.
.
.
Mi avvicino ad un mondo "privilegiato", quello della tastiera che imprime e lascia una seppure futile traccia di me attraverso un pc con pensieri-concetti-sensazioni-emozioni. Nel mio caso c'è da chiedersi se è il tempo che ci cambia o....ma a quanto pare il tempo è "fermo" o almeno è sempre lo stesso, siamo noi che passiamo davanti a questa meravigliosa e sconcertante realtà, siamo noi che camminiamo attraverso il tempo, percorrendo un viaggio avventuroso e ancora siamo noi che decidiamo se cogliere i frutti che ci offre con generosità e ricambiare con gratitudine!
.

I commenti sono ovviamente graditi. Per leggerli cliccate sul titolo dell'articolo(post) di vostro interesse. Per scrivere(postare,pubblicare) un commento relativo all'articolo cliccate sulla voce commenti in calce al medesimo. Per un messaggio generico o un saluto al volo firmate il libro degli ospiti (guest book) dove sarete benvenuti.

venerdì 14 agosto 2009

Il pranzo di Ferragosto

Domani è giornata di Ferragosto, per me e per molte altre persone sarà una giornata da vivere come tante altre, sarà solo Sabato 15 Agosto 2009 e se la memoria non mi gioca qualcuno dei suoi scherzetti, sarà il primo Ferragosto che trascorrerò come una giornata normale, senza fuochi d'artificio, super pranzo, niente grigliate e gare di cucina casereccia, dolci e gelati da gustare allegramente in comitiva e in compagnia del super-maxi-raduno di amici, parenti e nipoti, e cagnolini super elettrizzati e super felici come è di norma nelle giornate di festa!
Si, domani niente di tutto questo...confesso che un po'quel caos festante mi mancherà, ma tenterò di prendere tutto questo positivamente, o almeno così spero.
Stasera riflettendo sulla giornata di domani ho spostato il mio stato d'animo e ho pensato a quante persone domani saranno veramente sole, molte saranno impegnate con turni di lavoro, altre aspetteranno l'orario delle visite perchè ricoverate in un ospedale, ai vecchi e ai bambini "ospiti" in case famiglia senza figli o genitori che li porteranno fuori da quella struttura , altre ancora che hanno deciso di stare in solitudine per scelta, altre che staranno in solitudine per scelte di altri..., ci sono poi le persone che sono prive di libertà perchè rinchiuse nelle prigioni...insomma c'è solitudine e solitudine, ma io perchè m'interrogo?
Forse perchè anch'io, in queste giornate sento un po' di più una certa solitudine, sento un po' di vuoto e a dire il vero non amo molto il pensiero esasperante che spesso perseguita un po' tutti, quello cioè di festeggiare sempre e comunque queste ed altre festività che ricorrono nel calendario, solo perchè così fan tutti e per forza devono essere felici e soddisfatti ma che quasi mai, sono rimborsati dello stress che genera i preparativi!
In un altro post vi dissi che vivo con mia madre rimasta vedova dall'89 , ah, dimenticavo, non siamo proprio sole-sole, da tre anni c'è con noi anche il nostro bravo e inseparabile Dylan, il mio anzi.... nostro, cane super-golosone!
Ho promesso a mia madre che domani mattina la porto in città a fare un bel giretto così facciamo finta di fare le turiste, stile "turisti-per-caso....., poi ci concediamo un pranzetto semplice tra noi, sperando che la giornata sia almeno un po' più fresca di quella di oggi e in serata si vedrà.
Stasera , un po' annoiata e un po' svogliata, girovagando su Internet, ho trovato qualcosa che, da un lato fatto mi ha fatto sorridere...uno di quei sorrisi tra l'ironico e il "toh, guarda cosa mi capita tra le mani!"...un video...(che speravo di riuscire ad allegare ma che per via di qualche problemino tecnico è sfumato, forse lo allego in un secondo momento), quello del film "Il pranzo di ferragosto", ma dall'altro mi ha fatto venire un velo di malinconia...
Non ho visto il film per darvi un mio parere personale, ma a questo punto dovrei perchè penso che meriti davvero!
La regia e la sceneggiatura sono di Gianni di Gregorio.
Attori: Valeria De Franciscis, Marina Cacciotti, Maria Calì, Grazia Cesarini Sforza, Alfonso Santagata, Luigi Marchetti, Marcello Ottolenghi, Petre Rosu, Gianni Di GregorioProduzione: Archimede
Distribuzione: Fandango
Paese: Italia 2008
Uscita Cinema: 03/09/2008
Genere: Commedia, Drammatico
Trama del film :Pranzo di Ferragosto:
Gianni, un uomo di mezz'età, figlio unico di madre vedova, vive con sua madre in una vecchia casa nel centro di Roma. Tiranneggiato da lei, nobildonna decaduta, trascina le sue giornate fra le faccende domestiche e l'osteria. Il giorno prima di Ferragosto l'amministratore del condominio gli propone di tenere in casa la propria mamma per i due giorni di vacanza. In cambio gli scalerà i debiti accumulati in anni sulle spese condominiali. Gianni è costretto ad accettare. A tradimento, l'amministratore si presenta con due signore, perché porta anche la zia che non sa dove collocare. Gianni, travolto e annichilito dallo scontro fra i tre potenti caratteri, si adopera eroicamente per farle contente. Accusa un malore e chiama un amico medico che lo tranquillizza ma, implacabile, gli lascia la sua vecchia madre perché è di turno in ospedale. Gianni passa ventiquattr'ore d' inferno. Quando arriva il sospirato momento del congedo però le signore cambiano le carte in tavola...
Note di Regia (estratto dal pressbook del film)
"Figlio unico di madre vedova, ho dovuto misurarmi per lunghi anni, da solo, (moglie e figlie si erano dileguate per istinto di sopravvivenza), con mia madre, personaggio di soverchiante personalità, circondato dal suo mondo.
Pur se provato, ho conosciuto e amato la ricchezza, la vitalità e la potenza dell'universo dei "vecchi". Ma ho anche visto la loro solitudine e vulnerabilità in un mondo che cammina a passo accelerato senza sapere dove va perché dimentica la sua storia, perde la continuità del tempo, teme la vecchiaia e la morte ignorando che nulla ha valore se non la qualità dei sentimenti.

