

...tutto questo mi fa venire in mente quando nel mio blog, a novembre io parlavo di NEGATIVE CAPABILITY....

"Keats credeva che i grandi uomini avevano l'abilità di accettare il fatto che non ogni cosa potesse essere risolta - essendo in grado di mantenere un atteggiamento negativo su qualcosa.
Keats era un romantico e credeva che la verità non risiedesse nella scienza o nel ragionamento filosofico, ma nell'arte.
Nell'arte lo scopo non è, come nella scienza, risolvere problemi, ma piuttosto esplorarli.
Di lì, l'accettare che possa non esserci una soluzione a problemi pressanti ....è importante per gli artisti." ...cosi' sintetizza Wikipedia...

Io capisco perfettamente cio' che stai provando...ti mando un abbraccio.
alla prossima volta,
bb

Trilly ha detto...

La vita non può essere solo gioie o solo amarezze e se è vero che qui parli di te, è chiaro che ti venga spontaneo scrivere felicità e infelicità...questo posto è tuo!!! noi da qui passiamo e se vogliamo leggiamo e condividiamo altrimenti andiamo altrove...ti dispiace cosa? risollevarti? sfogarti? dire? ma perchè??? scrivi Miriam, scrivi e rileggi dopo giorni, anni, attimi...vedrai come può essere prodigioso e chi leggerà ciò che scrivi potrebbe essere prorpio una persona che aveva bisogno di incontrare le tue parole...:*

Cinzia ha detto...

Scrivi, scrivi sempre cara Miriam, perchè io ti leggo sempre molto volentieri, qualsiasi sia il tuo stato d'animo!
Spero le nubi si allontanino velocemente e tu sia radiosa e splendente come il sole!
Un strucon
Cinzia

Miriam ha detto...

@unodicinque
Grazie a te per la visita nel mio blog, ti dò il benvenuto a bordo!
Come hai potuto constatare mi sono aggiunta ai tuoi lettori, questo in genere è un piccolo segno che sta ad indicare che il blog è di mio gradimento e intendo seguirlo, quindi da parte mia continuerò a leggerti, spero che anche tu possa trovare tra le mie pagine qualcosa da condividere e commentare!
Mi piace molto l'idea che possiamo paragonarci ad un pittore che usa le parole per dipingere le sue emozioni e stati d'animo, in effetti la vita offre una tavolozza infinita di colori e tutti diversi gli uni dagli altri.
ciao, a presto!

Miriam ha detto...

@barbara
Penso che andrò a cercare il tuo post di novembre, sono più curiosa che mai!
Il ragionamento di Keats non fa una grinza, grazie per averlo portato come spunto di riflessione, merita davvero ulteriori sviluppi e approfondimenti, perchè l'Arte è bellezza, creatività, fantasia, genialità, armonia, stupore, passione ma anche dolcezza, realismo ma anche astrattismo, plasticità e proprio per la sua capacità intrinseca di essere uma "materia" plastica si presta ad esplorare e modellare i vari pensieri o correnti di pensiero.
Chi ama l'arte sa bene che ogni artista ama sperimentare, provare, cercare nuove strade per esprimersi, non si tira indietro se c'è da sporcarsi le mani, è costantemente alla ricerca di nuove strategie di espressione artistica ma anche umana, non si accontenta quasi mai di un risultato perchè ricerca "il bello", insomma ricerca la "Verità" e l'essenza di quell'opera, ma quanti fallimenti prima di arrivare alla mèta...
Grazie per la solidarietà cara collega, ricambio con affetto il tuo abbraccio, ciao!!!

Miriam ha detto...

@trilly
Questa tua frase "...chi leggerà ciò che scrivi potrebbe essere prorpio una persona che aveva bisogno di incontrare le tue parole..." mi ha tenuta col pensiero incollata al tuo commento.
Per me lo è stato leggendo le tue...
Ti abbraccio forte forte!!!

Miriam ha detto...

@Cinzia
Ok, ho capito, continuo a scrivere, poi non dite che non vi ho avvertito di salvarvi finchè eravate in tempo! Tranquilla il vento dalle mie parti è veramente un grande artista e spazza via le nubi più ostinate e muove le vele più ribelli e resistenti. Disicuro non mi manca la tenacia e lo spirito combattivo, tutto passa, grazie per il sostegno e i magici strucon, sono sempre benefici e rigenaranti!
Bacioni affettuosi!

Sonia Ognibene ha detto...