Nell'estate del 2000 realmente l'amministratore del condominio, sapendomi moroso, mi propose di tenere sua madre per le vacanze di ferragosto. In un sussulto di dignità rifiutai, ma da allora mi chiedevo spesso cosa sarebbe potuto succedere se avessi accettato.
Questo è il risultato.

Per le attrici, dopo aver incontrato delle professioniste, ho scelto delle signore che non avevano mai recitato, prive di vizi formali, in base alla forza della loro personalità.
Durante le riprese mi hanno travolto, la storia cambiava in base ai loro umori ma l'apporto, in termini di spontaneità e verità, è stato determinante. Alcune riprese le ho addirittura rubate.
L'attore che interpreta l'amministratore, Alfonso Santagata, è un grande attore di teatro.
Gli altri, il dottore e l'amico di Trastevere sono realmente miei amici d'infanzia.
In quanto a me, ho interpretato il ruolo protagonista perché in fase di preparazione, mentre spiegavo all'equipe che occorreva trovare un uomo di mezz'età, più o meno alcolizzato, che aveva vissuto per anni con la madre, tutti i visi si sono rivolti molto seriamente verso di me.
Ho avuto il coraggio perché da ragazzo ho studiato regia ma anche recitazione con Alessandro Fersen."
A chi invece passerà il Ferragosto secondo i canoni prestabiliti come : bagni di sole e mare, abbuffate, code (snervanti) in auto, levataccia all'alba per partire prestissimo e arrivare comunque tardissimo per il conueto pic-nic in montagna ecc. ecc.....
Auguro comunque a tutti e senza distinzione alcuna
BUON FERRAGOSTO!!!!


44 commenti:

Mary ha detto...

non sei l'unica ...
sono anni che non vado da nessuna parte , sempre a casa , niente mare , niente vacanze , e tutte le altre feste idem , sempre a casa solito posto solito menù solite persone stessi discorsi che sembra che si interrompano per esser ripresi successivamente ... non non va ...
però mi dicono , sei sana flgli sani etc ...
certo se penso a chi sta peggio non regge il confronto , ma dico io ...
però abito nell'isola che tutti vorrebbero per farci le vacanze --- chi ha il pane non ha i denti ...
ti sono vicina , buon ferragosto anche a te fam :-))

Miriam ha detto...

@Mary
Alla fina va bene anche così...anch'io sono diversi anni che non riesco più a fare neanche uno dei miei viaggi, ho messo gli impegni con le amiche da una parte, un po' per questo e un po' per quello, un po' perchè alla fine è più facile così...ma c'è qualcuno che poi (e forse giustamente) si stufa di capire e aspettare che ti organizzi e ti dai una smossa e ti molla definitivamente!
Tu hai i figli e alcune colleghe mi dicono "beata te, che non ne hai, non hai tutti i nostri problemi!" ma secondo te? Un'amica una volta mi disse " è vero che ci sono persone che stanno peggio, ma è anche vero che c'è anche chi sta meglio!" ma se guardo bene ben, alla fine oggi poi non è andata poi così male...
Ma basta lamentarsi, facciamo che ci diamo un abbraccio di solidarietà, Ok?
Bacioni...

Mary ha detto...

:-)))) certo ,
ma di vita ne abbiamo un a sola ...
CARPE DIEM :-)))
un abbraccio

Rosalba ha detto...

Miriam carissima...innanzitutto molto piacere di conoscerti!!! :-)
Ti ringrazio per il tuo gentile commento ed anche per il tuo "sostegno", che ricambierò con piacere e simpatia
Ho dato una sbirciatina in "casa tua" e l'ho trovata interessante ed accogliente...forse perchè a me piacciono molto le parole e nel tuo blog ce ne sono tante...le parole...grazie alle quali possiamo esprimere le nostre emozioni, raccontarci agli altri e potere condividere tutto ciò, specie nel virtuale, dove i visi e le loro espressioni stanno tutte nell'immaginario, senza via di scampo, e la fantasia e l'intuito ti aiutano molto
Comunque...sono davvero contenta di avere intrapreso questo rapporto "bloghiano" con te...mi ispiri benessere
Adoro l'amica Fata e m'è venuto fuori un salutino in rima e l'ho buttato lì...tanto per farla sorridere un po'
Carissima spero davvero di leggerti presto

un abbraccio con simpatia

Miriam ha detto...

@Mary
Condivido CARPE DIEM ma più precisamente sia giusto "vivere il presente", è l'unico modo per far si che la nostra unica vita...quella terrena, sia il più vivibile possile, umanamente parlando!
Penso che ne abbiamo il diritto ed il dovere.
Certo non è sempre così scontato e di facile attuazione, ma già crederci e pensarlo può essere un buon inizio...
Ricambio con affetto il tuo abbraccio e ti mando un sorrisone super, coraggio!!!

Miriam ha detto...

@Rosalba
Anche per me è un piacere immenso conoscerti e darti il benvenuto nel mio blog, sono contenta che la "mia casetta" l'hai trovata interessante ed accogliente!
Hai ragione da me parole ce ne sono TANTE, per qualcuno forse troppe, ma io sono così e questo spazio è la mia piccola isola felice dove posso esprimere le sensazioni e pensieri senza condizionamenti che disturbano o intralciano le mie emozioni!
Ma anche tu sei un'amante come me delle parole allora mi sa tanto che ci siamo trovate anche con te al momento giusto!
Sicuramente anche tu dai il giusto peso alle parole, non sono mai vuote e prive di significato o sentimento!
Dici che "t'ispiro benessere"...ti ringrazio tantissimo, così volo sulle nuvolette, prendo questo tuo pensiero come un piccolo ma importante dono da custodire nel mio giardino dove conservo i pensieri positivi, mi auguro davvero di poter trasmettere sensazioni simili...anche perchè ultimamente sto sfruttando le pagine del mio blog come se fossero le pagine di un diario....e non vorrei annoiare chi legge, con questioni troppo personali o peggio ancora apparire come una noiosa egocentrica!
Inoltre se entrambe adoriamo la stessa Fata... un motivo ci sarà, non credi?
Bè dato che abbiamo rotto il ghiaccio, ti dò appuntamento per la prossima volta, anch'io ora non vedo l'ora di leggere qualcos'altro di tuo, semmai vado a ritroso per conoscerti un tantino di più!
Un carissimo abbraccio e sogni d'oro!

francuzza ha detto...

ciao carissima!!
è da tanto che non passo dai vari blog...vacanze, lavoro, caldo....
per ferragosto anche io a casetta...ho gironolato prima.....
un abbraccio sempre affettuoso
franca

Miriam ha detto...

@francuzza
Questa si che è una bella sorpresa!!! Stavo per chiedermi se esiste il "Chi l'ha visto" dei blogger's...ma ormai non ce n'è più bisogno perchè sei di nuovo tra noi!
Sono felicissima che ti sei fatta di nuovo viva...mi dispiaceva non avere più tue notizie...
Anche tu ferragosto a castta, dunque!
Ma siiii, va bene anche così!
Ricambo con piacere il tuo "abbraccio sempre affettuoso"!!!
A presto...