Cara Miram, io ti ho risposto di là, ma non so se tu abbia letto la mia risposta al tuo commento.
Spero che tu tia meglio.
Un abbraccio.
Sonia

Miriam ha detto...

@Sonia Ognibene
Ciao Sonia, grazie per la tua presenza, è un caro invito di "ognibene"!!!
Bacioni!

LORELLA ha detto...

Ciao carissima Miriam, scusa se da un pò che non mi faccio sentire, ma in quest'ultimo periodo a scuola ho avuto da fare, è stata assente una collega e ho avuto una settimana molto impegnativa......che stress!!!! Volevo dirti che scrivere è molto bello, continua a farlo cara Miriam ed a condividere con noi i tuoi pensieri, leggere i tuoi post è meraviglioso, io mi ci perdo!!!! peccato che ultimamente non ho potuto leggere molto, dopo tutta la giornata al lavoro ero tanto stanca......poi ora sono su facebook e spesso chatto con le amiche.....sai ormai sono esperta di Pc......comunque ti ho pensato tanto, ti auguro una buona serata e dolce notte!!!! Ti abbraccio forte!!!!!!!!!!!!!!! Bacioni LORELLA

effepi ha detto...

Nella vita non ci sono solo colri scintillanti o rosa totale, ma anche nero e tanto grigio.... ma credo che diversamente sarebbe una noia....quando le nostre giornate si colorano di rosa e di tutte le altre sfumature dell'arcobaleno sappiamo apprezzarle al meglio e gioire per la vita a cui indissolubilmente apparteniamo.... anche con i suoi neri e grigi ... Perchè si scrive? Per affidare i propri stati d'animo a qualcos'altro, sia esso una persona, una bottiglia in mezzo al mare, una pagina bianca o quella di un blog ...... ci aiuta a riflettere, a parlare con noi stessi e soprattutto a prenderci un pò di tempo per noi! Continua a scrivere, perchè non è mai una noia leggerti, ma un balsamo per l'anima! Paola

Miriam ha detto...

@LORELLA
Ti capisco, anch'io ho poco tempo tra lavoro e impegni familiari. Grazie per le tue parole, per ora non ho deciso ancora di chiudere, mi prenderò un tempo più lungo per riflettere.
Un caro saluto, stai bene!

Miriam ha detto...

@effepi
Condivido in pieno il tuo pensiero, soprattutto quando dici "le nostre giornate si colorano di rosa e di tutte le altre sfumature dell'arcobaleno perchè sappiamo apprezzarle al meglio e gioire per la vita a cui indissolubilmente apparteniamo.... anche con i suoi neri e grigi..."
Il punto fondamentale è che apparteniamo alla vita e ne siamo legati sia quando siamo nella gioia, sia quando siamo nel sofferenza! Bene, continuerò a scrivere le mie parole con i suoi colori e se i colori saranno troppo cupi posso sempre chiudere tutto dentro una bottiglia e regalarla al mare , perchè la porti nei suoi abissi a cercare un po' di luce per farmi arrivare alla consapevolezza del dono della vita, unico bene esistente per tutti noi, per cui vale la pena lottare.
Il mio balsamo sono le vostre presenze!
Un caro abbraccio, ciao!

elena fiore ha detto...

Come vedi in tante ti hanno letto, risposto, e si sono messe a fianco a te.
In un momento passato, particolarmente buio della mia vita, a me aveva aiutato una frase:
"tutto arriva per chi sa aspettare".
Coincidenza vuole che il tuo nuovo post si chiami ATTESA!
Un abbraccio Cinzia.
elena

Miriam ha detto...

@elena fiore
Si, hai ragione cara Elena, siete in tanti a seguirmi, devo dire che non me lo sarei mai aspettata!
Non ci crederai ma la frase "tutto arriva a colui che sa aspettare" è anche la mia, e non per niente dopo i neri e i grigi c'è sempre un periodo di "attesa" e ascolto, anche perchè non mi piace fare la lagnosa, appena posso preferisco confondere i neri e grigi con una pennellata di rosa, diciamo un pizzico di pensiero positivo, il che non guasta mai.
Bacioni, a presto!!!

Posta un commento

.
Al fine di evitare lo spam, I Vostri graditi commenti saranno pubblicati previa autorizzazione da parte dell'amministratore del Blog. Grazie.
.
Per inserire un commento seleziona il profilo Nome/Url
scrivi il tuo nome e se non hai un sito-blog lascia in bianco la voce Url.
.