Mary ha detto...

non ci crederai ... ma sto guardando questo film su sky cinema ...
poveraccio gianni ...
che stress i compromessi ... spesso è meglio rifiutare ...

Cinzia ha detto...

Anche per me ferragosto casalingo...gli altri anni nn era così...grigliata in compagnia, risate, giochi vari...ma quando l'invidia e la gelosia la fanno da padrona, tutto salta per aria...già, perchè c'è sempre chi semina zizzania...ma sono felice lo stesso perchè gg prima ero assieme alla mia amica Franchina!!!
Un strucon, guai nn mandarlo!
Cinzia

Miriam ha detto...

@Mary
Finalmente qualcuno che mi racconta qualcosa del film...ero curiosa di sentire un giudizio legato al film! E tu lo stai guardando ora? Certo che quel Gianni dev'essere una sagoma, anche se non so perchè mi fa pensare ad un povero e disgraziato Fantozzi versione figlio scarognato...Pensa che quando è uscito il film non l'ho preso molto in considerazione, oggi invece lo guarderei con curiosità, ho sbirciato qualche pezzetto di video e penso meriti di essere visto! Poi la critica può dire quello che vuole.... Dai, devi tornare e raccontarmi le tue impressioni....ti aspetto eh?
Accidenti poi ai compromessi, si rimane sempre fregati!!!
bacioni!

Miriam ha detto...

@Cinzia
La lista di "ferragostini casalinghi"di quest'anno si allunga a vista d'occhio, ma forse quest'anno molti si sono rotti di fare il solito "buon viso a cattiva sorte" e passare una giornata con persone che avrebbe voluto strozzare invece di avele come vicino di tavolo o di piatto, sempre meglio evitare le situazioni imbarazzantio far finta di festeggiare e assumere la maschera dalla insopportabile espressione ipocrita e falsa(parlo in generale).
La zizzannia poi....si salvi chi può.... non brucia mai, neanche con i peggiori incendi, no comment riguardo alle persone gelose e invidiose, purtroppo le riconosci quando è ormai troppo tardi e ti hanno già circuito con i loro frutti velenosi e tu stai sprofondando priva di difese in un fango melmoso di schifezze!
Anch'io avrei voluto passare la giornata in compagnia come altri anni, ma ci sono stati problemi organizzativi, tanto vale, meglio così che con una compagnia antipatica.
Mi fa ridere il tuo strucon, ora se non me lo mandi mi offendo perchè è diventato indispensabile!
Baciotti carissimi! Anche alla tua amica Franchina(ma non è la Francuzza?)

Vittoria A. ha detto...

Ciao Miriam! Anche io sono rimasta a casa ieri (qui non si festeggia), e per pranzo mi sono beccata i cibi soliti locali: Haggis, patatine fritte e salsiccie. Un pranzetto da vera signorina! Grazie di aver postato quel film, ho molta nostalgia del cinema italiano, ci sono dei film che sono dei capolavori! Come é andata la giornata da turista in città?
Un abbraccio!

Miriam ha detto...

@Vittoria
Complimenti per il tuo pranzetto da "signorina", ma che cosa sono(scusa l'ignoranza...)gli haggis? per le patatine e le salsicce ok, ci vado matta anch'io! Pensa che quel film neanche l'ho visto, ma stavolta devo proprio vederlo....si, hai ragione il cinema italiano ha la sua storia e merita di essere ricordat e proclamato! Peccato che noi italiani pensiamo(quasi sempre) che l'erba del vicino è più verde della nostra, quasi mai diamo la giusta importanza ai nostri prodotti, di qualunque genere siano, ci rendimo conto quando ci allontaniamo dal nostro Paese che, dopo tutto, non siamo poi così male...
La giornata da "turisti per caso" in città è andata meglio di ogni previsione, poco traffico e buona disponibilità per parcheggiare in centro senza fare chilometri a piedi, sembrava davvero di essere in un'altra città, ci sono molti turisti con la carnagione mozzarella e i capelli platino che girano per le stradine del centro storico col naso all'insù e la macchina fotografica sempre pronta a catturare ogni frammento e scorcio del loro viaggio!
Mia madre e l'amica erano in brodo di giuggiole e io, confesso che mi sono divertita a farle da accompagnatrice. Abbiamo concluso con un pranzetto a casa nostra, tranquille e serene senza stress di preparativi folli e caotici, lontane dal traffico infernale e dalle code in macchina verso mete assurde!
Quest'anno ho poca voglia di muovermi e pochissima disponibilità di allontanarmi da casa, mia madre...il cane....le complicazioni sono in aumento, ma pazienza!
Ti abbraccio anch'io, anche Dylan è balzato nei paraggi e sta leccando la tastiera in segno di affetto...forse anche lui vuole mandarti un bacio!
ciaoooo...

Squilibrato ha detto...

Il pranzo di ferragosto non m'è ancora andato giù. Proverò con l'idraulico liquido.

Rosalba ha detto...

ciao carissima, la notte è stata dolcissima...sarà stato il tuo generoso augurio?...voglio pensare così...
peccato che della giornata non possa dire lo stesso...questi giorni festaioli, che io trascorro metodicamente in casa a straziarmi corpo e mente, malgrado non lo voglia e non sta nel mio essere, mi buttano giù...aspetto che questa lunga e calda estate finisca e si riprenda la vita libera e attiva che amo come non mai...
comunque...domani è un altro giorno...e meno male!!!
ma sai che sono davvero felice di averti conosciuta?...bellissimo!

stavolta la "dolcissima notte" la auguro io a te

serenamente a presto

Rosalba ha detto...

scusa ancora...riguardo al film, del quale hai riportato la trama con cura, tanto che mi pare di averlo già gustato, non l'ho ancora visto ma il genere mi piace molto e, già che in questo periodo circola su SKY (già controllato la messa in onda), non mancherò di guardarlo...sono curiosa, queste situazioni mi intrigano...ti farò sapere

un abbraccio

Miriam ha detto...

@Squilibrato
Mi dispiace per te, ma pensi davvero che l'idraulico liquido sia un buon rimedio?

Miriam ha detto...

@Rosalba
A volte si creano situazioni piacevoli con lo scambio e la frequentazione attraverso il blog, basta davvero così poco...sarebbe tutto più bello se anche nella vita di tutti i giorni ce ne ricordassimo di tanto in tanto!Mi fa enorme piacere sapre che hai trscorso una notte dolcissima e che ti ho lasciato un buona impressione di me!
Posso capire e condivido in pieno il tuo stato d'animo nei confronti delle feste in generale, purtroppo diventano così pesanti quando il corpo e la mente sono altrove e vanno a cacciarsi maledettamente nei ricordi e nei pensieri non troppo allegri e che non ti fanno venir voglia di prender parte ai festeggiamenti che sempre più spesso diventano delle patetiche forzature senza spontaneità e sentimento!
Non sono certo io la persona che verrà a dirti "Devi reagire, non devi fare questo o quello ma piuttosto fai così o cosà....", tutte queste cose e tante altre le sai già, tutti si prodigano nel dare buoni consigli...perciò rispetto il tuo "sentirti e sentire" quello stato d'animo e quel magone, sono sicura che solo il TEMPO può aiutarti e curare la tua ferita, solo tu puoi decidere e capire quando è arrivato il momento per sentirti più forte e con il cuore più sereno per gustare la vita con la gioia che merita.
Non si tratta di stagioni o colori, ognuno di noi può avere nel cuore l'inverno persino in una bellissima giornata di Primavera o vedere i colori bui e carichi di nebbia persino davanti ai bellissimi colori di un magnifico mare tropicale blu cobalto!
Qualcuno ha detto che la gioia risiede dentro di noi, ma è anche vero che ci vuole tanta pace e serenità nell'animo per percepire questa condizione nella nostra esistenza, ma che fatica e quanto duro lavoro interiore dobbiamo fare tutti i giorni per non cadere nell'apatia...
Non bisogna mai dare per scontato nulla e niente, neanche un bacio o un abbraccio forte a chi vogliamo bene, solo così un domani possiamo dire di non avere rimpianti!
Anch'io ho bisogno di serenità e dolcezza, chi può dire di non averne bisogno?
Sogni d'oro, cara nuova amica!

Miriam ha detto...

@Rosalba
Dato che ti sei prodigata a scrivere due commenti...la trama del film l'ho rubata da internet, neanche io l'ho visto, ma dalla trama viene la voglia di guardarlo ben presto! Sicuramente tu riuscirai a vederlo prima di me, io non ho SKY. Potrebbe essere una buona idea commentare un film e scambiarci le rispettive opinioni....
Ricambio l'abbraccio perchè fanno sempre bene!
Smack!

Vittoria A. ha detto...

Heilà! Fai una carezza al tuo cane da parte mia, adoro i cani (e anche i gatti!)

Un bacione! :D

Rosalba ha detto...

Ciao Miriam...tutto bene?
Hai proprio ragione, nulla è scontato è tutto ci viene offerto dalla vita che, qualunque essa sia, vale la pena di essere vissuta quindi...accogliamo a braccia aperte questi "doni" e traiamone il massimo perchè cadere nell'apatia sarebbe proprio un gran casino...

Riguardo al film l'ho guardato proprio oggi pomeriggio (l'avevo registrato ieri sera) e devo dire che è molto, molto carino, realistico al punto giusto, bene interpretato, grazie ad una spontaneità che si tocca, ed una trametta che ti fa pensare...un po' alla vecchiaia, sotto i diversi aspetti, un po' al disagio economico, che ti fa scendere a certi compromessi...e quì il povero Gianni ne è la prova ma, essendo un uomo di buon carattere, vive i pro e i contro con una certa serena rassegnazione...insomma...direi da vedere

Ora ti lascio un abbraccio grande ed una buona serata :-)))

Miriam ha detto...

@Vittoria
Grazie al cielo ci sei! No, dicevo, meno male che sei scampata al mio ultimo commento, quello che ho incoscientemente riversato nel tuo blog! Bene, entrambe amiamo gli animali, stupenda anche questa cosa! Hai visto in fondo al mio blog l'immagine artisticamente e sapientemente "truccata"? Sono io il cane, il mio Dylan, bella quella foto, l'autore è veramente superlativo!!!
Smack multipli, quadrupli...a presto, mò faccio un salto da te!

Miriam ha detto...

@Rosalba
Mi fa molto piacere condividere le impressioni e i giudizi legati al fim in questione...anch'io penso davvero che è un film CHE FA PENSARE...devo sbrigarmi e organizzarmi, devo vederlo anch'io! Di sicuro non è un film che piace a chiunque, per molti meglio vedere tutto un altro genere di film, meglio pensare ad altro...che riflettere!
Si, cara Rosalba, mai dare qualcosa per scontato e IO dò molta importanza alle varie situazioni, sempre che riesco a trovare dall'altra parte disponibilità e lealtà!!! L'apatia purtroppo è più pericolosa della rabbia, lentamente ti lasci scivolare addosso qualsiasi cosa e quando ti sei reso conto, sei sommerso dalla voglia di rimanere dove sei senza reagire. Ma che casino...
Ti abbraccio anch'io con affetto, la mia serata? Boh!!!

Vittoria A. ha detto...

Ciao Miriam sei sempre la benvenuta! :D

Miriam ha detto...

@Vittoria
Grazie per questo tuo sorriso, di questi tempi è così raro essere i benvenuti...
Bacione!

marisgutta ha detto...

Bel film.Visto il giorno di ferragosto,dopo un normalissimo pranzo tra due ventilatori....
Non c'è malinconia in questo gioiellino, ma tanta realtà.

Miriam ha detto...

@marisgutta
Ci siamo già incontrate? Ma sei la Marisa che conosco personalmente? Scusa la curiosità...
Comunque sia, benvenuta tra le persone come me che hanno passato UN NORMALISSIMO ma sano giorno di Ferragosto! Anche tu come me alle prese col ventilatore...mai messi in questa casa i climatizzatori...
Mi fa piacere sapere che nel film non traspare la vena malinconica che contraddistingue(haimè)queste trame...dunque come pensavo si tratta di un gioiellino intriso di tanta realtà!
Grazie per il tuo giudizio, lo terrò in mente!
A presto!!!

elena fiore ha detto...

Il Ferragosto è passato , la notte di S.Lorenzo anche ed il mio onomastico pure :-)
A poco, a poco rientriamo tutti...grazie per il tuo
"buone vacanze". Lo sono state!
Ciao, elena°*°

Vittoria A. ha detto...

Come va? :D

Miriam ha detto...

@elena fiore
Tutto passa...per fortuna! Sono contenta che le tue ferie sono state "buone", io devo dimenticare le mie e andare avanti!
é smpre un grande piacere ritrovarti, spero che i prossimi giorni siano migliori per tutti e per tutto!
Un abbraccio affettuosissimo, a presto...

Miriam ha detto...

@Vittoria A.
Un'amica carissima , di quelle di vecchia data, quando ci sono i periodi "no" mi dice hai la domanda di riserva?
Mia cara, preferisco dimenticare e guardare avanti! Dal primo Settembre si riprende il lavoro, ma meglio così...
Un carissimo abbraccio anche a te!

Vittoria A. ha detto...

Ciao Miriam! Non so se ieri si é registrato il messaggio, volevo solo dirti che ti ho mandato un premio perché sia il tuo blog che quello che scrivi mi piace molto! E' un piccolo riconoscimento ed é per te. Poi, se vuoi (ma solo se vuoi) a tua volta puoi premiare altre persone, però io ci tenevo a dirti che é per te.
Un bacione,
Vittoria

Cinzia ha detto...

Ciao, ti lascio un saluto e un strucon!
Cinzia

kinnie51 ha detto...

Anch'io odio quello che si fa a ferragosto perchè " così fan tutti".
Dal canto mio ho passato il più bel ferragosto della mia vita:sola ,nella mia campagna, senza neanche i figli, sola con mio marito e mia madre.
E meno male che non c'era il cane.
Un abbraccio, Paola.

Miriam ha detto...

@Vittoria A.
Ho letto ora e pubblicato i tuoi commenti, mi sono presa una pausa dal pc!
Ti ringrazio ancora tantissimo, spero di non deluderti con la mia decisione...
Un abbraccio!!!

Miriam ha detto...

@Cinzia
Ciao carissima, è sempre bello ritrovarti!
Ricambio con piacere sia il saluto che lo strucon!!!
A presto...

Miriam ha detto...

@Kinnie51
Più si va avanti con gli anni e più si detestano le cose fatte per circostanza, quest'anno ho toccato l'apice delle sopportazioni...anch'io ferragosto e vacanze in "solitudine" e PACE! Sono appena rientrata dalla mia casetta al mare, dove ho trascorso con semplicità gli ultimi giorni delle tanto sospirate e attese ferie estive...ma che delusione per certi versi...e che meraviglia per altri, niente pc e cellulare, anche la tv si è rifiutata di funzionare dal momento che la parabola ha deciso di spostarsi e di non ricevere i segnali rete, che tranquillità!
Ero solo in compagnia di mia madre e del mio cane Dylan che è stato una vera scoperta sotto tanti punti di vista, penso che gli dedicherò un post...
Ora devo pensare che tra un giorno torno al lavoro...ciao acque cristalline e mattinate senza squilli di sveglia alle 6,30...mi aspettano i soliti tempi frenetici e via dicendo...
Ciao cara, a presto!

Fata Bislacca ha detto...

Miriam mia cara, ormai gli auguri li possiamo fare per un buon settembre... Ti penso tanto e ti auguro una buona ripresa con il tuo fedele Dylan (attendo il post). Baci ed incoraggiamenti tanti!!!! A presto, Cathy

Miriam ha detto...

@Fata B.
Ben-ritrovata Cara Cathy, mi fa piacerissimo rileggerti dopo questa pausa...soprattutto mia!
Sei per caso una maga? Ho appena pubbicato il mio nuovo post, un po' di più con i piedi per terra e i pensieri dolci che cercano dimora in nuovi giorni futuri!
Ti voglio bene, anche se è strano dirlo ad una persona che non si conosce personalmente, eppure...
A presto mia cara, ti abbraccio, ora scappodevo sbrigare un sacco di commissioni e pagamenti di bollette....uffah, che barba si torna alla realtà!
Smack!!!

Nino ha detto...

Pranzo di ferragosto
ovvero L'eclissi della solitudine.

Come Mary anch'io ho visto e rivisto il film su Sky, rivisto e assaporato come un buon cibo che migliora al secondo incontro.
Non mi sembra calzalte il paragone fatto da qualcuno fra Gianni e Fantozzi.
Il rapporto tra madre e figlio non è certamente un rapporto paritario, la madre lo assilla a volte con le sue piccole manie, ma non si può affermare che sia tiranneggiato da lei. La assiste amorevolmente e riesce anche a riservarsi uno spazio per se stesso. Non sembra e non è un uomo infelice, non tracanna un bicchiere di vino dietro l'altro ma gusta il vino e la vita a picoli sorsi.
E' costretto a subire il ricatto dell'amministratore del condomio e quello assai più subdolo dell'amico medico, ma , dopo lo stress iniziale, si organizza e riesce a superare le difficoltà con intelligenza, fantasia e applicazione.
Ritengo debba essere catalogato come un personaggio senz'altro positivo, tutt'altro che fantozziano.
Dopo le bizze e i piccoli egoismi iniziali, le vecchiette si rendono conto che l'unico atteggiamento che possa almeno alleviare l'angoscia di essere state consegnate ad estranei come pacchi postali, è quello di cercare di comunicare e di collaborare.
Da qui parte l'idea dell'improvvisato pranzo di ferragosto: un pranzo lontano dai parenti, ma confortato dalla presenza di uno squattrinato gentiluomo, uomo sobriamente gentile, premuroso e comprensivo, che riesce a far passare alle vecchie signore, ore molto piacevoli, libere da divieti e dagli assilli di pillole anti...tutto.

Mi vien da pensare al proverbio:
"Chi ti dà il pane ti è padre"
e modificarlo in
"Chi ti dà affetto ti è figlio"
ancor più di chi ti è legato solo da vincoli di nascita.

AnnaDrai ha detto...

Mannaggia il film me lo sono perso anche nel cinema estivo... vabbè recupererò in dvd...

Confesso che ferragosto amo passarlo a casa, in giro c'è sempre troppa confusione ;)

un caro saluto

Miriam ha detto...

@Nino
E io non ho ancora visto il film in questione. Mi fa piacere che ci sono ancora persone che hanno voglia di commentare quello che il film ha trasmesso loro e grazie Nino per questa tua IMPORTANTE presenza!
Confesso spudoratamente che il personaggio "Fantozzi" non mi è mai piaciuto pur rispettando e ammirando l'attore e personaggio in carne(molta) e ossa che è Paolo Villaggio!!! Del personaggio che ha interpretato nei suoi vecchi film, non amo il suo modo di essere che invece per molti è esilarante, provo nei suoi confronti tanta tristezza e un senso di ribellione che mi impedisce di trovare l'aspetto ironico e divertente di quel vivere tragico e patetico, spesso penoso e infelice.
Leggendo il tuo commento Nino, mi sono commossa, per un po' ho sentito un nodo alla gola...quando capiterà di vedere il film mi ricorderò delle tue parole...Mi piace come descrivi il "Gianni", anch'io penso che non è un uomo infelice, semmai strumentalizzato dagli eventi sì, ma che con dignità "gusta il vino e la vita a piccoli sorsi"!
Penso che questo film è un sonoro e bellissimo schiaffo morale per tanti, almeno lo è per chi pensa e crede che i vecchi non hanno più niente da dare o da offrire perchè arrivati "ormai" all'ultima spiaggia, uno schiaffo altrettanto forte e deciso a chi si riempie la bocca di belle parole e invece se ne frega altamente di ricordarsi delle (antiche ma sempre valide) "buone maniere" da dedicare con piccoli gesti verso quest'universo dalle gambe vacillanti ma con un cuore sempre grande pronto per abbracciare chiunque, nonostante i torti e le offese subite gratuitamente!
Agli occhi di molti, Gianni ma anche i vari "Francesco, Anna, Alberto, Marta, Valeria...", (mi ci metto dentro anch'io) che sono e siamo quella silenziosa ma reale schiera di figli, senza pietismi e vittimismo, che vivono la loro vita adulta, professionale e sociale insieme ai loro vecchi e che purtroppo passano per essere dei "Fantozzi", magari falliti agli occhi della società che vuole tutte le persone omologate ma senza anima e sentimenti di riconoscenza e amore(ma forse sono tutte cose fuori moda!).
Mi piace e abbraccio il tuo proverbio "modificato", ne farò tesoro, ti ringrazio moltissimo!!!
Torna a farmi visita, ti aspetto!
Ciao affettuosissimo!

Miriam ha detto...

@Anna Drai
Bentornata carissima, mi fa molto piacere ritrovarti tra le mie pagine!!!
Anche tu l'hai perso eh? Mannaggia...Meno male che si può rimediare in altro modo, lo vedremo prima o poi? Speriamo!
Grazie per il tuo caro e gradissimo saluto, a presto!!!

Posta un commento

.
Al fine di evitare lo spam, I Vostri graditi commenti saranno pubblicati previa autorizzazione da parte dell'amministratore del Blog. Grazie.
.
Per inserire un commento seleziona il profilo Nome/Url
scrivi il tuo nome e se non hai un sito-blog lascia in bianco la voce Url.
.